Traduttore: B. Tasso
Editore: Fabbri
Collana: I delfini
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 18 settembre 2002
Pagine: 309 p.
  • EAN: 9788845180217

Età di lettura: Da 12 anni

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Mary Shelley (1797-1851) ideò Frankestein su suggerimento di Byron, che in vacanza con lei e suo marito, il poeta Percy Bysshe Shelley, suggerì che ciascuno di loro scrivesse un racconto dell'orrore. Il romanzo uscì nel 1818. Questo volume ne presenta l'edizione integrale. Età di lettura: da 12 anni.

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rocco

    26/07/2006 17:03:37

    ciao bernina, aldilà della trama in sè forse è da vedere nell'ottica dei giorni nostri.. precorre la storia ed è secondo me attualissimo.. se consideriamo che tratta della fissazione di uno scienziato o pseudo tale che vuole ridare vita ad un essere le cui parti vengono prese da cadaveri e la ribellione di questa creatura che non ha certo chiesto di venire riportato alla vita.. pensa agli scienziati moderni e ai tentativi di clonazione umana.. secondo me ci si dovrebbe riflettere un pò sù..

  • User Icon

    bernina03@aliceposta.it

    01/01/2005 12:36:02

    Anch'io l'ho letto come dracula di stoker per quasi dovere morale,ma a differenza di questo mi e' parso mediocre nella scrittura e pure nello sviluppo della storia. Onestamente tanta fama immeritata

  • User Icon

    Vanina

    27/01/2003 11:18:42

    L'ho letto perchè mi sentivo quasi in dovere di avere sul mio scaffale un classico del genere. Contrariamente a quanto mi aspettavo, il libro mi ha emozionato e commosso. La "crudele" creatura che ha come unico scopo il dolore del suo creatore fa rabbia e ad un tempo stesso tenerezza: non è poi del tutto colpa sua, ma del trattamento cattivo cui è sottoposto, malgrado tutti i suoi sforzi per fare in modo di essere amato. Ci fa capire che i veri mostri sono le persone che emarginano il diverso solo perchè non è simile a loro.

Scrivi una recensione