DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Excelsior. Il gran ballo dell'Expo

Gianni Barbacetto, Marco Maroni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 502,06 KB
  • EAN: 9788861907201
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

LA VERA STORIA, I RETROSCENA, LE INCHIESTE GIUDIZIARIE, I SOLDI, GLI ARRESTI, I LITIGI, GLI STIPENDI DEI MANAGER, LA MAFIA, LA SPECULAZIONE, LE MAZZETTE, LE BUGIE... TUTTO QUELLO CHE NON SAPETE SU EXPO 2015

Benvenuti alla grande abbuffata dell’Expo, l’evento che dovrebbe cambiare faccia a Milano e innescare la ripresa italiana. Un’avventura che inizia nel 2008, poi tre anni persi a litigare su chi comanda e altri tre anni in cui si cerca di recuperare il tempo perduto e di disinnescare le inchieste che rivelano clamorosi casi di corruzione. Ecco la vera storia, quella più visibile e quella segreta, dell’esposizione universale che si tiene a Milano dal primo maggio al 31 ottobre 2015. Il banchetto milionario che ha fatto felici centinaia di imprenditori e politici ma anche dirigenti corrotti, faccendieri, mafiosi. Che cos’è un’Expo? Come nasce Expo 2015? Chi sono gli uomini che la sponsorizzano? Perché Milano? Perché il sito espositivo è stato realizzato sulle aree al confine nordovest della città? Quanto costa? Chi ci guadagna? E ancora, che cosa diventerà la grande area dell’Expo quando la manifestazione sarà finita? I soldi pubblici spesi per acquistarla saranno recuperati? La città avrà un lascito per il futuro o l’Expo si trasformerà nell’ennesimo quartiere abbandonato, nell’ennesima colata di cemento? Nel libro trovate le risposte, i numeri e tutte le operazioni immobiliari realizzate, la malagestione del sindaco Moratti, le pezze di Pisapia, i conti in rosso di Formigoni. Un racconto documentatissimo e appassionato. Una storia italiana.
4,33
di 5
Totale 3
5
1
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giorgio

    25/02/2018 09:24:29

    Libro ben fatto. Si rischia in qualche passo di calcare un po’ troppo la mano, ma sostanzialmente i fatti descritti sono verificati e verificabili

  • User Icon

    ilbell81

    12/07/2016 19:43:10

    Libro molto ben fatto che mette in luce gli interessi dietro i grandi eventi e mette in luce il flop dell'expo di milano come gli altri eventi simili. Lo consiglio vivamente per farsi un'idea chiara ed esaustiva sul reale esito dell'expo dal punto di vista economico. Buona lettura.

  • User Icon

    roberto

    25/11/2015 10:26:40

    Una ricerca ben fatta e ben documentata, del resto come quasi tutte quelle di questa collana. L'Expo era un flop ampiamente annunciato e in questo libro si descrive in dettaglio come, grazie ai meccanismi malsani della politica e amministrazione italica, non si sarebbe potuto avere altro esito. L'unico guaio con questo tipo di letture e' che si resta con un gran senso di nausea e un gran mal di fegato.

  • Gianni Barbacetto Cover

    Giornalista e scrittore italiano. È laureato in Filosofia. Ha cominciato a lavorare negli anni Settanta in radio (Radio Milano Libera, Radio Città, Radio Rai), poi ha collaborato al quotidiano "Bresciaoggi", a "Linus" e a tante altre testate. Nel pieno degli anni Ottanta, nella "Milano da bere", ha contribuito a fondare il mensile "Società civile", che ha diretto per una decina d'anni. In tv ha condotto un programma televisivo di economia e finanza su una tv privata (Rete A). Ha lavorato nelle redazioni dei settimanali "Il Mondo", "L'Europeo", "Diario". È direttore di Omicron (l'Osservatorio Milanese sulla Criminalità Organizzata al Nord). Ha collaborato con la regista Francesca Comencini per il soggetto del film "A casa nostra". Per la rete televisiva franco-tedesca... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali