€ 19,99

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Film contenuti nel cofanetto

Il Gattopardo
Paese: Italia; Francia; Stati Uniti
Anno: 1963
Sicilia, 1860. Alla notizia dello sbarco dei garibaldini, il principe di Salina appare soprattutto preoccupato di mettersi al riparo da ogni cambiamento. Così, prima vota pubblicamente per l'annessione della Sicilia allo Stato Sabaudo, poi favorisce il fidanzamento del nipote Tancredi, nobile ma spiantato con la bella Angelica, di umili origini ma ricca.
L' ultimo gattopardo. Ritratto di Goffredo Lombardo
Paese: Italia
Anno: 1963
Documentario sulla figura di Goffredo Lombardo , direttore della casa di produzione cinematografica Titanus negli anni d'oro del cinema italiano.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ziogiafo

    03/11/2017 12:53:34

    ziogiafo - Il Gattopardo - Italia, Francia 1963 - 2^ parte - Don Fabrizio, suo malgrado, è costretto ad assistere con non poca sofferenza, all’ascesa di questo nuovo e prorompente ceto sociale che tende a sostituire quello aristocratico, assumendone via via il potere economico e politico. Il susseguirsi degli eventi, spinge il principe Salina ad operare un’amara e lunga introspezione attraverso il suo vissuto, che lo porterà ad analizzare il suo pensiero con profonde riflessioni e alla conseguente constatazione dell’impotenza dell’uomo, che per quanto forte sia, nulla può di fronte ai mutamenti storici. Il capolavoro di Tomasi di Lampedusa, nel libro, segue questo declino fino alla morte del principe Salina; il film, invece, termina con il gran ballo tra la nobiltà siciliana e gli ufficiali dell’esercito piemontese, quasi a sottolineare il naturale passaggio di consegne tra una vecchia epoca e la nascita di una giovane generazione. Riportare sullo schermo un romanzo di questa levatura non è stato semplice, soprattutto per la ricchezza e la profondità dei concetti in esso presenti che il grande autore ha esposto nel libro con veri tocchi di alta classe letteraria, difficilmente rappresentabili nella dimensione “filmica”. Tuttavia, la grande sfida del maestro Visconti ha avuto ragione e, con la sua straordinaria esperienza ha realizzato un vero e proprio capolavoro cinematografico. Memorabili le musiche di Nino Rota e il suggestivo valzer finale di Giuseppe Verdi. Un classico mondiale… da non perdere! Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    ziogiafo

    12/10/2017 11:03:26

    ziogiafo - Il Gattopardo - Italia, Francia 1963 - 1^ parte - Il Gattopardo è un raffinato affresco cinematografico, tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, messo in scena da un superlativo Luchino Visconti che con grande maestria dirige un cast di “stelle” per la rappresentazione dello storico trapasso fra il regno borbonico e il regno d’Italia. Don Fabrizio Principe di Salina è il personaggio centrale del famoso romanzo e quindi di questo bellissimo film, figura austera ed autorevole interpretata da un eccezionale Burt Lancaster. Il titolo dell’opera si riferisce allo stemma del casato dei Salina raffigurante un gatto dalla pelliccia leopardata e dallo sguardo imponente: espressione leonina, che in modo naturale, appare spesso sul volto e negli atteggiamenti del principe Don Fabrizio, ultimo… e degno erede del nobile casato. Don Fabrizio è un uomo intransigente, molto legato alle antiche tradizioni e alla famiglia, appassionato di astronomia ed abile cacciatore. Ogni decisione spetta a lui, severo nei giudizi anche con i suoi cari che talvolta disprezza per la loro amoralità. L’unico ad avere la sua stima incondizionata è il nipote Tancredi (Alain Delon), che ammira per la sua prontezza e vivacità, che gli ricorda la sua gioventù, riconoscendosi più volte in questo giovane irrequieto che ben presto si arruola nelle truppe garibaldine. Dopo lo sbarco dei “Mille” in Sicilia, il principe Salina e la sua famiglia si trasferiscono nella residenza estiva a Donnafugata, dove il nipote prediletto, Tancredi, si innamora di Angelica (Claudia Cardinale) la figlia del sindaco Don Calogero Sedara (Paolo Stoppa), esponente della nuova borghesia rampante. .../... continua nella 2^ parte.

Scrivi una recensione
“Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi".

Nel 1860, Garibaldi sbarca in Sicilia e il principe Fabrizio Salina assiste - più da testimone che da protagonista - ai cambiamenti che ne conseguono. Nonostante la minaccia della guerra, il principe e la sua famiglia si trasferiscono nella residenza di campagna, a Donnafugata, dove il nipote prediletto, Tancredi, si innamora di Angelica, la figlia del sindaco, esponente della nuova e rapace borghesia. Tancredi partecipa anche all'impresa dei garibaldini e si distingue nella battaglia di Palermo. L'unione di Angelica e Tancredi, simbolo vivente del passaggio di potere tra la nobiltà latifondista e la borghesia mercantile, viene ufficializzata durante un grande ballo che si tiene nella sontuosa residenza principesca...
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Il Gattopardo
  • Produzione: Mustang Entertainment
  • Durata: 278 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato schermo: 2,35:1
  • Area 2
  • Contenuti: commenti tecnici: Il Gattopardo raccontato da Goffredo Lombardo; speciale: "Il recupero de Il Gattopardo" - "Il Gattopardo: un viaggio nella Memoria" - cinecronaca - cinegiornale - "L'ultimo Gattopardo di Giuseppe Tornatore" - "A proposito de L'Ultimo Gattopardo"; presentazione: presentazione cinematografica; foto
  • Allegati: Libri
  • L' ultimo gattopardo. Ritratto di Goffredo Lombardo
  • Produzione: Mustang Entertainment
  • Durata: 278 min
  • Area 2