Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La fine della storia - Luis Sepúlveda - copertina

La fine della storia

Luis Sepúlveda

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Ilide Carmignani
Editore: Guanda
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 27 aprile 2020
Pagine: 199 p., Rilegato
  • EAN: 9788823508057
Salvato in 234 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La fine della storia

Luis Sepúlveda

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La fine della storia

Luis Sepúlveda

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La fine della storia

Luis Sepúlveda

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 16,15 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Il nuovo romanzo di Sepúlveda attraversa la Storia del Novecento, raccontandone grandezze e miserie, per giungere infine alle pagine drammatiche in cui Belmonte gioca la sua partita finale.

«Tre anni fa ho iniziato a scrivere un nuovo romanzo, "La fine della storia", e visto l'argomento mi serviva un personaggio con un passato simile al mio. Speravo che il potere dell'invenzione mi fornisse un personaggio del genere, ma invano. La trama esigeva Belmonte, e allora l'ho cercato» - Luis Sepùlveda

«E ora, ecco "La fine della storia", che segna un grande ritorno di Luis Sepúlveda con un romanzo che resterà tra i suoi migliori: leggendolo, si capisce che occorrevano anni per le ricerche, ma anche un delicato equilibrio nell’affrontare ricordi di un passato che non passerà mai.»Pino Cacucci, TuttoLibri de La Stampa

«Stavo andando a un appuntamento che non avevo cercato né voluto, e ci stavo andando perché non si sfugge alla propria ombra. Non importa dove stiamo andando, l'ombra di ciò che abbiamo fatto e siamo stati ci perseguita con la tenacia di una maledizione.»

Juan Belmonte, ex guerrigliero cileno che ha combattuto contro il regime di Pinochet, da anni ha deposto le armi e vive tranquillo in una casa sul mare, assistendo la sua compagna, che non si è mai ripresa dalle torture subite dopo il colpo di stato. Belmonte è un uomo stanco, disilluso, restio a scendere in campo. Ma il passato torna a bussare alla sua porta. Belmonte infatti è un grande esperto di guerra sotterranea e i servizi segreti russi hanno bisogno della sua abilità per sventare un piano ordito da un gruppo di nostalgici di stirpe cosacca, decisi a liberare dal carcere Miguel Krassnoff, ultimo discendente di una famiglia di cosacchi riparati in Cile dopo la Seconda guerra mondiale ed ex ufficiale dell’esercito cileno al servizio di Pinochet, condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità. Belmonte ha un ottimo motivo per odiare quell’uomo, un motivo strettamente personale... Dalla Russia di Trockij al Cile di Pinochet, dalla Germania di Hitler alla Patagonia di oggi, il nuovo romanzo di Sepúlveda attraversa la Storia del Novecento, raccontandone grandezze e miserie, per giungere infine alle pagine drammatiche in cui Belmonte gioca la sua partita finale.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 12
5
3
4
6
3
0
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    fusco

    15/05/2020 16:51:25

    questo libro è meraviglioso. ve lo consiglio.

  • User Icon

    Fullons

    11/05/2020 20:49:42

    Interessante

  • User Icon

    Noadellestelle

    11/05/2020 19:49:03

    Romanzo imperfetto, ma intenso, sofferto. La stanchezza del protagonista, il suo passato doloroso incatenano alle pagine. Peccato per una serie di parentesi che spezzano il ritmo, anche se sono squarci accattivanti su alcuni momenti della storia. Consigliatissimo a chi ama Sepulveda, la sua capacità di raccontare la realtà con pennellate precise, mai ridondanti. Nel suo ultimo libro prima della morte c'è un distillato della sua vita che in queste pagine offre generosamente al lettore.

  • User Icon

    Elena

    19/04/2020 13:56:39

    Vero, crudo, commovente. Una testimonianza importante.

  • User Icon

    Giacc

    16/12/2019 21:38:41

    Romanzo storico crudo, avvincente. Sepúlveda racconta in modo semplice e a tratti disarmante una delle pagine più brutte e buie della storia cilena. E lo fa da osservatore, una voce narrante più che un protagonista. L'epilogo è sorprendente.

  • User Icon

    v.

    12/09/2019 21:13:07

    Indimenticabile e commovente. Lettura scorrevole, ricca e originale.

  • User Icon

    Essere ombra

    15/05/2019 14:11:18

    Nella trama si ripete spesso il concetto di "essere ombra": l'ombra di quello che eravamo, l'ombra di quello che abbiamo fatto, l'ombra dei nostri nemici... quasi a sottolineare come il passato si assottiglia, a volte sembra sparire ma rimane, aleggia in quello che siamo diventati. Alla fine il passato ritorna per chiudere i conti rimasti in sospeso. Un libro complesso, la storia di un ex guerrigliero che per un intrigo internazionale viene spinto a riaprire i conti lasciati in sospeso. Complesso e piacevole

  • User Icon

    Michele Lucivero

    07/06/2017 13:54:30

    Se non ammalia con le favole, di solito Sepulveda commuove con il romanzo storico, quello appassionato, vissuto in prima persona in quella parte del mondo in cui le ideologie e i regimi hanno dato il peggio ben oltre la fine delle dittature che abbiamo conosciuto nel nostro vecchio continente. La fine della storia è un titolo altisonante per un romanzo, che, tuttavia, non è privo di richiami al suo omonimo, opera ponderosa e pretenziosa di Fukuyama, sia nello sguardo dal sapore postmoderno e disilluso con cui si accosta alle ideologie moderne sia per il riferimento all’ultimo uomo, quel carnefice cosacco che sconta gli ultimi giorni in carcere, in attesa, magari, di un bollettino medico che decreti l’incompatibilità delle sue condizioni di salute con la detenzione penitenziaria (sic!). La storia, quella mondiale, da Mosca a Santiago del Cile, passando da Tolmezzo e Monaco, è sempre la stessa, dominata dalla violenza umana, preda della solita spirale di vendetta capace di autoalimentarsi nonostante e al di là di armistizi, amnistie e trattati di pace. La fine, invece, spesso non obbedisce a schemi e progetti umani e, talvolta, giunge inaspettata, magari a causa dell’ironia della natura, che ci mette il suo carico e che, in barba a tutti i tentativi di addomesticamento, si rivela efferata e incontrollata, alimentando sin dall’episodio del 1755 a Lisbona vacue dispute filosofiche, mentre l’uomo, impotente e sempre curioso, assiste davanti al maxi schermo alla catastrofe che divora anche se stesso.

  • User Icon

    giorgio g

    05/03/2017 12:35:45

    Molto deludente, si salva solo in quanto descrive ciò che accadde nel Cile di Pinochet. Il rimanente è piuttosto cervellotico e raccontato in maniera da fare perdere il filo al lettore, il finale è, poi, assolutamente deludente. Mi aspettavo di più dall’ autore di quel magnifico libro che è “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore”. In definitiva, una lettura sconsigliabile.

  • User Icon

    GHERARDI GHERARDO

    05/01/2017 17:11:16

    Primo libro di Sepulveda che leggo. A parte le citazioni storiche del travagliato Cile e i collegamenti vari non mi ha per niente appassionato la trama che si snoda in modo a volte anche prevedibile e con un finale a dir poco deludente. Il romanzo non riesce proprio ad essere avvincente.

  • User Icon

    cesare

    14/12/2016 19:44:22

    La fine della storia di Luis Sepulveda 5 /5 Una storia che ricorda non poco quella del comandante Che Guevara. Juan Belmonte vive nel sud del Cile, disilluso e disarmato , in una casa vicino al mare assieme alla sua amata compagna già oggetto delle peggiori torture dei criminali al servizio del dittatore Pinochet. Una telefonata di un potente capo russo lo richiama all'azione pena la sua morte. La disfatta dell'Unione Sovietica, la caduta del muto di Berlino, la fine dlla Germania dell'Est, la nuova Russia piena di Oligarchi senza anima,ne fanno una storia amara e vera. In questo libro si intrecciano le vicende che vanno da Hitler, a Pinochet senza trascurare i guerriglieri latino americani. Storia e noir si avvicendono costruendo un romanzo bellissimo e crudele dovela solidarietà tra vecchi combattenti per la rivoluzione non viene mai meno. pagg. 200 dicembre 2016 Edizioni Guanda

  • User Icon

    la libraia

    10/11/2016 12:52:54

    Finalmente Sepulveda torna ai temi importanti che lo hanno reso celebre. In particolare alla storia travagliata e dolorosa del Cile. Un libro importante.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Luis Sepúlveda Cover

    È stato uno scrittore cileno. Militante di Unità popolare, fu costretto a lasciare il paese in seguito al colpo di stato che mise fine al governo di Allende. Il suo impegno di militante ecologista lo spinse a partecipare a diverse missioni dell’organizzazione ambientalista «Greenpeace». Esordì nella narrativa con la raccolta di racconti Cronache di Pietro Nessuno (1969), cui sono seguiti Le paure, le vite, le morti e altre allucinazioni (1986) e Taccuino di viaggi (1987). Si impose definitivamente con il romanzo Il vecchio che leggeva romanzi d’amore (1989), cui fecero seguito Il mondo alla fine del mondo (1989), Un nome da torero (1994), storia di spionaggio ambientata fra la Patagonia e la Germania, La frontiera scomparsa (1994), l’originale... Approfondisci
Note legali
Chiudi