Categorie
Curatore: E. Risari
Editore: Mondadori
Anno edizione: 1991
Formato: Tascabile
Pagine: 92 p.
  • EAN: 9788804343523

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    sandro landonio

    03/12/2006 23.21.24

    Le differenze fra i vari popoli moderni di lingua tedesca (Alemanni, Bavari, Turingi, Franconi e Sassoni), pur se chiamati in modo diverso da Tacito sono riproposte in questo testo base per la comprensione della nazione tedesca. Un libro di poche pagine ma che getta un po’ di luce sulle abitudini e sulle specificità di un popolo di cui in effetti sappiamo ben poco dagli antichi contemporanei. Al tempo di Tacito i Germani probabilmente non esistevano, esisteva un luogo chiamato Germania, i cui abitanti parlavano una lingua con delle caratteristiche comuni. Tacito ci aiuta a dedurre come mai gli altoatesini possano capire il dialetto del Palatinato Superiore sito a centinaia di chilometri da loro, in quanto entrambi i dialetti sono di matrice bavara (i Marcomanni del testo latino), mentre non comprendono i dialetti di origine alemanna (i Semnoni di Tacito) della vicina Svizzera tedesca o del Voralberg austriaco.

Scrivi una recensione