Fuochi di Bivacco - Alfredo Oriani - ebook

Fuochi di Bivacco

Alfredo Oriani

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,45 MB
  • EAN: 9788828338376
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"In questi articoli, Oriani spazia da riflessioni politiche sulla stregua degli avvenimenti recenti, a note di costume che partono dal crollo del campanile di Venezia per stigmatizzare tutti gli iconoclasti che credono che il passato si cancelli abbattendo quanto edificato, quando piuttosto occorrerebbe superarlo, dimostrando di saper compiere opere più belle e utili. Compone ispirati ritratti dei grandi personaggi dei poemi del passato e della politica a lui contemporanea, ed esprime considerazioni sulla religione e la Chiesa; si ferma a raccogliere i pensieri di lutto che lo avvolgono al regicidio con il quale l'Italia apre il nuovo secolo. [...] L'ultimo articolo è una dichiarazione d'amore verso l'Italia, che diede al mondo antico la grandezza, al Medioevo la luce e all'età moderna il fulmine di una rivoluzione creatrice, il Risorgimento, che doveva essere preludio alla grandezza della Patria." (Dalla prefazione di Rodolfo Sideri)
  • Alfredo Oriani Cover

    (Faenza 1852 - Casola Valsenio, Ravenna, 1909) scrittore italiano. Nato da una famiglia di aristocratici di campagna, si laureò in giurisprudenza e condusse un’esistenza assai ritirata. Esordì con le Memorie inutili (1875), autobiografia a tinte byroniane; nel giro di un quinquennio, pubblicò Al di là (1877), storia di una relazione amorosa tra due donne, il volume di racconti Gramigna (1879), il romanzo a tesi No (1881), le quattro novelle di Quartetto (1883): opere che gli valsero la fama di scrittore osceno. Intanto la tumultuosa ricerca di O. si spostava dalla narrativa al pamphlet e al saggio storico-politico: con Matrimonio (1886) prendeva posizione contro La questione del divorzio (1880) di A. Dumas figlio e contro il disegno di legge sul divorzio presentato da G. Zanardelli; quindi... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali