Artisti: Tax the Heat
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Nuclear Blast
Data di pubblicazione: 8 aprile 2016
  • EAN: 0727361362911
Disponibile anche in altri formati:

€ 20,40

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Nell’ album di debutto dei Tax The Heat, “Fed To The Lions”, il suono delle grandi band degli anni ‘60 – The Kinks, The Beatles, the Stones, the Yardbirds, The Who – si combina con quello di artisti contemporanei quali Jack White, Queens Of The Stone Age e The Black Keys. Come conferma il cantante e chitarrista Alex Veale: “Amiamo l’energia delle band degli anni ‘60, l’ abbiamo portata ad un livello diverso unendo vecchio e nuovo e creando qualcosa di originale ma ugualmente energico”. “Fed To The Lions” è stato prodotto e mixato da Evansson (Siouxsie Sioux, Goldfrapp, Robert Plant nell’album del 2005 “Mighty ReArranger”). “Evansson è la persona perfetta per noi”, ha commentato Veale. “Il suo approccio alla musica è strano e stravagante e si adatta al meglio a ciò che siamo”.
Nel 2012 a Bristol Veale e Taylor formano i Tax The Heat con il bassista Antonio Angotti e il chitarrista JP Jacyshyn. L’amicizia tra Veale e Taylor risale ai tempi della scuola. Un incontro casuale nel 2012 ha dato loro l’occasione di lavorare insieme come duo, prima dell’arrivo di Angotti e Jacyshyn. “Amavamo l’idea di queste grandi blues-rock band che negli anni ‘60 suonavano in questi piccoli e sudati club”, ricorda Veale. “Questo pensiero è stato alla base delle canzoni che stavamo scrivendo. Ma volevamo più riff ed essere più rochi e, in un certo senso, più punk”. I Tax The Heat si sono esibiti la prima volta nel gennaio 2013. Alla fine dello stesso anno la band ha registrato da sola il primo demo attirando l’attenzione di Chris Goss, leader della leggendaria rock band Masters Of Reality e produttore di Kyuss, Queens Of The Stone Age e The Cult. Il primo EP dei Tax The Heat è stato pubblicato nel novembre 2013, in edizione limitata vinile 10”. Da quel momento in poi la musica della band ha conquistato l’airplay di Kerrang! Radio, Planet Rock e BBC Introducing. Inoltre, i Tax The Heat hanno iniziato a costruirsi una solida reputazione come band live, con tour insieme a Thunder, Reef, Black Star Riders (ex-Thin Lizzy), The Graveltones, The Virginmarys e The Cadillac Three. Nel 2014 hanno partecipato ad importanti festival come il Download e il Calling. Nel dicembre 2015 hanno realizzato il loro primo tour da headliner in UK. “Rhythm-and-blues rock’n’roll: queste le nostre radici” conclude Veale. “Quando ascolti l’album però trovi molto di più. C’è molta profondità in queste canzoni, molta melodia e molti contenuti. Qualcosa della old school che non dimentichiamo mai. Suona esattamente come tutte le grandi band del passato che amiamo”.

Disco 1
  • 1 Highway Home
  • 2 Animals
  • 3 Under Watchful Eye
  • 4 Fed To The Lions
  • 5 Hit Me Hard
  • 6 Stood On The Platform To Leave
  • 7 Some Sympathy
  • 8 Devil’s Daughter
  • 9 Learn To Drown (You’re Wrong)
  • 10 Caroline
  • 11 Your Fool
  • 12 Lost Our Way