Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La frode

Arbitrage

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Arbitrage
Paese: Stati Uniti
Anno: 2013
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 6,32

Venduto e spedito da Shop Mio

Solo 1 prodotto disponibile

+ 3,48 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 5,50 €)

Il magnate Robert Miller, alla vigilia del suo sessantesimo compleanno, sembra il ritratto del successo sia negli affari che nella vita familiare. Ma dietro la facciata dorata, Miller sta in realtà cercando disperatamente di vendere il suo impero finanziario a una grande banca prima che le frodi da lui perpetrate per anni vengano scoperte.
3
di 5
Totale 4
5
1
4
0
3
1
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giuseppe

    13/05/2020 22:20:45

    Un Thriller dall'atmosfera patinata e ben realizzato. Data la storia serviva un attore imbalsamato e monoespressivo, Richard Gere è perfetto per il ruolo. La pellicola si fa vedere anche se risulta molto telefonata.

  • User Icon

    Mr Gaglia

    05/01/2014 20:36:58

    Prima di acquistare questo film ho pensato più di una volta se fosse la scelta giusta per il mio 'palato' cinematografico. Certo, Richard Gere, Tim Roth e Susan Sarandon (il cameo di Laetitia Casta è appena sufficiente) sono garanzie non da poco, ma temevo in un film lento e noioso e prevedibile. Mi sono ricreduto dopo nemmeno 15' dall'inizio. Forse non sarà un capolavoro ma questo film è molto bello, e, a parer mio, un collezionista, deve inserirlo nella propria Dvd teca, perché almeno una volta ti viene voglia di rivederlo. Il regista confeziona un buon thriller finanziario e noir classico, ma anche dramma sentimentale e familiare. La Frode ha il pregio di ricordarci qualcosa di profondamente ovvio, nel mondo attuale, ma doloroso e raramente esplicitato: tutti hanno un prezzo e spostando lo sguardo sui comprimari, seguendo un Richard Gere in buona forma e a suo agio nei panni del cattivo ben vestito, troviamo uomini e donne pronti a tutto per sopraffare il prossimo. Dal poliziotto (Tim Roth) alla moglie devota. E chi crede negli ideali di lealtà, d'amore, di spontaneità, alla fine soccombe. Nicholas Jarecki sul vaso di "normalità" famigliare (ricchissima) inserisce un possibile scandalo finanziario e un intrigo privato. E questo Miller (R. Gere) filantropo e geniale, diventa in pochi minuti e in scene ben girate un uomo solo, in difficoltà, che vede crollare tutto attorno a sé e la terra mancare sotto i suoi piedi. In poche ore deve evitare ben due incriminazioni: una per frode e l'altra per omicidio. Dalla prima può salvarlo una vendita a una banca forse più spregiudicata di lui; dalla seconda un miracolo. O anche solo il sistema giudiziario americano, da sempre favorevole al miglior offerente, a chi può pagare i migliori avvocati. E non solo loro.

  • User Icon

    Umberto75

    30/12/2013 22:56:59

    Sinceramente mi aspettavo di più soprattutto non mi aspettavo un finale così "scontato" ed "asettico". Lasciate perdere

  • User Icon

    Pasquale

    29/07/2013 17:26:01

    La storia contenuta ha una base buona per fare un film di buona stoffa, dato il cast, mi sarei aspettato qualcosa di più, inutile aggiungere altro.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Eagle Pictures, 2013
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 107 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: featurette; trailers; spot tv
  • Allegati: confezione speciale
  • Richard Gere Cover

    "Propr. R. Tiffany G., attore statunitense. Abbandona gli studi universitari per dedicarsi al teatro e alla musica come trombettista. Dopo esperienze altalenanti, esordisce sul grande schermo mettendosi in luce in un ruolo di sfondo nel mediocre melodramma Rapporto al capo della polizia (1975) di M. Katselas. Alto, bruno, affascinante e dal fisico atletico, si impone ben presto all'attenzione di critica e pubblico (riscuotendo notevole successo in campo femminile) per l'interpretazione di personaggi inquieti dotati di grande sensualità. La consacrazione arriva con il drammatico American Gigolo (1980) di P. Schrader, in cui veste i panni del protagonista ingiustamente accusato di omicidio. I film successivi accrescono la sua popolarità riproponendolo in ruoli un po' ambigui e nevrotici, a lui... Approfondisci
  • Susan Sarandon Cover

    Nome d'arte di S. Abigail Tomalin, ttrice statunitense. Bruna, grandi occhi scuri, dopo gli studi universitari e il matrimonio (che avrà breve durata) con l'attore Chris S., esordisce sul grande schermo con un piccolo ruolo nel violento Joe - La guerra del cittadino Joe (1970) di J. Avildsen, facendosi notare da critica e pubblico. Nonostante non abbia alle spalle esperienza e studi di recitazione, sfodera un talento versatile che le permette di ottenere sempre maggiori consensi nelle pellicole successive: è la fidanzata abbandonata da J. Lemmon nel satirico Prima pagina (1974) di B. Wilder, sensuale protagonista del musical diventato cult-movie The Rocky Horror Picture Show (1975) di J. Sharman, prostituta madre di B. Shields nello «scandaloso» Pretty Baby (1978) di L. Malle, che la vuole... Approfondisci
Note legali