La figlia del boia. Vol. 1

Oliver Pötzsch

Traduttore: A. Petrelli
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 14 giugno 2012
Pagine: 432 p., Brossura
  • EAN: 9788854505735
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Baviera, 1659. Sulla riva di un fiume nei pressi della cittadina di Schongau viene trovato agonizzante il figlio undicenne del barconiere Grimmer. Il tempo di adagiarlo con cura a terra, di esaminargli il profondo taglio che gli squarcia la gola, di scoprire sotto la sua scapola destra uno strano segno impresso con inchiostro viola che il bambino muore. Qualche tempo dopo i bottegai Kratz si imbattono, nel loro piccolo Anton, il figlio adottivo, immerso in un lago di sangue, la gola recisa con un taglio netto. Sotto una scapola del bambino viene trovato il medesimo segno del figlio del barconiere: il cerchio di Venere, il simbolo delle streghe. Peter Grimmer e Anton Kratz si conoscevano. Insieme con la piccola Maria Schreevogl e altri due bambini costituivano uno sparuto gruppo di orfani che era solito frequentare Martha Stechlin, la levatrice di Schongau che vive proprio accanto ai Grimmer. Il destino di Martha Stechlin sembra così segnato. Messa nelle mani del boia di Schongau perché le sia estorta formale confessione, attende di essere spedita al rogo. Jakob Kuisl, il boia di Schongau non crede però alla colpevolezza della levatrice. E con lui non credono che la dolce Martha sia una strega anche sua figlia Magdalena e Simon Fronwieser, il figlio del medico cittadino. I tre indagano per cercare di ribaltare una sentenza che sospettano sia stata scritta solo per convenienza politica e, soprattutto, per nascondere una verità inconfessabile.

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    valerioboing

    31/03/2014 17:02:59

    Ho letto questo libro, grazie alle entusiastiche recensioni dei lettori di IBS. Il romanzo è scritto bene, però non condivido le recensioni ultra positive degli altri utenti, in quanto, la trama mi è sembrata scontata.

  • User Icon

    vania

    07/02/2014 09:15:05

    lo sto leggendo e quindi non sono ancora arrivata alla fine,ma posso gia' dire che definirlo un capolavoro e' quanto meno azzardato.-evidentemente chi mi precede nei commenti non ha mai letto un capolavoro- sembra un brutto romanzo di ken follet, noioso, confuso,storicamente inadeguato, molto 'inventato- ho notato comunque in generale che il sostantivo ' capolavoro' e' spesso abusato nelle recensioni perché i capolavori sono rari, questo non lo e' di certo, anzi, e' un libro noioso fino alla morte

  • User Icon

    Isa

    18/12/2013 10:12:31

    In un'epoca di supestizioni e follie collettive, l'autore e' riuscito a rendere non spregevole la figura del boia! Consigliatissimo! I

  • User Icon

    Pupottina

    18/11/2013 13:07:24

    è un romanzo storico, approfondito nelle ricostruzioni del panorama sociale e culturale, avvincente e avventuroso nella narrazione, che tiene viva l'attenzione del lettore e non manca di stupirlo con numerosi colpi di scena. Mentre infuria la caccia alle streghe, il boia, più illuminato della Baviera, indaga per salvare una levatrice, pestando i piedi al potere politico che la vuole colpevole e morta subito.

  • User Icon

    gianpaolo v.

    30/08/2013 12:17:36

    Un bel libro che riporta al passato, scritto molto bene Consigliato

  • User Icon

    francesco

    09/06/2013 10:08:15

    Una bellissima storia: un boia con un'anima che lotta contro le bieche superstizioni medievali.. Ottima la ricostruzione storica. L'unica pecca è un po' il finale. In ogni caso un libro che fa trascorrere momenti molto piacevoli al lettore Consigliato

  • User Icon

    Frank 56

    13/02/2013 18:06:18

    Un libro molto valido sotto tutti i punti di vista. Narrazione della storia avvincente che lascia senza respiro. Lo consiglio vivamente

  • User Icon

    Federica

    08/02/2013 23:41:19

    Un bel libro, scritto bene e altrettanto ben tradotto.

  • User Icon

    reader

    11/01/2013 08:03:22

    Un romanzo ottimamente narrato e tradotto. Trama avvincente, interessante e ottimamente documentata, il tutto in un contesto storico ricostruito in modo superbo.

  • User Icon

    Yaris

    02/01/2013 17:13:29

    Un bellissimo libro, scrittura semplice che si legge tutto d'un fiato. La storia è davvero appassionante, anche se l'avevo intuito subito chi fosse, il mandante degli omicidi... Un romanzo però magnficamente documentato, un vero e proprio manifesto dell'epoca, che ricorda per certi versi un altro bellissimo romanzo, il Maleficus di Emma Locatelli: la storia di come la superstizione e le falsità abbiano condannato a torture e morte migliaia di persone in tutte le epoche è scioccante e istruttiva insieme, per noi e per chi verrà dopo di noi. In sostanza è una storia che fa riflettere, su chi siamo e chi condanniamo, sulla nostra concezione di giusto e sbagliato, su come ci poniamo molto spesso al di sopra degli altri per giudicarli, deriderli, offenderli e usar loro violenza, sia pure psicologica. Sulle conseguenze della cattiveria umana su altri esseri umani, e non solo nel seicento... Il tutto impreziosito dall'interessante punto di vista di un boia con remore morali che gioca la parte del supereroe ante litteram. Molto curioso e decisamente ben riuscito!

  • User Icon

    Lorso57

    04/11/2012 19:19:39

    Romanzone d'altri tempi, un feuilleton ante litteram, ben scritto, che si legge con voracita'. L'autore e' abile a miscelare la trama, ricca di colpi di scena e di situazioni drammatiche, con interessanti cenni storici che ci danno un'idea di come andava il mondo nella Baviera del diciassettesimo secolo: il rapporto con la vita umana, con il potere, la condizione della donna, la professione del medico e cosi' via. Anche il protagonista positivo di questa storia, il boia, rappresenta una novita' rispetto ad altri testi di questo genere. Libro appassionante e godibilissimo che si legge d'un fiato.

  • User Icon

    Daniela

    05/10/2012 12:16:40

    Molto bello! Avvincente la trama,impeccabile la ricostruzione storica e ambientale,originale la figura del boia colto ed umano,un po' meno quella dei due giovani innamorati. Comunque un libro davvero piacevole e ben scritto,uno di quelli che rende la lettura il mezzo migliore per impiegare il tempo. Spero che il seguito venga pubblicato in Italia al più presto

  • User Icon

    Leonardo

    23/09/2012 23:10:55

    Semplicemente bellissimo!!!!!!!! Avvincente!!! Colpisce l'ignoranza dell'epoca,non solo sull'assurdità della caccia alle streghe,ma anche sulla medicina,il corpo umano era ancora molto poco conosciuto. Bella trama. Consigliato agli amanti del romanzo storico.

  • User Icon

    Barbara

    17/09/2012 14:18:38

    Ottimo libro, credibile, documentato che una volta di più fa capire come ignoranza e superstizione sono i veri mali dell'umanità. I personaggi sono credibili e approfonditi, l'azione c'è e anche il gusto del dettaglio storico. Davvero interessante e godibile. E' stato il mio libro dell'estate (di 3 letti il migliore!), l'ho letto lentamente perchè non finisse troppo in fretta!!!

  • User Icon

    Gianluca

    07/09/2012 07:14:46

    Buon romanzo storico ambientato in un periodo che grazie alle numerose notazioni extra trama principale viene fatto rivivere con grande forza. L'intreccio c'è, i personaggi pure...forse manca qualche colpo di scena alla fine dove tutto scorre abbastanza liscio che comunque per un thriller è un mezzo difetto...ma in definitiva lettura piacevole che consiglio soprattutto per chi interessato ad un periodo particolarmente oscuro della storia europea.

  • User Icon

    Nauthiz7

    03/09/2012 12:14:44

    Questo romanzo mi ha fatto perdere il sonno. Da parecchio tempo non mi capitava di far notte tarda divorando pagine, incapace di smettere. Atmosfere palpabili e personaggi credibili ed empatici. Ottimo stile al servizio della storia: fluido e che non oscura mai l'intreccio con fastidiosi orpelli narrativi. Il valore aggiunto di questo romanzo è la conoscenza. Fa luce su una figura attorno alla quale gravitano stereotipi riduttivi e credenze screditanti e su una parte di storia trascurata: si studiano i grandi eventi che hanno cambiato il mondo, ma della vita quotidiana di chi ci ha preceduto si sa poco. Fa affiorare verità storiche spesso ignorate, che condiscono le vicende romanzate con il gusto dell'apprendere. Rilevanti i riferimenti all'Inquisizione e all'orrore che portò anche in quelle terre; apre una finestra su un passato efferato del quale le stesse vittime sono colpevoli: miserabili nella sostanza e nello spirito, che come belve impaurite si azzannano l'un l'altra invece di proteggere il branco. È una crudeltà che ancora non ci siamo lasciati alle spalle e che, ieri come ora, è drammatica e attuale. Da non perdere.

  • User Icon

    marcostraz

    25/07/2012 18:22:05

    Direi un onesto romanzo storico, non un capolavoro ma neanche male...scrittura buona, ritmo che ogni tanto cade, qualche lungaggine di troppo, ma tutto sommato un libro accettabile, su un team non comune, anche se rischia di scivolare un pò nei buoni sentimenti e nell'acqua di rose...passabile...

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione