Il gigante sepolto - Kazuo Ishiguro - copertina

Il gigante sepolto

Kazuo Ishiguro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Susanna Basso
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 ottobre 2016
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788806231644
Salvato in 340 liste dei desideri

€ 12,35

€ 13,00
(-5%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il gigante sepolto

Kazuo Ishiguro

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il gigante sepolto

Kazuo Ishiguro

€ 13,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il gigante sepolto

Kazuo Ishiguro

€ 13,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 10,99 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Per il suo settimo romanzo Ishiguro torna ai temi a lui da sempre cari – la fallibilità e il ruolo della memoria, la dimensione onirica e quella nostalgica dell’esistenza, il dolore della vecchiaia e della perdita – ma lo fa qui scegliendo una forma inedita e quanto mai sorprendente.

«Un’intensa indagine sulla memoria e sulla colpa, ma anche un racconto di straordinarie atmosfere, una storia di travolgente leggibilità da divorare tutta d’un fiato. Un romanzo doloroso e bellissimo sul dovere del ricordo e il bisogno dell’oblio».Alex Preston, The Guardian

Il leggendario re Artù è morto ormai da qualche tempo ma la pace che egli ha imposto sulla futura Inghilterra, dilaniata per decenni dalla guerra intestina fra sassoni e britanni, seppure incerta, perdura. Nella dimora buia e angusta di Axl e Beatrice, tuttavia, non vi è pace possibile. La coppia di anziani coniugi britanni è afflitta da un arcano tormento: una sorta di inspiegabile amnesia che priva i due di una storia condivisa. A causarla pare essere una strana nebbia dilagante che, villaggio dopo villaggio, avvolge indistintamente tutte le popolazioni, ammorbandole con i suoi miasmi. Axl e Beatrice ricordano di aver avuto un figlio, ma non sanno più dove si trovi, né che cosa li abbia separati da lui. Non possono indugiare oltre: a dispetto della vecchiaia e dei pericoli devono mettersi in viaggio e scoprire l'origine della nebbia incantata, prima che la memoria di ciò a cui più tengono sia perduta per sempre. Lungo il cammino si uniscono ad altri viandanti - il giovane Edwin, che porta il marchio di un demone, e il valoroso guerriero sassone Wistan, in missione per conto del suo re - e con essi affrontano ogni genere di prodigio: la violenza cieca degli orchi e le insidie di un antico monastero, lo scrutinio di un oscuro barcaiolo e l'aggressione di maligni folletti, il vetusto cavaliere di Artù Galvano e il potente drago Querig...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,13
di 5
Totale 36
5
16
4
11
3
5
2
1
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Davide V.

    22/11/2020 20:31:15

    Un libro onirico, un fantasy misto ad un racconto introspettivo su cosa ci lasciamo alle spalle e sulle verità che ci legano o che ci separano dalle nostre conoscenze.

  • User Icon

    Ivano

    13/05/2020 06:12:53

    Uno dei libri più dolci e ben scritti che io abbia mai letto, ambientato in un mondo di ispirazione tolkeniana con una marcata influenza data dal ciclo arturiano. Ishiguro si riconferma uno dei miei scrittori preferiti di sempre

  • User Icon

    Mattia Pascal

    12/05/2020 17:59:31

    Questo romanzo mi ha deluso. Avevo grandi speranze nei suoi confronti, per l'ambientazione (la Bretagna del V secolo, Artù, draghi e orchi) che mi entusiasmava sebbene io non legga solitamente fantasy. Ma è stato un libro che a tratti sembrava persino scritto da uno romanziere in erba, figuriamoci come si possa credere che sia l'opera di un Premio Nobel. A volte passaggi ingenui, trama non sempre che reggeva, personaggi senza caratterizzazioni, senza umanità, poco reali e credibili e quasi privi di personalità. Un grandissimo peccato, era da tanto che volevo leggere questo autore.

  • User Icon

    Marzia

    12/05/2020 13:04:50

    Ho scoperto questo libro quasi per caso poco dopo la sua pubblicazione e ad oggi sono ancora convinta che sia stato lui a trovare me. Era un momento molto difficile della mia vita, ma questo romanzo mi ha aiutata a rimettermi in piedi con la dolcezza di due amanti, con la paura dell'ignoto, con il sapore antico della fiaba. Consiglio a tutti la lettura, non ve ne pentirete.

  • User Icon

    Ugo

    12/05/2020 07:26:36

    Bellissima storia, con sorprendenti ribalti e per nulla scontata. Risulta difficile far parte dello stile del libro scritto a mo' di favola perenne.

  • User Icon

    xR

    11/05/2020 17:53:52

    Un libro decisamente particolare. Mi ha incuriosita soprattutto per il fatto che i protagonisti di un racconto d'avventura (fantasy?) siano dei coniugi anziani. All'inizio non mi ha convinta, probabilmente perché mi aspettavo un po' più di "azione", poi ha preso una piega decisamente più interessante e mi sono appassionata. È impossibile non provare empatia e tenerezza per Axl e Beatrice, analizzati e descritti in modo molto intimo. Ho finito di leggerlo da un po' e ancora ogni tanto ripenso al finale: non pensavo che un romanzo potesse avere una fine tanto bella e tanto triste allo stesso tempo. Già solo per questo 4 stelle meritate.

  • User Icon

    Hadar

    15/03/2020 07:10:49

    Bello, intenso, ricco di sorprese, quasi lento ma con spunti di riflessione e inganni che fanno apprezzare anche un po' di tedio. Non so, è proprio lo stile unico che ti prende

  • User Icon

    prisca

    11/03/2020 17:16:05

    Alla fine mi ha distrutta. È difficile definirlo, penso però che solo uno scrittore di altissimo livello e di incredibile sensibilità possa scrivere qualcosa del genere. Non dimenticherò mai questa storia, perché penso sia impensabile trovare qualcosa di simile.

  • User Icon

    derecha

    03/03/2020 20:36:01

    Libro molto bello con una trama particolare.

  • User Icon

    Anna

    01/10/2019 09:06:22

    Ho letto un romanzo fantasy e ne sono sopravvissuta Le aspettative che avevo verso questo nuovo romanzo di Ishiguro erano pressoché pari a zero: in primo luogo, per via del genere. Non ho mai amato leggere storie di draghi, orchi e compagnia bella, però lui era uno dei miei scrittori preferiti e quindi non potevo certo ignorarlo. In secondo luogo, la trama: due vecchietti che, persa la memoria, vagano per lande desolate incontrando strani esseri e guerrieri senza paura? Naaa! Infine, la certezza che non sarebbe mai potuto essere un capolavoro, perchè quello Ishiguro l'ha già scritto nel 1989 e l'ha intitolato "Quel che resta del giorno". A dispetto di tutti i miei pregiudizi, invece, grande è stata la sorpresa nel ritrovarmi, a fine lettura, con la consapevolezza di aver terminato un bel libro, non certo un capolavoro di proporzioni epiche, ma un romanzo ben confezionato, senza punti morti, né noioso né pesante ( come avevo invece avuto modo di leggere in certe critiche ). La storia scorre via senza inciampi, la nebbia della storia sembra avvolgere anche te e fino all'ultima pagina ti chiedi che ne sarà dei poveri Axl e Beatrice, mentre attendi col cuore in gola l'esito dei duelli tra guerrieri, cavalieri di re Artù e malvagi demoni. Un romanzo impregnato di nostalgia, fatica, saggezza, segreti, odio, sangue, spade sguainate, legami fortissimi e immensi spazi aperti. Dieci anni d’attesa per un libro che, complessivamente, promuovo.

  • User Icon

    n.d.

    25/09/2019 22:00:38

    Ottimo, trama ben congegnata e scorrevole. Consigliato.

  • User Icon

    Beatrice

    21/09/2019 16:25:28

    Questo libro ci accompagna in un viaggio avvincente che vorremmo non finisca. Ishiguro dipinge paesaggi quasi fantasy, luoghi come al solito onirici eppure concreti, che portano in situazioni riconoscibili da tutti noi. In questo viaggio, che ha qualcosa del rituale di iniziazione, un inevitabile percorso attraverso il tempo e i ricordi che accompagna il legame tra due amanti, ci si disvelano sempre più aspetti della realtà. Come sempre Ishiguro ci fa scoprire un po' di più noi stessi.

  • User Icon

    Fra

    19/09/2019 09:51:01

    Cosa ho amato di questo libro? Il fatto che attinga al Ciclo Arturiano senza trovarsi a svilupparne le solite tematiche, o per lo meno senza arrivare a lasciargli sovrastare tutta la trama. Lo stile di Ishiguro si armonizza in modo saggio - ma non pesante - con l’epoca nella quale ambienta le vite dei personaggi. Lo stile diventa in molti passi poetico, in altri comunque incisivo nell’azione. Il finale dolce amaro ci fa riflettere sul legame che può unire due persone in una coppia e richiedere, nel tempo, il coraggio di saperlo reinventare, di accettarne le zone d’ombra e accettare di imparare a conoscere una seconda volta l’altro, anche in quella luce più fioca. Mi è piaciuto, mi ha dimostrato che le leggende più antiche possono ancora ricevere nuova veste. Mi ha spinto a voler leggere altro di Ishiguro, che sembra proprio essere un autore capace di esplorare setting e generi molto differenti.

  • User Icon

    fangio

    07/09/2019 18:48:53

    Mi aspettavo qualcosa di più, sono sincero. Libro che si lascia leggere, sotto la buccia fantasy c'è una polpa che parla di memoria, ricordi, dolore, speranza. Ma nel complesso non supera mai la soglia della meraviglia, secondo me, né come scrittura, né come trama

  • User Icon

    Ambra

    02/08/2019 12:00:13

    Un romanzo fantasy uscito nel 2015, il settimo romanzo di Ishiguro, ambientato in Inghilterra nel periodo post re Artù e mago Merlino, tra villaggi sassoni e britanni. Axl e Beatrice sembrano all'inizio essere i soli protagonisti ma il viaggio che intraprendiamo con loro ci farà conoscere altri personaggi e nell'ampliarsi della storia i capitoli si alterneranno nel raccontarne le vicende. In un'ambientazione onirica molto fantasy ma anche mitologica incontreremo cavalieri, elfi, orchi e perfino un drago! La forza dell'amore, la vecchiaia, la perdita si della memoria ma anche delle cose care, sono solo alcuni lati toccati dal romanzo. Verso la fine, la profondità dei significati e le riflessioni che lo scrittore fa emergere scuotono la coscienza individuale e collettiva. Un capolavoro. Non nascondo che non è stata una facile lettura. Bisogna immergersi e iniziare a volare con Ishiguro per poterla apprezzare. Facevo anche difficoltà a proseguire ma la ricerca di un figlio lontano ed un inizio ricco di mistero e curiosità mantengono la lettura costante; mi sentivo come se anch'io avessi subito qualche strano sortilegio. È un romanzo assolutamente da 5 stelle anche se a qualcuno può non piacere, la maestria della narrazione di Ishiguro vale tanto. Io sono stata stregata e sicuramente a breve leggerò altro di questo autore.

  • User Icon

    Arianna

    22/03/2019 17:52:20

    L'ambientazione della storia è fantasy, ma non si tratta di un romanzo fantasy. Se siete alla ricerca dell'azione o di un secondo Harry Potter leggete qualcos'altro. A mio avviso lo sfondo fantasy dà quel tocco in più pur non essendo il perno centrale della narrazione. Il romanzo è delicato e si legge con facilità. Accanto a strane avventure e personaggi improbabili ma trasudanti di umanità con tutti i suoi pregi e difetti, vi è ampio spazio per la riflessione, sul ricordo, la memoria, il perdono. Bellissimo.

  • User Icon

    Christian

    11/03/2019 16:57:01

    stupendo romanzo dall'atmosfera onirica, delicata, commovente.

  • User Icon

    Carla

    08/03/2019 09:47:59

    Clima surreale, ma al tempo stesso concreto. Forse non il suo libro migliore, ma ho trovato molto affascinante il finale, mi ha fatto riflettere sul fatto che una persona nulla è senza il suo passato.

  • User Icon

    giulia

    07/03/2019 16:57:57

    ho acquistato il romanzo attratta dalla copertina mi ha incredibilmente sorpresa, incantata e mi ha fatto riflettere...a volte è positivo giudicare un libro dalla copertina

  • User Icon

    Marco

    05/01/2019 21:30:52

    Cercavo un classico fantasy, che mi aiutasse ad allontanarmi dalla realta e è dai suoi pensieri.... Invece è un libro che ti spinge a riflettere sulla memoria, sull'amore e sui legami in genere... Scritto molto bene.. Buon acquisto.

Vedi tutte le 36 recensioni cliente

Amore e pace senza ricordi, il fantasy di Ishiguro

Vincitore del premio Nobel per la letteratura 2017, Kazuo Ishiguro con il suo ultimo romanzo tradotto da Susanna Basso ed edito da Einaudi, Il gigante sepolto (320 pagine, 13 euro), offre al lettore una favola ambientata nel passato che si tinge dell’universalità che solo la grande letteratura possiede.

Protagonisti de Il gigante sepolto sono Axl e Beatrice, due vecchi coniugi che dimorano in una piccola stanza all’interno di una comunità. I dialoghi di beckettiana memoria che intercorrono tra i due non sono certo quelli che ci si potrebbe aspettare da un amore senile: nelle loro parole e nei loro gesti non c’è segno di abitudine o noia, né tanto meno di familiarità. Axl e Beatrice vivono nella Britannia dei tempi immediatamente successivi alla morte di Re Artù; il sovrano è riuscito a portare la pace tra i sassoni e i britanni grazie a un sortilegio che ha fatto scendere una fitta nebbia che offusca i ricordi dell’intera popolazione. I due anziani decidono di intraprendere un viaggio che potrà forse rendere loro la memoria, consapevoli che l’amore che nutrono l’uno nei confronti dell’altra – anche se il percorso che li ha portati fin lì è ignoto – è già un lieto fine: è un amore che ha superato ogni difficoltà, la stanchezza, l’età e i malanni che comporta. Il viaggio che si apprestano a compiere è stato rimandato troppo a lungo per paura di scoprire una verità scomoda: non sanno cosa hanno dimenticato, ma confidano di non avere macchie troppo gravi nel proprio operato.

I due coniugi lasciano il villaggio e intraprendono un percorso che dovrebbe portarli dal figlio, all’incirca trentenne, che li aspetta in un borgo vicino ma di cui non hanno che un vago ricordo. La mancanza di passato non sospende mai la realtà dal suo contesto storico.

Come i due protagonisti, anche i sassoni e i britanni non ricordano i motivi che li hanno spinti a odiarsi in un passato ormai remoto e oggi convivono pacificamente come fratelli. Durante il cammino, Axl e Beatrice saranno affiancati da un ragazzo vittima di pregiudizi perché morso da un orco e da un portentoso guerriero sassone. Quest’ultimo sembra l’unico a non aver dimenticato il passato e ha intenzione di uccidere il drago femmina Querig, il cui fiato costituisce la nebbia che invade la landa e deruba le persone dei loro ricordi. Querig è rappresentata come un verme ormai privo di forze, non c’è niente di eroico in lei, anche se probabilmente in passato il suo ruolo è stato fondamentale. Il guerriero è la voce dello smascheramento delle menzogne, ritiene che una pace fondata su premesse false non possa considerarsi autentica e non si fa certo impietosire dalle truci tradizioni di penitenza dei monaci. Al contrario sir Galvano, cavaliere di Re Artù, vorrebbe lasciare le cose come sono e mantenere la pace tra i due popoli.
L’ambientazione creata da Ishiguro ha del mitologico e del fantastico, atmosfera utile a plasmare una serenità dove il peso della memoria è totalmente attenuato. Nella nebbia si può seppellire un gigante – una questione irrisolta, un senso di colpa nel passato di una coppia, di una famiglia o dell’intera società – e porre le basi per il perdono. Esistono rapporti, anche complessi come quelli tra nazioni, basati sul silenzio, sull’oblio di questioni che possono anche rivelarsi sciocche; ma essere lontani da sé stessi equivale a perdere la propria identità, le convinzioni, tutto ciò per cui si è lottato per una vita. Quella di Ishiguro è una scrittura delicata e lenta, che si rivolge al mondo interiore di ciascuno, che invita a guardare in faccia il proprio gigante sepolto, ma non dà indicazioni sul fatto che si debba o meno disseppellirlo.

La valenza positiva che di norma viene attribuita all’atto del ricordare è qui messa in discussione: forse a volte vale la pena accantonare ogni cosa e imparare a ripartire da zero. La nebbia del fiato del drago Querig potrebbe allora essere un incantesimo benefico per tutti. Non avere memoria è come poter riposare, abbandonare al passato qualcosa di doloroso può anche comportare un progresso. Ma può esistere l’amore se non c’è ricordo dei momenti condivisi? Si può avere la pace solo dove manca la memoria? Per quanto può durare una tregua fondata sulla menzogna? Il gigante è stato sepolto ma non ucciso, potrebbe riaffiorare da un momento all’altro.

Recensione di Paola Lorenzini

  • Kazuo Ishiguro Cover

    Vincitore del Premio Nobel per la letteratura nel 2017.Scrittore giapponese naturalizzato britannico, è nato a Nagasaki nel 1954 e si è trasferito con la famiglia in Inghilterra nel 1960. Tutti i suoi romanzi sono tradotti in italia da Einaudi: Un pallido orizzonte di colline (1982), Un artista del mondo fluttuante (1986), Quel che resta del giorno (1989 e 2011), Gli inconsolabili (1995 e 2012), Quando eravamo orfani (2000), Non lasciarmi (2006), Da Quel che resta del giorno (Booker Prize 1989) è stato tratto un celebre film con Anthony Hopkins ed Emma Thompson. Sua è anche la raccolta di racconti Notturni. Cinque storie di musica e crepuscolo (2009 e 2010).Nel 2015 esce Il gigante sepolto per Einaudi.  Approfondisci
Note legali