Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
Pagine: 360 p., Brossura
  • EAN: 9788806230920
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,83

€ 12,32

€ 14,50

Risparmi € 2,18 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessia

    23/02/2017 07.53.03

    Deludente rispetto ai precedenti. Le due indagini risultano deboli e poco credibili soprattutto nella soluzione.

  • User Icon

    Megant

    20/08/2015 10.45.18

    Bel libro, bel giallo, belli i personaggi, De Giovanni è sempre una garanzia, soprattutto con questa serie dei Bastardi di Pizzofalcone, forse più godibile rispetto alla serie sul commissario Ricciardi grazie ad una maggior leggerezza di base. I personaggi sono TUTTI ben delineati, assolutamente ben descritti, non è trascurata la loro vita fuori dal commissariato, anche perchè loro, per un motivo o per un altro, sono "i reietti" e le loro vite sono di una complessità non trascurabile. Eppure De Giovanni riesce a mantenere quel sottofondo leggero che rende bella, e a tratti poetica, la narrazione. Anche "il Cinese", che poi è a tutti gli effetti il protagonista, si fa voler bene pur nella sua ruvidità. Nessun personaggio è marginale, ognuno è il tassello di un puzzle che costituisce la squadra perfettamente coesa del commissariato di Pizzofalcone, che forse non avrà mai il suo riscatto agli occhi degli alti vertici, ma che continua a farsi amare dai lettori.

  • User Icon

    archipic

    22/06/2015 13.13.03

    De Giovanni continua ad incantare. Anche con i Bastardi riesce a farti immergere nelle storie dei personaggi, te ne vuoi nutrire per proseguire la lettura. Ognuno di loro è diventato un fido compagno di viaggio, e la curiosità e l'interesse per le dinamiche personali e di gruppo è il vero succo della serie. Anche la trama riesce sempre ad essere adeguata ed a stuzzicare il lettore. Insomma, promosso a pieni voti anche questa volta. Bravo Maurizio.

  • User Icon

    davide951

    06/02/2015 21.56.45

    I personaggi creati da De Giovanni si evolvono man mano che la scrittura va avanti. La trama e' come sempre ben congegnata. Bravo Maurizio!!!

  • User Icon

    adriana

    15/01/2015 14.57.20

    Voto medio: non mi piaciuto tanto quanto gli altri. Troppi personaggi e troppo descritti: si stempera la storia, si frammenta la trama.

  • User Icon

    roberta

    09/01/2015 18.42.40

    Ogni libro di De Giovanni è lettura "preziosa".

  • User Icon

    ROI

    03/01/2015 15.02.18

    Scrittore molto bravo, lettura scorrevole, ho letto tutti i libri dei "bastardi" e li ho trovati molto belli, li consiglio vivamente, ma leggeteli in ordine cronologico. Un unico appunto non mi entusiasma in maniera particolare il personaggio di Fra Leonardo.

  • User Icon

    cesare

    02/01/2015 17.54.45

    Sicuramente migliore del precedente In fondo al cuore, sintesi del pensiero di De Giovanni, quasi una marketta, questo è un gradito ritorno, non un capolavoro, ma molto piacevole per trascorrere un paio di pomeriggi a leggere. O bastardi di Pizzofalcone crescono. Quasi commovente nella sua umanità.

  • User Icon

    alessandro

    30/12/2014 16.57.28

    Ritengo De Giovanni un ottimo scrittore , con una scrittura lineare che si fa sempre e comunque leggere. Con la serie dei bastardi di pizzofalcone non riesce a trasmettere la stessa intensità che invece ottiene con il buon Ricciardi. I personaggi sono meno poetici ed in alcuni casi mi sembrano un mix dell'anima e della personalità del commissario più noto. Ho come la sensazione che De Giovanni abbia voluto proiettare la figura del bel tenebroso in un epoca moderna distribuendo le sue caratteristiche su più personaggi ( lojacomo e la copia sbiadita). Se continua così potrebbe alla lunga stufare. Letto comunque con piacere.

  • User Icon

    Alessandro Giaconi

    28/12/2014 21.49.24

    De Giovanni non tradisce. E' sicuramente tra i migliori giallisti italiani. La squadra dei Bastardi sembra di averla sotto gli occhi, con i suoi intrecci e le sue contraddizioni. Una Napoli avvolta dal gelo fisico e metaforico restituisce al lettore un'atmosfera di altre latitudini. Un commissariato sempre sull'orlo della chiusura ma con il senso di giustizia e di verità che lo guida. Grande!

  • User Icon

    Luciano

    25/12/2014 22.54.49

    Chi ha amato le storie di Ed Mc Bain e dell'87° distretto non può non riconoscere nell'ispettore Lojacono il detective Steve Carella. " Gli occhi scuri, e un po' a mandorla, gli davano caratteristiche orientali, il che aveva ispirato i burloni della squadra a dichiarare che era lontano parente di Tackashi Fujiwara, l'unico agente investigativo nippo-americano dell'Ottantasettesima". A me questa Manhattan cu a' pummarola ngoppa piace molto, non so a voi.

  • User Icon

    Marzia

    22/12/2014 12.06.20

    La prima volta che leggo De Giovanni, un giallo mai pesante ma senza troppe pretese. Molto scorrevole soprattutto nella descrizione dei personaggi. Sicuramente leggerò altri libri di questo scrittore!

  • User Icon

    paolo

    19/12/2014 15.19.13

    Quanta differenza dai libri con protagonista il commissario Ricciardi.Qui la storia e' inesistente,l'intreccio talmente esile da risultare inconsistente.Insomma prova nettamente sotto tono del De Giovanni,che ci fornisce un libro sostanzialmente deludente con un finale frettoloso e poco credibile.

  • User Icon

    Armando

    18/12/2014 17.27.05

    Bello, da leggere a mio avviso. Non all'altezza di " In fondo al tuo cuore ", ma vicino. La caratterizzazione dei personaggi, la riflessione costante sulla nostra solitudine, sulle paure di " essere " di " affrontare ", di confrontarsi, sono scritte con intelligenza, grazia, e estrema sensibilità. Merce rara, di questi periodi. Trama piacevole, con un astuto finale.

  • User Icon

    marcello

    16/12/2014 18.42.18

    Decisamente buono, un vero giallo ! Ma a me questo autore piace moltissimo per tutte le sue considerazioni di ambiente e di contorno. Stavolta è il gelo, un freddo pungente non solo stagionale ma a dimora nei cuori, nelle menti, nelle relazioni, nei rapporti familiari nella percezione dell'altro. Un gelo timoroso, egoistico, cinico, disaffettivo che lascia tanto da ricostruire. Arriverà la bella stagione ?

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    01/12/2014 21.44.52

    Le malinconie, i dubbi e le insofferenze dei nostri tempi; un giallo pulito, puntuale,incalzante; una Napoli frustata esteriormente ma anche nell'anima da un gelo inarrestabile sono gli ingredienti sapienti di questo nuovo romanzo di De Giovanni. Una storia che va ben oltre la mera tela giallistica,appassionata e moderna, assolutamente da leggere.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione