La forma della neve

Donatella Moica

Editore: CartaCanta
Collana: Cantastorie
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 1 ottobre 2018
Pagine: 198 p., Brossura
  • EAN: 9788885568358
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"La forma della neve" è la storia di una donna di oggi ma è anche un viaggio verso il centro di sé, verso il bisogno di essere madre, di amare, di trovare un porto che la accolga senza volerla cambiare. Sembra tutto disponibile, tutto a portata di mano, eppure la vita naviga su una costante sensazione di vuoto e di fragilità. Il bisogno di amare e essere amati resta, però, un nodo cruciale.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pasquale C.

    06/12/2018 18:28:28

    Il tema affrontato con la leggerezza di un fiocco di neve e con una profonda analisi introspettiva è quello universale della ricerca . Ricerca delle proprie radici, ricerca di sé stessi e della propria dimensione, ricerca ed immaginazione del proprio divenire. Con tutti i dubbi, le resistenze e le paure che questo processo comporta. E nel quale ciascun lettore potrà riconoscersi e riflettere sul senso dell'esistenza. Tema coinvolgente ma impegnativo, trattato con una prosa fluida, spesso ironica, che talvolta si eleva a poesia. La capacità di suscitare intense emozioni è arte rara e sorprende ritrovarla in uno dei primi libri di una giovane scrittrice che certamente avrà tanto ancora da raccontare

  • User Icon

    Andrea Z

    05/12/2018 21:23:38

    Un romanzo introspettivo scritto con garbo ed eleganza. Un romanzo che, qualunque sia la situazione o l’età del lettore, lo porta inevitabilmente a riflettere su di se e sulla propria vita. Amerete tutti i personaggi che man mano appariranno durante la narrazione. Da tutti si potrà imparare qualcosa ma il messaggio che ne ricaveremo sarà questo: per quanto possiamo ricevere indicazioni ed insegnamenti, soltanto noi stessi dovremo fare le scelte che ci porteranno a poter vivere una vita senza rimpianti, vissuta secondo le nostre inclinazioni e i nostri desideri.Alla fine della lettura saremo sicuramente più ricchi interiormente.

  • User Icon

    Lucia La Torre

    05/12/2018 20:26:01

    Cara Donatella, che meravigliosa lettura! Hai un modo di raccontare estremamente affascinante. Il tuo ultimo capolavoro mi ha profondamente emozionata, non é semplice parlare di emozioni, almeno non per me, e le parole mi sembrano riduttive per esprimere cosa mi ha donato il tuo libro, sicuramente mi ha costretta a guardare dentro di me e a fare i conti con la mia anima ferita e smarrita. Io sono Virginia! Il tuo libro adesso è sempre sul mio comodino, lo guardo e penso ”La forma della neve” mi aiuterà a ritrovarmi??? Donatella cara, che magia averti incontrata, che bella invenzione che sei.

  • User Icon

    Monica

    26/11/2018 16:42:50

    È un romanzo che fa vibrare le corde dell’anima, un libro che avrei letto tutto d’un fiato sia per la storia, che per la scrittura fluente, talvolta ironico e mai banale se non fosse invece che spesso, mi ha costretta a fermarmi.... interrogarmi per “guardare dentro” ... è un libro da “gustare” per coglierne l’essenza. La caducità della vita, il senso della vita, i condizionamenti del passato, la difficoltà a “non lasciare andare” , tutti temi che si amalgamo perfettamente in una storia candida come la neve.

  • User Icon

    Pasquale Cavalera

    19/11/2018 10:01:23

    Cover. Patinatura opaca con plastificazione opaca, massima esaltazione del nero e dell’azzurro. Caratteri grandi, cognome in primo piano come a significare “Fidatevi, vi dono il mio essere persona prima di ogni altra cosa”. Immagine professionale, una delle più belle attualmente in circolazione. Pagine avorio, manna per la vista perché non stancano gli occhi. Struttura. Geniale l’idea dell’haiku come indice, ognuno dei tre versi darà poi il titolo ad altrettante parti in cui il romanzo è progettato. Da qui la curiosità, ma è stato l’haiku ad ispirare il libro oppure, scritto il libro, si sono cercati i migliori versi che lo rappresentassero? Storia. Psicologia della protagonista tratteggiata nei minimi dettagli, con particolare attenzione all’età infantile. Che è poi il periodo più delicato, preziosi ricordi che la scorteranno nel lungo viaggio della vita. Alla Saramago l’idea della bambina, ci sta tutta, contestualizzata come una tenera reale fantasia. Dona il giusto pepe alla storia e la protagonista non poteva scegliere compagnia migliore. Per cuori forti la vita del maestro giapponese, non esiste persona che non si scioglierebbe davanti alla descrizione della più bella storia d’amore mai vissuta. Le nonne poi, nascondono sempre qualcosa e le mamme non ne parlano mai volentieri. Il padre, ottimo osservatore, un vero padre. Sente che la figlia resterebbe con lui per sempre, ma intuisce che deve assolutamente mandarla via, non maledicendo, ma festeggiando. Il finale riordina il tutto, ma senza risolverlo. Perché così come accade dopo una brusca frenata, le persone provano a rimettersi in gioco respirando nuova linfa vitale, ma poi è il signor Tempo a donare negli anni giuste dosi di ricercata serenità. Argomentazioni strettamente psicologiche in cui noi tutti leggendo il libro ci riconosceremo almeno una volta. Impossibile che qualche lettore possa affermare “La personalità della protagonista non mi ha emozionato, è distante da me”. Lo garantisco, sarà impossibile.

  • User Icon

    Rossella Pagano

    12/11/2018 03:32:47

    Donatella cara,ho finito di leggere il tuo libro.Non ho parole per descrivere al meglio,l'intensità di emozioni che mi hai regalato. Nel tuo splendido libro mi ci sono ritrovata su moltissimi aspetti e ma hai dato la possibilità di riflettere su molte domande e perplessità che avevo,ad un certo punto e non mi vergogno ad ammetterlo mi son venute le lacrime agli occhi perché hai messo per iscritto tutto ciò che da tempo mi frullava per la mente e sopratutto ho capito che non sono la sola ad avere dubbi ,domande ed incertezze. Grazie per avermi dato la possibilità di conoscerti e un grazie speciale va al mio amico scrittore Pasquale Cavalera che ha permesso tutto ciò... Complimenti ancora.

  • User Icon

    Sonia

    09/11/2018 15:14:33

    E' una storia molto profonda e la lettura, a mio avviso, non è banale e non è per tutti. Se si sta cercando un passatempo letterario suggerisco di comprare un altro libro. In questo viaggio interiore al femminile mi sono ritrovata, non per aver avuto la stessa storia, ma per gli stessi dubbi e difficoltà. Pur con tratti molto introspettivi, la narrazione non abbassa mai la tensione di scoprire l'evoluzione della trama. Alcuni momenti possono sembrare spiazzanti ma quando unisci tutti i tasselli comprendi che non poteva che andare così. Interessante la famiglia che elabora le proprie "responsabilità" intersecanti in una sofferenza che non risparmia alle ombre più oscure. Stupenda la piccola Danielle di cui non vi dico nulla per non spoilerare. Intensissimo

  • User Icon

    Paola

    27/10/2018 14:57:49

    Ė un libro che si legge tutto d'un fiato. Virginia è una di noi. Ogni donna ha affrontato, almeno una volta nella vita, le stesse cose. A tratti poetico, altre volte troppo sincero che ti fa mettere in discussione. Consigliato a tutte le donne.

  • User Icon

    Andrea I

    18/10/2018 10:27:18

    Un libro che pagina dopo pagina ci cattura e, combinando dolcezza e intensità, ci conduce dentro l’anima umana descrivendone le paure, la rabbia e l’amore; l’autrice riesce a descriverne i tratti, con l’efficacia e l’incanto di parole mai banali, compiendo davvero l’impresa di dipingere la forma della neve. In questa sua seconda opera Donatella Moica evolve ulteriormente il già ricco stile di scrittura, ma senza “tradire” la sua naturale delicatezza e profondità nel descrivere ambienti, emozioni e personaggi che aveva caratterizzato il successo del suo romanzo d’esordio “Seconda navigazione”. Un libro che si “distingue” dai tanti e che consiglio davvero a tutti coloro che amano la narrativa moderna, allo stesso tempo curata e profonda, capace di entrare sottopelle.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione