Anno edizione: 2008
In commercio dal: 1 febbraio 2008
Tipo: Libro universitario
Pagine: XIV-397 p., Brossura
  • EAN: 9788838666186
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

L'inarrestabile sviluppo della tecnologia, dell'informazione e della I comunicazione impone nuovi ordini socio-spaziali. I comportamenti degli attori debbono saper dare forma a strutture socio-geografiche da cui si possano trarre le linee guida per un fattivo sviluppo dei rapporti socio-economici riadattando di continuo l'organizzazione degli spazi. Il processo di globalizzazione non salvaguarda dal pericolo costante dell'emarginazione e della disuguaglianza sociale dato che ogni azione, ogni intervento a livello geo-territoriale è controllato soprattutto da fattori economici e finanziari. Il riordino delle strutture socio-spaziali non è demandato alla possibilità di conquistare nuovi spazi di vita, ma questi debbono essere razionalizzati e organizzati per circoscrivere il condizionamento che, soprattutto nell'era delle rapide trasformazioni, cerca di uniformare l'esistenza. I rapporti interpersonali, le relazioni tra soggetti e i gruppi vanno studiati in quanto comportamenti spazialmente attivi rappresentabili da strutture organizzative e da processi che ne favoriscono il mutamento e adattamento nel tempo. Il libro intende far conoscere come, attraverso l'esame dei rapporti socioeconomici, la geografia sociale possa studiare e pianificare il riordino della spazialità nel confronto tra spazi reali e virtuali, tra territorio e società.

€ 32,30

€ 38,00

Risparmi € 5,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

32 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

L'inarrestabile sviluppo della tecnologia, dell'informazione e della comunicazione impone nuovi ordini socio-spaziali. I comportamenti degli attori debbono saper dare forma a strutture socio-geografiche da cui si possano trarre le linee guida per un fattivo sviluppo dei rapporti socio-economici riadattando di continuo l'organizzazione degli spazi. Il processo di globalizzazione non salvaguarda dal pericolo costante dell'emarginazione e della disuguaglianza sociali, dato che ogni azione, ogni intervento a livello geo-territoriale è controllato soprattutto da fattori economici e finanziari.Il riordino delle strutture socio-spaziali non è demandato alla possibilità di conquistare nuovi spazi di vita, ma questi debbono essere razionalizzati e organizzati per circoscrivere il condizionamento che, soprattutto nell'era delle rapide trasformazioni, cerca di uniformare l'esistenza.I rapporti interpersonali, le relazioni tra soggetti e i gruppi vanno studiati in quanto comportamenti spazialmente attivi rappresentabili da strutture organizzative e da processi che ne favoriscono il mutamento e adattamento nel tempo.Il libro intende far conoscere come, attraverso l'esame dei rapporti socio-economici, la geografia sociale possa studiare e pianificare il riordino della spazialità nel confronto tra spazi reali e virtuali, tra territorio e società.

Prefazione
Introduzione
Parte prima: Fondamenti
Principi geosociali
Spazio nella comunicazione
Effetti spaziali della comunicazione
Parte seconda: Rapporti
Conseguenze spaziali del lavoro
Urbanizzazione del lavoro
Territorio, società, imprese
Parte terza: Organizzazione
Occupazione degli spazi urbani
Organizzazione glocale degli spazi
Pianificazione geosociale
Costruzione geosociale del Corridoio
Considerazioni finali
Bibliografia