Categorie

Banana Yoshimoto

Traduttore: G. M. Follaco
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2016
Pagine: 144 p. , Brossura
  • EAN: 9788807031854


Divertente e pieno di colpi di scena, questo è il terzo capitolo della storia di Shizukuishi, un'anima coraggiosa alla ricerca di sé.

Mi piaceva stare con lui a guardare le stelle. La sua andatura era perfetta per me. Mi piaceva la curva della sua schiena quando si accovacciava per prendersi cura delle piante, così come il tono pacato con cui parlava, la voce un po' roca e persino il suo modo di guidare quando veniva a prendermi. In quel periodo lo avrei potuto osservare per ore senza stancarmi, mi ritrovavo sempre accanto a lui. In fondo è così quando si è innamorati, no?

Con questo terzo volume, dopo Andromeda Heights. Il Regno I (Feltrinelli, 2014) e Il dolore, le ombre, la magia. Il regno vol. 2 (Feltrinelli, 2014), prosegue la quadrilogia Il Regno di Banana Yoshimoto.
Si tratta di un vero e proprio romanzo di formazione, che ha per protagonista la giovane Shizukuishi, nata da una famiglia giapponese piuttosto anticonformista e cresciuta insieme alla sua nonna guaritrice. Quando sua nonna decide di andare via dal Giappone, Shizukuishi rimane da sola e si trasferisce a Tokio, alla ricerca di una nuova famiglia, di amici con cui condividere la sua vita e di un posto sicuro in cui tornare la sera. Sarà il suo amico Kaede a ridarle la gioia di vivere e, soprattutto, la possibilità di godere ancora una volta della gioia dello stare insieme.
Sembra tutto semplice, i primi tempi, per Shizukuishi. È stato abbastanza facile adattarsi alla nuova vita in città e conoscere nuove persone, soprattutto Shin'ichiro, l’amore tenero e rassicurante che ha sempre cercato. Peccato che ogni cosa luminosa, come una bella giornata di sole, debba sempre declinare verso la sera. In questo terzo capitolo della serie i due ragazzi saranno impegnati nella ricerca di una casa in cui andare a vivere finalmente insieme. Non sarà semplice districarsi tra agenti immobiliari che pensano solo ai soldi e ai comfort, mentre i ragazzi cercano un posto pieno di sole, in cui è possibile coltivare le piante e la loro giovane relazione.
Il senso e il sapore di questo libro si comprende già osservando la bellissima copertina in cui campeggia, tra colori pastello, un rametto di fiori di pesco. La delicatezza di questo fiore percorre ogni pagina scritta da Banana Yoshimoto: un’autrice che non smentisce le sue inclinazioni più profonde e che ancora una volta ci dona un piccolo gioiello di poesia e fulgore.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cristina rossana

    13/07/2016 13.15.51

    Amo la Yoshimoto da 22 anni, dal suo primo libro, Sonno profondo...e la sua capacità di far star bene come appunto recensito sopra. Ma qs ultima sua prova la trovo a tratti noiosa, troppo prolissa e lenta, pur se conserva tracce del suo tratto intimo e smbolico di comunione tra anima e mondo e tra le varie personalità. non capisco se derivi dalla traduzione qs fatto o dal volere allungare a ogni costo una storia fermandosi troppo su alcuni particolari o "digressioni" psicologiche. Forse è solo la mia personale delusione per la mancanza di lieto fine, rispetto alle altre vicende in cui, da una situazione di prova iniziale, si arrivava alla risoluzione del conflitto interiore della protagonista, che ritrovava sollievo e gusto per la vita.

  • User Icon

    Anna

    07/07/2016 12.20.18

    La Yoshimoto si conferma la poetessa che è. Come riesce lei a fare delle cose quotidiane e della banalità della vita poesia e ristoro dell'anima nessuno mai. Attendo l'ultimo volume e intanto leggerò Il Lago.

  • User Icon

    Manuel

    19/04/2016 14.22.57

    E' sorprendente la capacità di questa scrittrice di saper cogliere l'incanto e la magia che si nasconde nelle piccole cose quotidiane e regalarle al lettore in forma di lieve promessa. Ci vuole un grande animo e una sensibilità fuori dal comune. E il saperle trasmettere con tanta semplicità, senza ricorrere ad artifizi è arte. B. Yoshimoto riesce a far stare bene. Mica roba da poco

Scrivi una recensione