Fenomenologia dell'estremo. Heidegger, Rilke, Cézanne - Tommaso Ariemma - copertina
Salvato in 7 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Fenomenologia dell'estremo. Heidegger, Rilke, Cézanne
9,00 €
LIBRO USATO
Venditore: Folignolibri
9,00 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Folignolibri
9,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
ibs
12,35 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,35 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Folignolibri
9,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Fenomenologia dell'estremo. Heidegger, Rilke, Cézanne - Tommaso Ariemma - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


In un serrato confronto critico con l'opera di Heidegger, ma sottoponendo nello stesso tempo a una lettura decostruttiva anche le filosofie di Husserl e Bergson, il presente lavoro marca l'impossibilità della ricerca di un Senso assoluto in cui le singolarità restano ciò che lo deborda, ciò che vi resiste. Nell'arte, in particolare analizzando l'opera di Rilke, Rodin, Cézanne e il loro singolare intreccio, ciò che sembra l'intangibile elemento dell'esistenza diviene cosa singolare, che, lungi dall'essere ridotta a mero fatto estetico, afferra la nostra singolarità e prospetta un'etica della dedizione e della restituzione.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2005
1 maggio 2005
132 p., Brossura
9788884833907

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Enrico
Recensioni: 5/5

Un'ottima critica alla filosofia di Heidegger e alla sua concezione dell'arte. Ma il testo offre soprattutto una decostruzione della filosofia occidentale (Platone, Hegel, Husserl, Bergson) come pure un nuovo modo di pensare l'arte attraverso l'orizzonte dell'estremo, che l'autore definisce "la nudità dell'essere", il principio del contatto e del contagio. Viene esposta un'originale lettura di Rilke, in particolare delle Elegie Duinesi, e di Cézanne, definito "pittore del contatto". Il testo di Ariemma è decisamente innovativo dal punto di vista della creazione dei concetti ed è decisamente distante dalla sterile filologia filosofica. Un testo che mancava, da anni.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore