Figlia del sangue. Leggende del mondo emerso. Vol. 2

Licia Troisi

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 296 p., Brossura
  • EAN: 9788804605898

Età di lettura: Young Adult

Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,13

€ 9,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    30/10/2017 21:23:12

    Il libro di per sé non è un gran che. L’ho trovato piuttosto pesante, soprattutto la prima parte. Un vero peccato visto che la storia aveva diversi spunti per essere molto più interessante. Innanzi tutto il ribaltamento della classica rappresentazione degli elfi, creature nobili e giuste in quasi tutte le opere fantasy, qui diventano un popolo spietato e guerrafondaio. Da appassionato di libri quali sono non ho potuto non apprezzare l’immagine di un’antichissima e titanica biblioteca, dalla struttura molto simile all’inferno dantesco. Anche se mi pare strano che in tanti secoli gli umani non l’abbiano mai scoperta. Dei personaggi nessuno mi ha colpito particolarmente. L’unica ha farlo, in senso negativo, è stata Amina. Il suo regno e la sua famiglia sono in pericolo, colpita da un’epidemia e da un’invasione. E lei che fa? Scappa! La solita storia della principessa che rifiuta il suo destino, un tema trito e ritrito. Al di là della principessa ribelle, forse mi sbaglio ma... Non sembra che in un modo o in un altro, di fatto, la famiglia di Learco governi il Mondo Emerso. Sono loro a prendere tutte le decisioni, e non solo sulla Terra del Sole. Il che è il motivo per cui riescono a resistere agli elfi e al morbo. Se ci fosse stato un consiglio come in passato sarebbe stato un disastro. In un certo senso si può dire che Dohor abbia vinto: la sua discendenza ha potere su tutto il Mondo Emerso. Mentre Aster, da giovane, aveva ragione: occorre un solo capo per poter governare efficacemente. Un problema di fondo di tutta questa storia è: come hanno fatto degli esseri umani a creare la Sheireen? Non è forse una paladina scelta dal dio Shevrar per contrastare i Marvash? Se è sempre la stessa singola creatura, in quanto portatrice della volontà di Shevrar, allora ci avrebbe pensato il dio a crearla, senza violare tombe. Mentre se è una semplice creazione umana, riuscita con l’adeguato utilizzo di incantesimi e pozioni, teoricamente, sarebbe possibile crearne altre. No?

Scrivi una recensione