DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Fai piano quando torni

Silvia Truzzi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Longanesi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 908,4 KB
Pagine della versione a stampa: 272 p.
  • EAN: 9788830451216
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 1,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Silvia Truzzi affonda le sue parole nello spazio cieco di ogni donna, di ogni uomo. È nata una scrittrice.»
Roberto Saviano

«Nei libri continuo a cercare un sollievo, una luce nel buio. Margherita e la sua amica improbabile mi hanno ricordato come le ferite del cuore vadano affrontate e curate con coraggio, ma senza vergognarsi delle cicatrici che lasciano. Perché le cicatrici sono la cerniera di tenerezza che ci impedisce di sprofondare nel cinismo.»
Corriere della Sera - Massimo Gramellini

«La prosa di Silvia Truzzi è ipnotica. Ogni suo periodare – nei dialoghi e nelle scene – è un mantra cui chi legge porta se stesso. Ed è come quando si narra di una favola che impegna anni e anni per sbocciare tra i giorni grigi.»
Il Fatto Quotidiano - Pietrangelo Buttafuoco

Margherita ha trentaquattro anni e un lavoro che ama. È bella, ricca ma disperatamente incapace di superare sia la scomparsa dell’adorato papà, morto all’improvviso otto anni prima, sia l’abbandono del fidanzato che l’ha lasciata senza troppe spiegazioni. Dopo un grave incidente d’auto si risveglia in ospedale. Qui incontra una signora anziana che da poco è stata operata al femore. Anna, oggi settantaseienne – nata poverissima, «venduta» come sguattera da bambina – ha trascorso la vita in compagnia di un marito gretto e di una figlia meschina, eppure ha conservato una gioia di vivere straordinaria. Merito delle misteriose lettere che, da più di mezzo secolo, scrive e riceve ogni settimana.
I mondi di queste due donne sono lontanissimi: non fossero state costrette a condividere la stessa stanza, non si sarebbero mai rivolte la parola. Dopo i primi tempestosi scontri, però, fuori dall’ospedale il cortocircuito scatenato dalla loro improbabile amicizia cambierà in meglio la vita di entrambe.
 
Un romanzo pieno di grazia che racconta, con tono ironico e sorprendentemente leggero, il dolore della perdita e la fatica della rinascita.
3,58
di 5
Totale 19
5
3
4
6
3
9
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Roberta

    22/01/2019 14:31:33

    Letto in due giorni. Narrazione scorrevole, storia gradevole, personaggi simpatici. E' un libro che tratta argomenti delicati ma con leggerezza. Consigliato a chi cerca una lettura leggera ma non banale.

  • User Icon

    Stefy

    12/11/2018 22:27:57

    Davvero un'emozione la rinascita di Margherita e vorrei tanto conoscere una persona come la signora Anna! Un inno alla vita. Da leggere

  • User Icon

    Monica

    22/09/2018 16:53:09

    Bella l'idea e il progressivo sviluppo del rapporto fra le due protagoniste, mi ha un po' deluso il finale.

  • User Icon

    nuccia

    20/09/2018 15:50:41

    Lettura gradevole senza impegno.

  • User Icon

    BARBAZUK

    11/08/2018 12:39:22

    Che piacevole sorpresa! Mi sembra che con questo romanzo la Truzzi si sia voluta prendere una vacanza dal suo lavoro, in cui dà sfoggio delle sue doti di cronista/opinionista preparata e inflessibile. Anche su argomenti più leggeri ha da dire la sua ed in un modo molto piacevole! E poi noi bolognesi ne usciamo bene! Bella opera prima, complimenti all'autrice.

  • User Icon

    Cinzia

    06/08/2018 15:05:45

    Il libro, molto piacevole, racconta con delicatezza e ironia la rinascita della protagonista dopo un periodo difficile della sua vita. Il personaggio della signora Anna è fantastico come lo sono i racconti della sua vita e il suo amore per Nicola. Un libro che quando finisci di leggere ti lascia una bella sensazione di serenità. Consigliato

  • User Icon

    Valentina

    26/07/2018 13:24:14

    Un po' pretenzioso, ma una buona lettura

  • User Icon

    Marta

    04/07/2018 13:02:54

    La signora Anna è fortissima è un vulcano di vitalità! Qui si intrecciano due generazioni tra la storia di Margi (Margherita) e appunto quella della giovinezza di Anna. Una sfoglina con un caratterino tutto pepe. Le due si aiuteranno a vicenda senza rendersene conto. Si legge velocemente e in alcuni passaggi ti farà anche riflettere. Buona lettura!

  • User Icon

    Alessandra

    05/06/2018 17:54:08

    Lettura da spiaggia. In senso positivo.

  • User Icon

    n.d.

    04/06/2018 21:12:22

    Bellissimo.Da consigliare.Provvederò sicuramente ad altri acquisti.

  • User Icon

    Massimo F.

    28/05/2018 13:54:42

    Storia di sofferenza e di rinascita, delicata e profonda con qualche inevitabile (?) sconfinamento nello “Steel-Sparks’ style”. Comunque piacevole da leggere.

  • User Icon

    jody

    22/05/2018 18:05:39

    Emozionante e commovente storia di una rinascita alla vita...

  • User Icon

    laPaola

    22/05/2018 16:44:29

    Di Silvia Truzzi leggo gli articoli sul Fatto Quotidiano (ottima giornalista, tra l'altro). Ero curiosa di scoprire questo suo romanzo: l'improbabile amicizia raccontata nel risvolto di copertina mi intrigava. Mah, mi ha suscitato sentimenti diversi: all'inizio non riuscivo ad entrare nella storia, poi mi ha preso e mi ha entusiasmato (il personaggio della signora Anna è un portento), infine gli ultimi quattro capitoli mi hanno lasciato interdetta. La parte finale sembra un altro libro proprio, con una virata sul sentimentale, un crescendo di situazioni un po' improbabili e un ritmo completamente diverso che mi hanno deluso.

  • User Icon

    Hadar

    21/05/2018 13:57:38

    Mi spiace, ma mi aspettavo un romanzo vero e solido. A volte sembra che scriva Moccia di Tre metri sopra il cielo! Non per 16enni ma per 30enni. Sul finale si rivaluta un pò, ma questo non risolleva l'opera

  • User Icon

    ele

    09/05/2018 08:28:21

    Libro molto delicato. Una bella storia contemporanea.

  • User Icon

    Dona

    09/05/2018 07:37:55

    Mi dispiace non di non condividere lo stesso entusiasmo delle recensioni che mi hanno preceduto. Ho trovato una lettura piacevole, il libro scorre e si fa leggere ma non mi ha entusiasmato.

  • User Icon

    Chicca63

    02/05/2018 14:11:12

    Bello bello bello! Questo libro (e questa autrice) è stato per me una vera sorpresa. Una storia, magari a tratti un po' inverosimile, ma scritta benissimo e raccontata con grande delicatezza e dolcezza. Mi è piaciuto davvero molto

  • User Icon

    Pino del Sordo

    21/04/2018 17:23:45

    Scritto con leggiadrìa e stile. La storia va avanti fluida e il libro si fa leggere fino all'ultima pagina. I personaggi hanno caratteristiche delineate. L'unico piccolo appunto, è il lessico dei personaggi che si somiglia. Ho chiuso il libro, dopo l'ultima pagina, appagato dell'acquisto

  • User Icon

    Enzo Timone

    23/03/2018 19:08:17

    Acquistato "sulla fiducia" della scrittura di Silvia Truzzi anche se "pensavo" il libro non fosse del genere che leggo di solito ... sbagliato ! Libro bellissimo, scrittura veramente intensa, complimenti all'autrice e speriamo continui a scrivere libri così !

Vedi tutte le 19 recensioni cliente
  • Silvia Truzzi Cover

    Silvia Truzzi è laureata in Giurisprudenza ed è una giornalista. Lavora per il "Fatto Quotidiano" dalla sua fondazione nel 2009. Ha vinto il Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la cultura nel 2011 e il Premio satira politica Forte dei Marmi, sezione giornalismo, nel 2013. Tra i suoi saggi ricordiamo: Un paese ci vuole (Longanesi 2015); Perché no, scritto insieme a Marco Travaglio (PaperFIRST 2016). Fai piano quando torni (Longanesi 2018) è il suo primo romanzo. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali