Final Portrait. L'arte di essere amici (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Stanley Tucci
Paese: Gran Bretagna
Anno: 2017
Supporto: DVD
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 9,81 €)

Tratto dall’autobiografia di James Lord Un ritratto di Giacometti. L’affascinante ritratto di un genio e la storia di un’amicizia tra due uomini profondamente diversi, eppure uniti da un atto creativo in costante evoluzione. Il film racconta anche le difficoltà del processo artistico – a tratti esaltante, a tratti esasperante e sconcertante – chiedendosi se il talento di un grande artista sia un dono o una maledizione.

Nel 1964, durante un breve viaggio a Parigi, lo scrittore americano e appassionato d’arte James Lord incontra il suo amico Alberto Giacometti, un pittore di fama internazionale, che gli chiede di posare per lui. Le sedute, gli assicura Giacometti, dureranno solo qualche giorno. Lusingato e incuriosito, Lord accetta. Non è solo l’inizio di un’amicizia insolita e toccante, ma anche – visto attraverso gli occhi di Lord – di un viaggio illuminante nella bellezza, la frustrazione, la profondità e, a volte, il vero e proprio caos del processo artistico.

Stanley Tucci ritrae il genio dell'arte incompiuta in un film totalmente devoto alla ciclicità del processo creativo

Trama

Parigi. 1964. Alberto Giacometti è colui che decide quando è il momento del lavoro, del bere, del dubbio, della distruzione, del dubbio, dei flirt o di una risata. È un artista affermato che vende le sue opere a prezzi record e nasconde i suoi guadagni nel suo studio. Questo è solo uno degli innumerevoli motivi di discussione con la moglie Annette. L'altro è la sua amante, Caroline, a cui dedica tutta la sua attenzione. Il fratello di Alberto, Diego, anch'egli un artista, conosce fin troppo bene le idiosincrasie di Alberto. Un giorno, Giacometti chiede al critico d'arte americana e biografo James Lord di posare per lui. Ma le loro sedute, che inizialmente sarebbero dovute durare una settimana, vengono spesso interrotte da visite al bar e da lunghi giri in auto, obbligando Lord a rinviare più di una volta il suo volo di ritorno. Al suo quinto film da regista, Stanley Tucci omaggia il famoso pittore e scultore svizzero, mostrando tutti i punti di forza e di debolezza dell'artista, ma anche i suoi dubbi e la sua capacità di distruggere tutto per poi ricominciare.

  • Produzione: BiM, 2018
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 86 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1); Italiano (Dolby Digital 2.0); Inglese (Dolby digital 5.1); Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 16:9 2.35:1
  • Area 2
  • Contenuti: Trailer - Tailer Art
  • Stanley Tucci Cover

    "Attore e regista statunitense. Interprete vivace e poliedrico, abile nell'alternare film di generi diversi, ha una piccola parte in L'onore dei Prizzi (1985) di J. Huston. Brillante caratterista, trova due ottimi ruoli secondari in Occhio indiscreto (1992) di H. Franklin e Coppia d'azione (1993) di H.D. Ross. Altre piccole parti prima di esordire nella regia con Big Night (1996), amara commedia gastronomica su due fratelli italiani emigrati nel New Jersey e sul loro ristorante. Nel 1998 dirige e interpreta Gli imbroglioni, bizzarro omaggio alla storia del cinema comico, e nel 2000 realizza l'interessante Il segreto di Joe Gould. Nel 2001 è tra i protagonisti di I marciapiedi di New York di E. Burns, mentre nel 2004 interpreta S.?Kubrick nel biopic Tu chiamami Peter di S.?Hopkins ed è nel... Approfondisci
  • Geoffrey Rush Cover

    Propr. G. Roy R., attore australiano. Dopo gli studi in lettere, si trasferisce a Parigi per frequentare la celebre Scuola di teatro di J. Lecoq. Esordisce al cinema in sordina con parti di sfondo in film minori agli inizi degli anni '80, ma dopo alcune esperienze televisive arriva la grande occasione con il ruolo del protagonista del drammatico Shine (1996, Oscar) di S. Hicks. Nelle pellicole successive si dimostra valente attore versatile: è l'implacabile prefetto di polizia Javert nel letterario I miserabili (1998) di B. August, il simpatico bugiardo Philip Henslowe del romantico e rocambolesco Shakespeare in Love (1999) di J. Madden, l'eccentrico marchese De Sade nell'audace Quills, la penna dello scandalo (2001) di P. Kaufman. Nel 2004 interpreta P.?Sellers nel biopic Tu chiamami Peter... Approfondisci
Note legali