Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 300 p.
  • EAN: 9788806163358
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ludmilla

    02/01/2004 21.47.09

    "Fantasmi" é un libro che avvince, che si legge d'un fiato. E' anche un libro che diverte, non per quello che é scritto, ma per come é scritto. Sotteso alla storia c'é infatti uno straordinario gioco sui generi letterari (sceneggiatura, diario, autobiografia, romanzo a chiave ecc.). Anche l'alternanza delle voci narranti é gestita con l'abilità dello scrittore di vaglia. Il diario di Giorgio Jenne é un magnifico romanzo nel romanzo (si potrebbe isolarlo e leggerlo a parte). In tutto questo, Cerami riesce a conservare il tono che é suo e di nessun altro. "Fantasmi" é un libro che continua a parlare al cuore a mesi di distanza dalla prima lettura.

  • User Icon

    federica

    06/11/2002 18.40.29

    Anch'io vorrei sapere perché Cerami ha scritto questo libro e che cosa voleva trasmettere!

  • User Icon

    Circe

    07/03/2002 14.18.41

    È stato uno di quei libri che ho letto tutto d'un fiato! Di quelli che appena conclusi, già vorresti rileggerli! Ci sono molti spunti interessanti, è originale nella forma e nella trama! Il massimo dei voti, ed un sicuro regalo per il prossimo Natale! ;-)

  • User Icon

    franceso

    04/01/2002 21.31.37

    questo libro fa incredibilmente pena (schifo), provoca una noia mortale e non ha alcun senso.Credo che Cerami faccia ancora in tempo a ritirare le numerose copie del libro, avanzate, e bruciarle.Essendomi stato consigliato da un prof, sono rimasto molto deluso.Non ha un senso nè un filo logico.

  • User Icon

    shara pirrotti

    24/08/2001 13.42.37

    Potrebbe sembrare, leggendo le prime pagine del romanzo di Cerami classificatosi secondo al premio Strega 2001, che sia la noia la molla che spinge la protagonista, Morena, a cambiare sempre nome, professione, taglio e colore di capelli, per rivestire altrettante, diverse identità e vivere vite differenti dalla sua, fino a confondersi nell’anonimato di un quartiere di terz’ordine di Roma, fino a trascorrere tre anni di vita con un uomo che non immagina neanche il suo vero nome, e che Morena lascia all’improvviso, senza dargli il tempo di realizzare chi sia stata lei veramente e che cosa volesse da lui. Ma è una noia molto diversa da quella immortalata in tanti romanzi di Moravia, che induceva i protagonisti ad una cupa, dolorosa indolenza che si trascinava ineluttabilmente, fatalmente per tutto il corso della loro vita. E’ piuttosto una noia che la spinge alla frenesia, ad un eterno movimento, per dirla con Eraclito, cui Morena non riesce a rinunciare e che diventa quasi lo scopo stesso della sua vita. E per quasi metà del romanzo il lettore ne rimane disorientato e non riesce ad afferrare il bandolo di una personalità che si dipana sempre più diffusamente, fino alla più intima introspezione, e alla quale si intrecciano altre storie, altrettanto intime e sofferte, autentiche nel loro doloroso parlare di sè: una moglie tradita e ottenebrata ormai dal fantasma del marito e dell’amante, al punto da farneticare pensieri sconnessi, seguendo il tenue filo dei ricordi e delle emozioni, sempre più dirompenti, sempre più ossessivi, fino all’autodistruzione della lucidità, fino alla malattia mentale senza speranza di guarigione; un musicista che, giunto all’apice del successo, vuole scrivere la sua biografia e racconta gli anni difficili dell’infanzia, il suo approccio con la musica, la sua più grande storia d’amore, la sua vita all’ombra di un grande maestro di cui teme il giudizio e alla cui approvazione affida ogni speranza di realizzazione personale; il prot

  • User Icon

    rita orti

    13/08/2001 15.07.32

    Un pessimo libro che non ha senso. Patetico. Sconcertante per me aver comprato questo libro dopo aver letto una recensione accattivante (ma non credo sentita) su un giornale. Era, inoltre, tra i libri più venduti a Natale. Non comprerò più un libro tra "i più venduti"! Vorrei sentire da Cerami perchè ha scritto questo libro e cosa voleva trasmettere!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione