Traduttore: M. Jacqmain, M. Van Dam
Editore: Iperborea
Anno edizione: 1993
Pagine: 76 p., Brossura
  • EAN: 9788870910322
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 4,59

€ 8,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS



scheda di Baggiani, A., L'Indice 1993, n. 9

Ecco un 'divertissement' di uno scrittore fiammingo, Alfons de Ridder il suo vero nome (1882-1960), quasi uno scrittore della domenica ma con molte frecce al suo arco, come ci dice l'esauriente prefazione. Scritto in prima persona, a sfondo chiaramente autobiografico, il romanzo è un'ironica divagazione con avventure che finiscono per essere in realtà solo cartacee. La disponibilità dell'autore a "dare una mano" a tre ignari afgani, incontrati per caso, nella ricerca di una fantomatica ragazza, Maria, il cui indirizzo è segnato su un pacchetto di sigarette, lo condurrà in una piacevole peregrinazione tra i quartieri malfamati della città - Anversa - tra incontri curiosi o spiacevoli ma sempre interessanti. Soprattutto per uno che, a casa, si annoia. Ma d'altri tempi è il garbo degli stranieri, affratellati all'amico da una stessa abitudine alla civiltà, e a un'educazione, anche qui, d'altri tempi; sicché la ricerca, che si colora anche di insoliti toni mistico-liricheggianti (le variazioni sul nome di Maria), lasciando ignota la sconosciuta, il "fuoco fatuo" appunto, rivela però, tra una battuta e l'altra, e con molta ironia, le parentele tra mondi così diversi. E, forse non a caso, una certa affinità con altri illustri vagabondaggi, da quelli del "perdigiorno" alle passeggiate di Walser.