Gilles - Pierre Drieu La Rochelle - copertina

Gilles

Pierre Drieu La Rochelle

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: L. Biancardi
Collana: Letteratura
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 27 ottobre 2016
Pagine: 572 p., Brossura
  • EAN: 9788898820047
Salvato in 68 liste dei desideri

€ 28,00

Venduto e spedito da LIBRIAMO

Solo 2 copie disponibili

+ 4,99 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 26,60

€ 28,00
(-5%)

Punti Premium: 27

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 28,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Romanzo-romanzo, romanzo-saggio, "Gilles" è la narrazione in terza persona della vita di un intellettuale francese tra le due guerre, preso nel gioco spietato delle idee e delle passioni estreme entro cui si attorciglia la sua ricerca di un senso ultimo. Autobiografico romanzo della decadenza, raffinato e cinico, è la storia di un giovane che piace alle donne e ama la guerra. Di ritorno a Parigi dopo le trincee della prima guerra mondiale, egli si scontra con la morale del mondo borghese, che cerca di superare dall'interno, fino a comprendere che l'unica via d'uscita, pur nella consapevolezza della sconfitta, è la distruzione di quel mondo. Fedele alla propria figura di scrittore moralista lucido e ostinato, Drieu La Rochelle, tagliente e contradditorio, antidemocratico e suicidario, "agente doppio" romantico e reazionario, in quello che è il suo romanzo maggiore non risparmia se stesso più della propria epoca. Così "Gilles", come il suo autore, per alcuni sarà uno specchio nitidissimo, per altri deformante, mentre qualcun altro ancora, dopo averlo infranto, si taglierà con i suoi pezzi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gilles Gambier

    19/09/2019 22:01:14

    Un uomo diviso tra le sue aspirazioni e le sue debolezze. Gilles Gambier, ritratto impietoso che Drieu La Rochelle fa di sé stesso, ama la guerra ma teme la morte, disprezza e tradisce le donne ma ne rimane ogni volta legato, odia la borghesia eppure non riesce a non farne parte. La storia di un uomo che vive dalla prima guerra mondiale tutte le contraddizioni del suo secolo, che infatti poi lo porteranno a buttarsi a capofitto addosso ai fascismi in ascesa, più per un senso di disillusione verso le altre avanguardie del secolo che per una vera cognizione di causa. Interessante in questo senso anche la parodia del dadaismo, rappresentato attraverso il gruppo Rivolta, troppo fine a sé stesso ed incagliato nella futile autocelebrazione. Una prosa con frasi brevi e concise, sebbene la mole sembri impegnativa, si legge con estrema facilità. Da divorare ed apprezzare in ogni suo punto.

  • User Icon

    Daniele

    01/08/2018 08:48:35

    Il romanzo si sviluppa tra la prima guerra mondiale e gli anni 30, il protagonista e' pieno dui contraddizioni: ama la guerra ma non esita ad imboscarsi in un ministero, denuncia la corruzione morale e civile dei suoi tempi ma lui stesso ne fa parte, ha delle ambizioni politiche ma rimangono piuttosto velleitarie, ecc. Ha varie vicende sentimentali ma non e' sempre onesto, al contrario e piu' attratto dal denaro e dal prestigio sociale. Il senso principale del romanzo in ogni caso non e' legato alle considerazione e vicende politiche raccontate ma ad una intima insoddisfazione verso se stessi e verso la societa'.

  • Pierre Drieu La Rochelle Cover

    (Parigi 1893-1945) scrittore francese. Combattente durante la prima guerra mondiale, più volte ferito, fece parte di quella schiera di intellettuali sconvolti dall’eccidio bellico e tuttavia attratti dal fascino dell’azione. Formatosi su autori come Claudel e Barrès, lasciò in alcuni saggi (Misura della Francia, Mesure de la France, 1922; Il giovane europeo, Le jeune européen, 1927; Ginevra o Mosca, Genève ou Moscou, 1928) la traccia di una tormentata ideologia, ispirata a un acceso nazionalismo e alla riproposta, densa di ragioni polemiche, dei valori umanistici compromessi dal più recente corso della storia. D. la R. finì con l’approdare a posizioni apertamente reazionarie, con l’aderire al partito di Doriot e col farsi, durante la seconda guerra mondiale, paladino della collaborazione con... Approfondisci
Note legali