Four Short Stories By Emile Zola

Four Short Stories By Emile Zola

Émile Zola

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,04 MB
  • EAN: 9788832550535

€ 4,49

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

It is the 9th novel in Zola's famous 20-volume "Rougon-Macquart Cycle," and in it, heredity and a squalid environment threaten to doom the title character to a life of prostitution. The complete contents of this collection are: "Nana," "The Miller's Daughter," "Captain Burle," and "The Death of Olivier Becaille." A great collection by a famous French author, this is truly wonderful.

Zola is not one of the greatest. But it’s a classic and must be read. His characters are roughly sketched and his stories often don’t go anywhere. Occasionally they are outright laughable (especially the short stories!). However, his “group scenes” are very strong and he undoubtedly synthesizes with style the flavors of his times. In those days talking about the smells of the boudoir of a courtesan, for instance, was ultra-risque. 

Contents

Nana -- The Miller's Daughter -- Captain Burle -- Death of Olivier Becaille
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Émile Zola Cover

    (Parigi 1840-1902) scrittore francese. Rimase presto orfano e trascorse l’infanzia e la giovinezza in gravi ristrettezze economiche. Prima di raggiungere il successo con i suoi romanzi, visse lavorando presso la casa editrice Hachette e facendo il giornalista, attività che non abbandonò mai del tutto. Considerato il caposcuola del naturalismo, fu al centro di numerose polemiche artistiche, impegnandosi, tra l’altro, nella difesa di Manet e degli impressionisti (I miei odii, Mes haines, 1866). Ma l’avvenimento più clamoroso della sua vita è legato al caso Dreyfus: Z., schieratosi con gli innocentisti, denunciò il complotto militarista e reazionario con la famosa lettera aperta (J’accuse) pubblicata su «L’Aurore» (1898).... Approfondisci
Note legali