Fantasia Wanderer D760 / Fantasia op.17

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Deutsche Grammophon
Data di pubblicazione: 12 febbraio 1996
  • EAN: 0028944745122
Disco 1
1
1. Allegro con fuoco ma non troppo
2
2. Adagio
3
3. Presto
4
4. Allegro
5
1. Durchaus fantastisch und leidenschaftlich vorzutragen - Im Legenden-Ton
6
2. Mäßig. Durchaus energisch - Etwas langsamer - Vielbewegter
7
3. Langsam getragen. Durchweg leise zu halten - Etwas bewegter
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    drone

    04/03/2019 10:42:58

    beautiful

  • User Icon

    Gianluca Blasio

    07/07/2009 16:45:14

    Sulle interpretazioni del maestro Pollini non si può discutere a lungo: strepitoso!!! Ho acquistato questo disco e ne sono rimasto sbalordito dal primo ascolto: la Wanderer fantasy di Schubert è meravigliosa, piena di energia, e Pollini affronta questo pezzo molto difficile con tranquillità. La fantasia in do di Schumann è molto riflessiva e introspettiva, a tratti aggressiva ma questa è la caratteristica propria della tecnica di Pollini: un controllo totale in un'esecuzione che non sacrifica l'espressività. Inutile dire che la registrazione è tecnicamente impeccabile: non a caso si parla di Maurizio Pollini. Un disco da possedere, che arrichirà la vostra discoteca!

  • Franz Schubert Cover

    Compositore austriaco.Gli anni di formazione e i primi lavori. Figlio di un maestro originario della Slesia, trascorse tutta la sua esistenza, tranne qualche giro turistico e due brevi periodi di insegnamento in Ungheria, a Vienna e nei suoi immediati dintorni. Nel 1808, grazie al suo talento musicale, poté entrare a far parte del coro della cappella della corte imperiale. Come fanciullo cantore frequentò anche il seminario imperiale, dove ricevette una buona istruzione. Nel 1813, respinta l'offerta di un'altra borsa di studio, lasciò la scuola per far pratica come insegnante, studiando nel frattempo la composizione con Antonio Salieri, che già aveva notato il suo talento. Durante i tre anni successivi S. visse con la famiglia e insegnò nella scuola del padre, componendo intanto i suoi primi... Approfondisci
  • Robert Schumann Cover

    Compositore tedesco.Gli anni di formazione. Figlio di un editore umanista, August S., noto per aver pubblicato un'edizione tascabile dei classici di tutto il mondo, crebbe in un ambiente familiare estremamente favorevole allo sviluppo dei suoi vasti interessi letterari e musicali, in un'epoca e in un clima nazionale percorsi dai fermenti del più schietto romanticismo. A sei anni iniziò privatamente la sua istruzione con l'arcidiacono Döhner; fu l'organista di S. Maria, J.G. Kuntsch, ad avviarlo allo studio della musica. Tre anni dopo il padre lo portò a Karlsbad ad ascoltare Moscheles, uno dei più grandi pianisti del tempo: e il piccolo Robert volle diventare pianista; il che non gli impedì di seguire con grande entusiasmo anche la poesia, durante gli studi ginnasiali iniziati nella città... Approfondisci
  • Maurizio Pollini Cover

    Pianista. Allievo di C. Lonati e C. Vidusso, vinse nel 1960 il primo premio al concorso «Chopin» di Varsavia. Dopo inizi incerti, dalla metà degli anni '60 si mise in luce rapidamente, fino a imporsi come uno dei maggiori pianisti del secolo. È interprete lucido e razionale, dotato di tecnica trascendentale, ma soprattutto di capacità di analisi sia del testo sia delle tradizioni interpretative, e sa rendere con estrema chiarezza il senso della struttura musicale e delle sue dinamiche interne. Il suo repertorio spazia dai classici alla musica del Novecento, alla quale si è dedicato con un'assiduità inusuale per i grandi pianisti di oggi, presentando non solo Bartók, Stravinskij, Prokof'ev, Schönberg, ma anche Boulez (Sonata n. 2), Stockhausen, Nono, Manzoni. È tornato costantemente su Beethoven,... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali