Il figlio della luna

Giuseppe F. Aliano

Editore: Phasar Edizioni
Anno edizione: 2009
Pagine: 352 p., Brossura
  • EAN: 9788863580464
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sossio

    26/04/2011 21:52:41

    "Lucien è un licantropo, un lycan, come li chiamano gli uomini comuni. [...] Riceve a Brim, il villaggio in cui vive, la visita di due viandanti: il primo è un giovane oldariano di nome Alek [...]; il secondo è un elfo di Aithell, figlio della regina del Nuovo Mondo, Cridellin. Costoro lo salvano dalle grinfie di Sasul, un demone-ombra inviato ad ucciderlo, e lo conducono a Bordertor, da Sivera, la Maga di Corte del Re di Oldvar. Ed è a Bordertor che Lucien scopre la sua vera identità: egli è [...] l'ultimo erede della stirpe di Mark il Possente, colui che imprigiono Darsyan [...] negli inferi, salvando il Vecchio Mondo e tutto il Creato. Inizia quindi per Lucien una nuova vita. Nemici di ogni sorta lo attaccano, ma Lucien ha anche molti alleati..." Questo è scritto sul libro stesso, riassumendone in poche righe la trama. Sono stato uno dei primi (se non direttamente IL primo) a leggere questo volume di Aliano, e posso affermare senza timore che ha superato di gran lunga le mie aspettive per quanto riguarda lo stile di scrittura, chiaro, semplice e lineare. Io personalmente lo definirei "cristallino", poiché, anche nelle descrizioni, lascia uno spazio immenso al lettore per lavorare di testa sua, come quasi un secondo autore; ad aiutare il lettore vi sono i colori netti del mondo in cui è ambientato: capelli biondi, neri oppure occhi azzuri o rossi. Sta a chi sfoglia le pagine vivere la storia, incontrare in prima persona i personaggi, osservarli nei minimi dettagli, imposti solo in parte dal libro... io credo che non tutti gli scrittori riescano in un'impresa simile! Nella trama, lineare e ben definita, è possibile individuare una netta contrapposizione di Bene e Male in tutto, a partire dal protagonista, Lucien, che essendo un licantropo lotta costantemente tra la sua "umanità" e la sua "bestialità", creando così una metafora dell'essere umano forte, decisiva, a impatto immediato.

Scrivi una recensione