Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La felicità domestica - Lev Tolstoj - copertina

La felicità domestica

Lev Tolstoj

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Clemente Rebora
Editore: Fazi
Collana: Le strade
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 18 gennaio 2018
Pagine: 143 p., Brossura
  • EAN: 9788893253246
Salvato in 131 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La felicità domestica

Lev Tolstoj

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La felicità domestica

Lev Tolstoj

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La felicità domestica

Lev Tolstoj

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con grande finezza e attraverso uno sguardo molto moderno, il romanzo racconta le incomprensioni, le incrinature sempre più profonde nei rapporti coniugali e il loro sfociare nel distacco e nell’indifferenza reciproca.

«A me sembrava che noi due insieme saremmo stati infinitamente e tranquillamente felici. E non che avessi di mira viaggi all’estero, la società, il viver brillante; ma anzi, un ben altro genere di vita, pacifico, tutto famiglia, tutto campagna, in perpetua dedizione di sé, in perpetuo vicendevole amore e in perpetua consapevolezza di una benigna e soccorrevole Provvidenza».

Rimasta orfana a diciassette anni, Mascia vive con Sonia, la sorella minore, e Katia, la governante. L’inverno è lungo e cupo, nella campagna russa: le finestre gelate, le stanze vuote, le persone silenziose. Finché a portare un po’ di luce arriva lui, Serghièi Mikhàilovic, un vecchio amico di famiglia: aveva lasciato una bambina e ritrova una giovane donna avvenente. Dopo un corteggiamento fatto di bisbigli, mezze confessioni e impacciati camuffamenti, Mascia e Serghièi si sposano, lei più che mai convinta che i vent’anni di differenza non intaccheranno il loro amore, lui, dall’alto della sua età, ben più dubbioso eppure disposto a illudersi. Ma come l’innamoramento, anche la consunzione del rapporto è una cronaca annunciata. Ben presto la ragazza scoprirà che la vita coniugale e i propri sentimenti nei confronti del marito sono molto più complessi di quanto immaginasse e hanno poco a che fare con le nozioni di vita matrimoniale che aveva appreso da bambina. Con grande finezza e attraverso uno sguardo molto moderno, il romanzo racconta le incomprensioni, le incrinature sempre più profonde nei rapporti coniugali e il loro sfociare nel distacco e nell’indifferenza reciproca. Scritto nel 1859 da un Tolstoj trentaduenne che in queste pagine adotta per la prima volta il punto di vista della donna, La felicità domestica segna una tappa importante per la nascita della consapevolezza femminile in Europa. Nella traduzione magistrale di Clemente Rebora, un imperdibile romanzo di Tolstoj su quella felicità familiare che l’autore non smise mai di cercare per sé.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,42
di 5
Totale 12
5
1
4
4
3
6
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    silvia

    20/03/2021 15:49:31

    Romanzo breve scritto da un Tolstoj trentenne (non ancora sposato) prima di aver elaborato i suoi capolavori e di avere messo a fuoco quelli che erano per lui i veri valori della vita. Eppure il racconto delle dinamiche psicologiche che governano il rapporto di coppia sono lucidissime, anche spietate, mai banali, ed educative, quasi come una seduta psicanalitica. Grandioso Tolstoj, sempre!

  • User Icon

    lucar

    25/12/2020 21:16:56

    Dispiace commentare così un romanzo di Tolstoj, ma ho trovato questa narrazione assolutamente dimenticabile, trita e ritrita, per nulla originale e convincente.

  • User Icon

    Sara

    23/10/2020 05:39:26

    Racconto molto carino! Provare gli stessi sentimenti, non è sinonimo di condividerli, perché non si può pretendere che l'altra persona ami o senta allo stesso modo tuo, e la consapevolezza è spesso un percorso doloroso. Questo è il primo caso di narrazione femminile in prima persona nella letteratura russa, rovinata in questo caso da una pessima pessima pessima traduzione del libro acquistato (ed. Fazi) per non parlare della traslitterazione dei nomi russi, brividi veri! Se volete leggerlo, scegliete un'altra edizione/ traduzione.

  • User Icon

    Teresa

    16/05/2020 14:31:44

    Il romanzo in sè mi è piaciuto, ma la traduzione di Clemente Rebora, poeta egli stesso, secondo me è troppo lirica: per quanto bella, si sovrappone eccessivamente alla narrazione originale.

  • User Icon

    lucio

    14/05/2020 21:39:04

    Il naturale ciclo di un amore (in questo caso di un matrimonio) qualunque. Mi è piaciuto tanto, l'ho trovato molto attuale e di conseguenza molto avanti. Le epoche passano ma i percorsi amorosi sembrano essere sempre gli stessi. Bellissima la descrizione della prima fase dell'innamoramento, profonda e romantica, e altrettanto meravigliosa quella della parte finale sulla consapevolezza. Come primo Tolstoj è stata una piacevolissima esperienza.

  • User Icon

    Marco

    12/05/2020 19:19:01

    Il libro, uno dei più belli e meglio sviluppati tra i romanzi brevi scritti da Tolstoj, ci porta all’interno di una famiglia che, dopo il matrimonio, si ritrova a vivere in campagna, nella quiete e nella pace che essa porta. Dopo i primi tempi però tutto cambia, arriva il viscerale bisogno, per la protagonista, di vita modana, che porta depravazione e tradimento. Quello che si prospetta inizialmente come un amore felice, idillico, puro e innocente, diventa ben presto un rapporto freddo e quasi sterile tra i due, che non possono più essere come prima. Una trama che placidamente si sviluppa ed è accompagnata da profonde riflessioni sulla vita, sulla campagna e sul contrasto tra la sua purezza e la corruzione della città. Da leggere.

  • User Icon

    Eleonora

    11/05/2020 13:23:29

    Cercando tra le opere "minori" di Tolstoj mi sono imbattuta in questo breve romanzo e l'ho letto tutto d'un fiato in una piovosa domenica pomeriggio. Parla dell'amore e delle varie trasformazioni che questo subisce durante la vita di una coppia. Seppur non ai livelli delle opere più famose di Tolstoj, è un classico che vale assolutamente la pena leggere.

  • User Icon

    Sara

    30/04/2020 14:08:01

    Questo libro l'ho apprezzato da un lato, ma mi ha lasciato molte perplessità sul finale e le sue conclusioni. Andando agli aspetti positivi, la voce della protagonista l'ho sentita sincera e realistica. La prima parte, con quella fase adolescenziale di apatia seguita poi dalla confusione, il successivo innamoramento, i dubbi di Serghiei, la sicurezza di Mascia e il suo vedere le cose solo tramite il filtro dell'amore sono davvero stati descritti in modo appassionato e approfondito. Come anche le conseguenze in una coppia della mancanza di dialogo sincero e di non parità fra i partner, conseguenze, e so di stare per scrivere un’affermazione forte, non pienamente comprese nemmeno dallo stesso autore e sfociate in un sentimento che impropriamente viene chiamato "amore". Non so se il titolo sia ironico o meno, dalla postfazione sembrerebbe che proprio questa rigida divisione di ruoli, con la donna angelo del focolare e l'uomo dedito alla terra e al benessere della famiglia e dei contadini, senza eccessivi trasporti sentimentali, sia proprio l'ideale di famiglia che nei suoi trent'anni Tolstoj definiva "felice". Piccola nota sull'edizione: la traduzione di Rebora penso abbia contribuito a caricare di eccessivo lirismo il testo e sono curiosa di leggere questo romanzo con una traduzione più moderna.

  • User Icon

    Sara

    31/03/2020 20:16:26

    Questo libro l'ho apprezzato da un lato, ma mi ha lasciato molte perplessità sul finale e le sue conclusioni. Andando agli aspetti positivi, la voce della protagonista l'ho sentita sincera e realistica. La prima parte, con quella fase adolescenziale di apatia seguita poi dalla confusione, il successivo innamoramento, i dubbi di Serghiei, la sicurezza di Mascia e il suo vedere le cose solo tramite il filtro dell'amore sono davvero stati descritti in modo appassionato e approfondito. Come anche le conseguenze in una coppia della mancanza di dialogo sincero e di non parità fra i partner, conseguenze, e so di stare per scrivere un’affermazione forte, non pienamente comprese nemmeno dallo stesso autore e sfociate in un sentimento che impropriamente viene chiamato "amore". Non so se il titolo sia ironico o meno, dalla postfazione sembrerebbe che proprio questa rigida divisione di ruoli, con la donna angelo del focolare e l'uomo dedito alla terra e al benessere della famiglia e dei contadini, senza eccessivi trasporti sentimentali, sia proprio l'ideale di famiglia che nei suoi trent'anni Tolstoj definiva "felice". Piccola nota sull'edizione: la traduzione di Rebora penso ha contribuito a caricare di eccessivo lirismo il testo e sono curiosa di leggere questo romanzo con una traduzione più moderna.

  • User Icon

    Antonella

    29/11/2019 13:25:27

    Questo romanzo breve può ritenersi certamente quel germoglio da cui, anni dopo, nella mente di Tolstoj avrebbe preso vita Anna Karenina, stereotipo della donna insoddisfatta del proprio matrimonio e che cerca disperatamente quell’amore totale ma sfuggente oltre le convenzioni. In queste pagine troviamo una scrittura antica e potente. La traduzione di Clemente Rebora è sicuramente alta, poetica ma al lettore moderno può sembrare a tratti pesante, datata e la lettura di queste 143 pagine diventa meno veloce di quanto ci si aspetta.

  • User Icon

    Alina

    20/09/2018 10:27:29

    Tolstoj ci mostra un quadro famigliare e attraverso il punto di vista femminile, della protagonista,Masha, ci parla dell'amore in tutte le sue fasi: iniziando con una visione idealizzata e perfetta dell'amore, passando all'amore durante il primo periodo della vita coniugale, per finire con il disinnamoramento e la disillusione. Il libro si divide in due parti: nella prima si parla dell'amore idealizzato di Masha che ha solo 17 anni, mentre nella seconda parte si parla del declino dell'amore tra Masha ed il marito. A separare i due coniugi è l'età, Masha è giovanissima e piena di vita, di desideri, di aspettative e di voglia di fare, mentre il marito ha 36 anni ed è un uomo affermato, razionale e legato al lavoro e al senso del dovere. Oltre all'età li dividono anche gli interessi e gli stili di vita, completamente opposti: lei amante della vita mondana pietroburghese fatta di balli, banchetti e viaggi all'estero, lui dedito ad una vita tranquilla in campagna e al lavoro, avendo già passato gli anni giovanili. Il loro amore e la loro sintonia si consumano e diventano quasi due estranei che si arrendono al dovere di una vita coniugale fatta di figli e di ore del the, di piattezza e ripetitività. Le aspettative della giovane Masha giorno dopo giorno si disintegrano. Ho amato la storia e lo sviluppo del punto di vista femminile da parte di Tolstoj, mentre non ho apprezzato la traduzione, di Clemente Rebora, che rendeva la lettura difficile e poco scorrevole.

  • User Icon

    Azzurra

    18/01/2018 06:34:18

    Sembra davvero incredibile che “La felicità domestica” sia stato scritto nel 1859 perché è un romanzo che guarda con occhio lucido e assolutamente moderno ai rapporti di coppia, alle dinamiche che si instaurano all’inizio di una relazione, a come i sentimenti nel corso degli anni si modifichino così tanto che sembra quasi impossibile chiamarli con lo stesso nome. Tolstoj usa il punto di vista della giovanissima Mascia per raccontare il suo approccio all’amore, ma soprattutto alla vita. Mascia rivede Serghièi dopo diversi anni e la sua presenza la tira fuori dall’inedia in cui si era racchiusa diventando orfana. Può Mascia definire “amore” quello che prova per quell’uomo, vent’anni più grande di lei? Lui perde la testa per quella giovane donna così bella ma quando lei stessa gli chiede: “Per cosa allora mi amate? Per la giovinezza o per me stessa?”, lui risponde: “Non so, ma amo”. Può Serghièi definire il suo sentimento, “amore”? Forse mai prima d’ora, mi erano sembrati così labili i confini di un sentimento e così poco chiare le parole che siamo soliti usare per descriverli. Eppure Mascia non smette mai di interrogarsi sulle sue emozioni, portando con sé il lettore.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Lev Tolstoj Cover

    Nato in una famiglia di antica nobiltà, rimasto orfano della madre a due anni e del padre a nove, fu allevato da alcune zie molto religiose; trascorse l’infanzia e l’adolescenza tra Mosca, la grande tenuta familiare di Jasnaja Poljana e Kazan’, dove nel 1844 si iscrisse all’università, frequentando prima la facoltà di studi orientali, poi quella di giurisprudenza, che concluse nel 1850. In questi anni, disordinati e tempestosi ma anche nutriti da intense letture (J.-J. Rousseau, A. Puskin, N. Gogol’, L. Sterne), cominciò a tenere un diario, che continuò poi per quasi tutta la vita. Nel 1851-53 partecipò alla guerra contro il Caucaso, prima come volontario, poi come ufficiale di artiglieria. Il suo debutto letterario (Infanzia,... Approfondisci
Note legali