Figlie della stessa anima - Brunella Canobbio - ebook

Figlie della stessa anima

Brunella Canobbio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Zerounoundici
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 820,98 KB
  • EAN: 9788893700443
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Francesca e Flò, due nomi, due vite; stessa anima perché, sebbene siano donne completamente diverse, è proprio l’anima il loro punto d’unione. Francesca, insicura, incapace di vivere la sua esistenza come desidera perché “troppo difficile per una senza palle come lei”. Debolezza che fa della sua vita un’unica, grande recita con tanto di maschera che si vede costretta a indossare ogni giorno “per assomigliare a tutti gli altri”. Flò, determinata a vivere la vita che ha sempre desiderato, conosce il vero amore con Manuel. Una vita di coppia piena e invidiabile, che è messa a dura prova quando scopre di essere incinta. “Una domanda inaspettata mi bloccò: a trentanove anni lo volevo ancora un figlio?”.
Un romanzo dalle tematiche di forte impatto sociale, che rende evidente la forza di volontà delle protagoniste e più in generale di tutte quelle donne che vogliono essere accettate per quelle che sono. Senza maschere, senza stereotipi. Essendo solo se stesse.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Mario Rossi

    21/05/2017 16:04:45

    Francesca soffre fin da bambina per la più o meno reale sensazione di non sentirsi accettata in famiglia. Ciò fa di lei una bambina introversa e timida, successivamente un’adolescente insicura. Nei primi anni della sua giovinezza scivola senza avvedersene nell’insidiosa trappola della farmacodipendenza, divenendone in breve tempo del tutto succube. Come spesso accade alle persone fragili, ella tende a isolarsi dagli altri - acuendo in tal modo il proprio malessere - e al tempo stesso ad aggrapparsi morbosamente a pochi, ingannevoli affetti, il che la porta a degradare ulteriormente se stessa. Una volta crollata ogni sua illusione riguardo alla propria vita sentimentale, e sempre più in difficoltà sul lavoro a causa della propria dipendenza, Francesca ha un definitivo crollo psicologico, giungendo a mettere in atto un suicidio - reale o simulato, ciò non è ben chiaro - che se non altro ha il positivo effetto di rivelare agli occhi del prossimo la profonda sofferenza del suo animo. La protagonista ha la fortuna di venir curata e seguita in modo efficace dalle strutture sanitarie, riuscendo così ad affrontare il problema della farmacodipendenza e successivamente, una volta tornata in sé, a ricostruire se stessa come persona. Decide così di abbandonare l’insegnamento per dedicarsi alla traduzione di opere letterarie per conto di una casa editrice e di rifarsi una nuova vita…

| Vedi di più >
Note legali