Categorie

Jean-Christophe Grangé

Traduttore: I. Landolfi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 384 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788811675594
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Euge

    23/08/2016 12.01.00

    un po' troppo macchinoso e inverosimile verso la fine, ma nel complesso coinvolgente e ben scritto. 6,5

  • User Icon

    edda

    21/05/2015 21.31.20

    Il libro scorre bene con una trama coinvolgente ma sul finale ci sono dei fatti talmente inverosimili che mi hanno fatto abbassare il punteggio.

  • User Icon

    spaggio

    29/07/2014 21.14.51

    Non mi era mai successo di smettere un libro dopo sole cinque pagine ma proprio non so come si possa continuare una lettura dopo un inizio tanto stupido e irritante: il giudizio sarà pure sommario, si, ma per completarlo meriterebbe prendere a prestito il fantozziano giudizio sulla corrazzata Potemkin, e non stonerebbe proprio.

  • User Icon

    Louis

    08/11/2013 23.04.28

    Un thriller dal ritmo incalzante che si lascia leggere tutto d'un fiato grazie ad una scrittura essenziale ed incisiva, una bella ambientazione ed un'atmosfera cupa che contorna personaggi interessanti e mai banali. Fino alla fine la tensione è mantenuta alta ed i colpi di scena non mancano, forse accompagnati da qualche piccola forzatura per far funzionare il tutto. Purtroppo come in ogni libro di Grangè il finale risulta essere troppo inverosimile, affrettato e giustificato da moventi piuttosto flebili ed inutilmente macchinosi. Ciò nonostante resta un buon libro, un thriller fuori dagli schemi che rivisita in maniera originale un argomento controverso come la manipolazione genetica e la follia che inevitabilmente ne scaturisce.

  • User Icon

    Tiziana

    23/09/2013 18.38.27

    Un thriller serrato e incalzante, con atmosfere inquietanti e personaggi ambigui, ma ben delineati. Si legge d'un fiato. Ormai leggo raramente questo genere, ma mi ricordavo che il film omonimo era molto ben fatto e così mi sono incuriosita. Storie simili non sono nuove (manipolazioni genetiche, razze scelte, e quant'altro) e forse questo romanzo non è il migliore del genere, ma è comunque di buona fattura.

  • User Icon

    ferruccio

    16/06/2013 13.43.26

    Due accadimenti che celano misteri; due storie e due indagini che non hanno, all'apparenza, nulla in comune; a similitudine delle rette parallele che si incontrano all'infinito, anche questi due accadimenti si intrecciano in maniera vorticosa, in un clima di crescente suspense dovuto al parossismo di menti malate che ha come soluzione la tragedia della morte violenta.

  • User Icon

    Francesco

    02/03/2013 13.49.10

    Grangè scrive molto bene e sa creare parecchia suspense. I primissimi capitoli non mi hanno entusiasmato, ma man mano che si procede con le indagini e con le scoperte, il romanzo è un susseguirsi di colpi di scena e di nuovi personaggi. Soltanto il finale non mi ha convinto più di tanto e mi è parso parecchio sbrigativo. Voto:4.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione