Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 giugno 2007
Pagine: 225 p., Brossura
  • EAN: 9788806188245
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Il Gengis è un potente di oggi: quasi la versione contemporanea di Gengis Khan, il Signore dei Mongoli che ebbe l'ambizione di creare il più vasto impero della storia. Un uomo che ha tutto, vuole tutto. Tommaso è un fumettista e vignettista satirico. Maestro di parodie, ha sempre combattuto l'insensatezza dell'età moderna, la sopraffazione mediatica e quanti provocano la morte della poesia. Il Gengis saccheggia la vita di Tommaso, che disprezza come l'opposto di sé. Gli distrugge l'ordine della famiglia: gli porta via la moglie Pupe, gli strappa Duccio, un bambino che Tommaso ama come e più di un figlio. Tommaso attraversa, dapprima, la sua personale discesa agli inferi, ma poi reagisce con l'unica freccia al suo arco: l'ironia. E proprio questa gli consentirà di trionfare quando deciderà di attaccare frontalmente il Gengis inserendosi proprio nel suo habitat.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Questo articolo potrebbe non essere consegnato entro Natale
Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 7,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ant

    30/01/2006 11:37:53

    Un notevole passo indietro rispetto a "Tu che mi ascolti",lì i contenuti e il lirismo andavano di pari passo, qui non si capisce niente da subito ed in più l'autore vuole dare lezione di scrittura e di ermetismo. Cari scrittori puntate sulla sostanza(sopratutto lei Bevilacqua che è già affermato!) poi lo stile se viene viene...

  • User Icon

    Gloria Sfianconi

    17/12/2005 21:43:08

    Romanzo bellisssimo, ingarbugliato al punto giusto: "Il Gengis" potrebbe essere ognuno di noi, chiunque, ma proprio chiunque...forse Satana, Prodi., Berlusconi o persino lo stesso Bevilacqua ( qui in grandissima vena artistico-poetica-narrativa). Il libro è un miscelato mix di ironia, armonia, rabbia e sconcerto. Non si sa bene verso chi o cosa, ma questo non è., poi, molto importante. Insomma, uno dei più belli libri che ho mai letto. Un unico importante difetto: troppo corto. Su Bevilacqua come al solito ci si può mettere la mano sul fuoco.

Scrivi una recensione