Furto. Una storia d'amore

Peter Carey

Traduttore: V. Mantovani
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 23 febbraio 2007
Pagine: 294 p., Brossura
  • EAN: 9788807017162
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 8,64
Descrizione
Michael - alias "Butcher" - Boone è un'ex stella della pittura contemporanea. Per cinque anni è stato osannato dalla critica, poi il suo matrimonio è naufragato e tutto è andato a rotoli. Si sa come vanno queste cose: la moglie ha cercato di impadronirsi delle opere del marito, il marito gliele ha sottratte, è intervenuta la magistratura, Butcher è stato processato e condannato, è stato in galera, e ora vive in una fattoria messagli a disposizione dal suo principale collezionista in mezzo alla foresta a nord di Sydney, in cambio dell'impegno a disintossicarsi dall'alcol e a ricominciare a dipingere. Butcher deve anche prendersi cura del fratello Hugh, ritardato: finché prende le pillole, va tutto bene, ma un qualsiasi imprevisto, una sola parola sbagliata, una leggera provocazione possono scatenare reazioni imprevedibili. Nel bucolico tran tran dei due fratelli, nel caldo e tra gli insetti del gennaio australiano, piomba un bel dì Marlene. Bellissima, intrigante e ambiziosa, è la nuora del grande pittore Jacques Leibovitz: un suo quadro molto tempo prima, folgorandolo sulla via di Damasco, aveva spinto Butcher a lasciare la macelleria del padre per la più difficile strada dell'arte. Marlene è dolce con Hugh, s'innamora, ricambiata, di Butcher, e mette in moto una catena di eventi sorprendenti che li porterà al successo o alla rovina.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paola del vitto

    10/11/2007 10:41:10

    una schifezza mai letta. non riuscivo a rimaere concentrata sulla narrazione che è molto discontinua e superficiale. L'aspettativa era superiore ma si è rivelata un'inutile perdita di tempo...e per la prima volta ho abbandonato la lettura a pag194. Ho preferito investire il mio tempo libero in altro!!!

  • User Icon

    Stefano

    05/11/2007 12:43:30

    Libro acquistato per caso, una piccola piacevole sorpresa. Il ritmo narrativo è decisamente vivace e consente al lettore la possibilità di immaginare sviluppi della trama anche alternativi alla reale, lineare dipanazione di essa. I personaggi sono ben delineati e sviluppati, molto azzeccata la scelta di due voci narranti che si intersecano con risvolti spesso esilaranti. Non il capolavoro del secolo ma un libro di ottima qualità, 294 pagine che vi faranno apprezzare il tempo che le dedicherete.

Scrivi una recensione