Categorie

Flavia de Luce e il delitto nel campo dei cetrioli

Alan Bradley

Traduttore: S. Bertola
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2010
Pagine: 345 p., Brossura
  • EAN: 9788804592549
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta

    22/08/2016 10.20.20

    Simpatico questo primo libro che ha come protagonista una bambina di undici anni appassionata di chimica, curiosa,intelligente e anche un pochettino sfacciata. La trama e i personaggi sono un po strampalati ma a me sono piaciuti , e mi sono divertita a leggere questa storia. Consigliato per una lettura leggera.

  • User Icon

    heidi66

    28/09/2014 21.19.32

    Finalmente un giallo diverso! E bello. Flavia de Luce è un personaggio così particolare, intelligente e divertente che spero in una LUNGA serie.

  • User Icon

    Tiziana

    28/08/2014 11.23.53

    Storia frizzante e fresca, con un personaggio delizioso, arguto, impertinente e accattivante.

  • User Icon

    Laura

    08/04/2014 11.17.22

    Incredibile! Il primo aggettivo che viene alla mente leggendo le indagini, le deduzioni, le riflessioni di Flavia de Luce è proprio incredibile. Anche perché Flavia ha 11 anni, è esperta di chimica e affascinata dai veleni. Ha una famiglia non convenzionale: due sorelle piuttosto particolari, una vanitosa, l'altra dedita ad una perenne lettura, un padre, collezionista di francobolli, perso nei ricordi, un giardiniere-tuttofare affettuoso e presente anche se soffre di amnesie e di crisi legate alla guerra, una governante chiacchierona. Lei si muove sicura, anche se incosciente, in questo microcosmo, all'apparenza tranquillo. Insomma una piccola Sherlock Holmes intelligente ed intraprendente. Piacevole scoperta.

  • User Icon

    Silvia

    30/03/2014 13.13.59

    Veramente un romanzo carinissimo,vecchie magioni, campagna inglese, ragazzina intelligentissima e precoce, tanti riferimenti e citazioni a classici della letteratura, la chimica mostrata da chi la ama, altre notizie e aneddoti interessanti su tanti argomenti, un giallo ben strutturato, personaggi spassosi e teneri, bellooooo! :-)

  • User Icon

    Becky

    05/07/2013 11.29.34

    Campagna inglese, anni '50, una nobile famiglia in declino, un antico laboratorio di chimica, una ragazzina undicenne piena di brio, intelligenza, una passione per i veleni ed un'altra per i misteri. Una ragazzina così brillante che ci si trova spiazzati quando si viene messi di fronte alle sue insicurezze di bambina, e si vorrebbe poter correre a darle un abbraccio. I romanzi di Flavia de Luce sono tra quelle scoperte che rallegrano a lungo. Nel primo libro della serie il mondo della filatelia contribuisce a rendere avvincente la trama. Con Flavia e gli altri eccellenti personaggi che la circondano, Alan Bradley ha costruito con passione ed accuratezza un mondo del quale sentiremo inevitabilmente la mancanza.

  • User Icon

    Pia

    23/09/2010 09.31.27

    Un libro incantevole. Flavia è tutto quello che avremmo voluto essere, da bambine: intraprendente, intelligente, acuta, forse non troppo amata (proprio per le doti precedentemente dette...), piccolo genio della chimica, incuriosita dalla filatelia, amante della lettura, anima libera e spirito coraggioso. Ho comperato il libro, lo riconosco, perché fortemente attratta dalla foto dell'autore sulla quarta di copertina: Una specie di Babbo Natale senza la divisa di ordinanza: come resistere a quello sguardo e a quel sorriso? E sicuramente quello sguardo e quel sorriso dovevano aver prodotto un libro, se non altro, particolare. E non sono rimasta affatto delusa. Flavia de Luce (ma come si pronuncia? Sembra un nome cosi assolutamente italiano...) è una bambina indimenticabile: un misto di antica saggezza, di ingenuità, di furbizia, di autentica intelligenza. E straordinari sono anche i personaggi di contorno: le perfide sorelle, la cui perfidia Flavia gestisce con grande humor, l'ondivago padre, i buoni ed i cattivi. Interessanti, tra l'altro, le lievi lezioni di filatelia: premetto che non ho alcun interesse per la materia, ma, contro ogni previsione, me le sono davvero godute. Nonchè quelle di chimica. E speriamo che Flavia incroci presto, di nuovo e con altrettanto spirito, le nostre strade.

  • User Icon

    Federico

    12/05/2010 15.41.38

    Alan Bradley ha talento e lo dimostra attraverso la narrazione in prima persona di una ragazzina di undici anni (veramente terribile!) appassionata di chimica (alla fine si dimostra essere una vera e propria esperta in materia). Tralasciando quest'ultimo aspetto (che possa o meno sembrare impossibile: ma dopotutto cos'è impossibile nella narrativa?), il giallo è ben riuscito, così come la caratterizzazione dei personaggi (veramente originali e stravaganti). Ma ciò che colpisce di più sono le riflessioni di Flavia de Luce: più vere e profonde (e a volte proprio pungenti) dal momento che provengono dalla mente (ancora un po') infantile di una bambina. Per non tacere dei riferimenti culturali sparsi in tutto il romanzo, che non fanno altro che aumentare il gradimento di chi - effettivamente - un romanzo sa proprio "apprezzarlo". Buona lettura!

  • User Icon

    Serena

    02/05/2010 16.06.26

    Un giallo raccontato da una ragazzina intelligente e intraprendente. Questa storia si legge tutta d'un fiato e ti fa venire voglia di essere di nuovo bambina.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione