Categorie

Giulio C. Giacobbe

Editore: Mondadori
Collana: Ingrandimenti
Anno edizione: 2009
Pagine: 140 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788804567295

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dj

    19/07/2011 23.14.37

    Niente di nuovo all'orizzonte. L'autore continua a ripetere incessantemente la sua teoria bambino/adulto/genitore senza alcun cambio di sostanza, presentandola ogni volta sotto una luce leggermente differente in modo da confezionare un nuovo libro e attirare quindi una categoria di lettori piuttosto che un'altra. L'idea e la teoria sono anche buone, tuttavia il continuo incessante ripetersi alla lunga le priva di ogni autentico spunto interessante. Stringi stringi, dopo 'Alla ricerca delle coccole perdute' è sempre la solita minestra...

  • User Icon

    cesare

    09/02/2010 10.23.20

    Giulio Cesare Giacobbe al suo "meglio", ovvero come prendere dalla PNL, saccheggiare Nardone, interlineare con le solite banalità buddiste (che ormai giustamente non fanno più "guru" come un tempo) ed infarcire il tutto con qualche battuta stupida o volgare che tra l'altro lascia del tutto indifferente... ed eccoci un libro di Giacobbe. Niente di più o di diverso. Solo che Nardone è un grande, la PNL è la più efficace neuroscienza degli ultimi 30 anni, il buddismo... vabbè, il buddismo è solo una montatura chic e quindi non conta... Giacobbe (come autore naturalmente) invece è solo un frullatore malfunzionante che mette insieme il tutto facendone uscire un pasticcio noioso e ripetitivo.

  • User Icon

    stefano

    07/02/2010 00.28.20

    Non avevo mai letto un libro di Giacobbe,questo mi è stato regalato ed è stata una piacevole sorpresa,niente di straordinario,ma carino e curioso…

  • User Icon

    federica

    19/12/2009 00.15.52

    Ho letto i primi libri di Giulio Cesare Giacobbe con piacere perché li ho trovati spassosi e allo stesso tempo interessanti. Questo, però, mi ha proprio deluso: è una scatola vuota. L'autore ripete i concetti dei libri precedenti, in modo stanco e sciatto. Anche le sue battute non mi fanno ridere più: hanno perso freschezza e autenticità. Chissà, forse è ora di cambiare formula...Una cosa è certa, almeno per me: sedici euro per un libro di Giacobbe io non li spendo più!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione