Traduttore: M. Marinucci
Editore: Zanichelli
Anno edizione: 1989
Pagine: 216 p., ill.
  • EAN: 9788808156907
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 51,42

€ 60,50

Risparmi € 9,08 (15%)

Venduto e spedito da IBS

51 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eugenio

    17/05/2017 11:11:40

    Primo di tre volumi che introducono alla camera oscura, questo, pur rimanendo eccellente, è forse il meno importante dei tre. Le nozioni contenute sono ovviamente più che interessanti ma personalmente ho trovato poche cose che non conoscessi già e limitatamente ai banchi ottici. Per il neofita, importantissime, risulteranno le informazioni sul funzionamento degli esposimetri.

Scrivi una recensione


scheda di Vaccari, D., L'Indice 1990, n. 4

Dopo "Il negativo" e "La stampa", pubblicati da Zanichelli rispettivamente nel 1987 e 1988, è finalmente uscito il primo volume della "The New Ansel Adams Phetography Series" (collana di libri a tema scritti dal grande fotografo con la collaborazione di Robert Baker, della quale è auspicabile il completamento con la traduzione di "Polaroid Land Photography" e di "Color Photography"). Il soggetto dell'opera è la fotocamera, scopo dichiarato dell'autore aiutare il fotoamatore ("nell'originale senso della parola, colui che partecipa per amore del mezzo creativo") a conoscere e capire lo strumento "macchina fotografica" per poter infine sviluppare il proprio lavoro creativo. Il risultato è un testo singolare che si differenzia dalla tradizionale produzione manualistica per la sottintesa interpretazione dell'immagine come documento e rappresentazione della natura lontana dalla cultura della manipolazione diretta discendente dalle tecnologie televisive. Delle fotocamere Adams racconta pregi, difetti e differenze tecniche dettate dal formato e dalla destinazione d'uso. Non regala formule magiche, anzi sollecita il lettore alla pratica sul campo, a considerare l'errore come un'esperienza di crescita, a valutare con occhio fotografico luci, forme e volumi per una corretta "gestione dell'immagine", filo conduttore del libro intesa come la capacità di scelta del punto di ripresa, delle regolazioni dell'ottica e dell'apparecchio fotografico fino al momento dello scatto.