Categorie
Traduttore: A. L. Zazo
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2012
Pagine: 353 p., Rilegato
  • EAN: 9788804614777
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bea

    23/03/2014 23.50.14

    Tema estremamente affascinante, trama abbastanza noiosa. Il libro in sé risulta scorrevole e coinvolge il lettore nell'interessante e lontano mondo zarista. Ma a parte l'attrazione verso una famiglia e un impero oramai scomparsi, l'opera rimane troppo fantasiosa e troppo poco curata a mio dire. Preferisco romanzi storici che si nutrono di fatti più utentici rispetto alla spropositata invenzione. È vero che un romanzo è fondamentalmente opera di invenzione ma c'è anche da sottolineare che trattandosi di un romanzo storico bisognerebbe rendere l'intreccio il più veritiero possibile. Ci sono poi temi o fatti che potrebbero benissimo non esser affrontati e che risultano abbastanza inutili. E direi anche che manca un'immersione nella profondità di una vicenda storica così importante..manca il vero sentimento, il dolore. In sostanza: lettura leggera, romantica e nostalgica, alla lunga poco coinvolgente. Ma ciò che lascia è senza dubbio una buona voglia di approfodire il tema Romanov!!! Un giudizio incerto, altalenante e contrasto.

  • User Icon

    Alessandro

    26/04/2013 16.29.17

    Uno dei libri più belli che abbia mai letto. Nonostante sia buona parte del romanzo sia inventata,lo consiglio vivamente per le sue descrizioni accurate e per la trama avvincente...

  • User Icon

    Nicole

    19/02/2013 20.10.21

    Ammetto di non essere ferratissima sulla storia dei Romanov....o perlomeno so quello che sanno più o meno tutti.Quindi anche se nel romanzo ci sono state incongruenze storiche l ho comunque letto con piacere.Si tratta di un romanzo di fantasia(l autrice precisa più di una volta che ha inventato gran parte della storia e che ha omesso personaggi storici importanti sostituendoli con altri mai esistiti)non ha la pretesa di essere un libro di storia,per cui nel suo genere è davvero una buona lettura.

  • User Icon

    Alessandra

    11/06/2012 21.39.41

    è un bellissimo libro anche se non rispecchia perfettamente la storia forse l'autrice voleva che ci concentrassimo di più sui i valori del libro che sulla storia in se stessa

  • User Icon

    Pia

    13/03/2012 10.00.48

    Va bene che l'autrice dichiara che l'opera è di fantasia, ma qualunque opera di fantasia, se inserita in un contesto storico preciso, deve tenere conto di quel che è successo, e succedeva, nella realtà. Che una figlia dell'Imperatore di tutte le Russie, e soprattuttto una figlia della rigorosisissima Alexandra, potesse andarsene in giro frequentando luoghi e ambienti che mai le sarebbe stato consentito di frequentare, è una cosa così risibile da sfiorare la pateticità. Il guaio di libri di tal fatta consiste nella circostanza che coloro che li leggono, convinti, a buon diritto,di leggere qualcosa che non si discosti troppo dalla realtà storica, se non hanno un bagaglio di conoscenze e di serie letture pegresse, tendono a dar loro credito. E questo è un peccato. La Erickson non è male, assolutamente, come biografa, ma deve stare lontano dalla storia "romanzata" perché è davvero capace di stravolgerla. Inoltre nel testo mancano figure fondamentali, per l'epoca, che hanno, in più di un modo, influito fortissimamente sulla vita dei protagonisti. No, direi proprio che è un libro da evitare: irritante, nella migliore delle ipotesi.

  • User Icon

    rory

    24/01/2012 10.13.36

    Che delusione.Conoscevo la Erikson come un'ottima biografa e saggista: ma come autrice di un romanzo non ci siamo proprio. E' brutto e inutile. La Erikson riprende tutti i cascami della cronaca sui Romanov in maniera piatta e scontata. Non mancano gli errori: non è presente Anna Vyrubova, intima amica della zarina che condivideva la vita dell'imperatrice e delle figlie: e queste ultime vanno un po' troppo in giro, occupandosi di ospedali e amoreggiando quando invece le quattro granduchesse erano sorvegliatissime. Lungi dall'essere lusingata dalla proposta di matrimonio dei Carol di Romania, la primogenita Olga rifiutò il fidanzamento...e molti altri particolari. E poi la storia in sè è un bel po' inverosimile anche se l'autrice ci conferma che si tratta di un'opera di fantasia. Sconsigliato.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione