Traduttore: G. Pandolfo
Editore: TEA
Collana: TEA Best Seller
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 marzo 2015
Pagine: 445 p., Brossura
  • EAN: 9788850238569
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    susy

    02/05/2017 19:35:21

    Questo libro sembra scritto da due autori diversi. Fino a tre quarti l'ha scritto lei, il suo stile è riconoscibile. Il finale potrebbe averlo scritto qualcun altro, un suo allievo magari... È banale, raffazzonato e sicuramente non all'altezza di questa autrice che invece ho molto apprezzato in altre occasioni.

  • User Icon

    edda

    11/07/2015 12:25:38

    Sono d'accordo con chi afferma che questo libro non è così coinvolgente come tanti altri della stessa autrice. La lettura è scorrevole ma la trama non ti cattura come al solito. Una volta letto ti rimane poco. Ho notato anche che in tantissime opere di questa autrice c'è sempre un personaggio con problemi di dipendenza dall'alcool o qualcuno dedito agli psicofarmaci. Sotto questo aspetto la Link si ripete abbastanza.

  • User Icon

    lalla

    30/06/2015 11:31:54

    Charlotte Link è una brava autrice ma stavolte mi ha delusa in quanto questo libro non mi ha catturato come al solito.

  • User Icon

    Roberta

    25/06/2015 10:14:48

    Questo racconto e' un giallo anomalo. C'e' un morto ma niente suspense e niente sangue. Solamente un'analisi dettagliata dei personaggi coinvolti nell'omicidio. Chi viene ucciso e' David Bellino, uomo arrogante e insicuro, e per scoprire il colpelvole l'autrice scava nel passato dei possibili colpevoli, scoprendone segreti e debolezze. Unica pecca, a mio avviso, il dilungarsi troppo nel raccontare la vita dei personaggi. La lettura e' comunque scorrevole e non annoia.

  • User Icon

    lolli

    02/06/2015 14:56:18

    A me è piaciuto moltissimo, come gran parte dei libri della Link. L'inizio è un po' lento, i personaggi sembrano banali ma quando inizia la narrazione delle loro vite, piano piano si viene coinvolti. Ragazzi ricchi e no, che affrontano la vita in modi completamente diversi commettendo tutti molti errori ma l'esperienza della morte di David dà loro l'occasione di riflettere sul proprio vissuto e gli dà anche l'opportunità di cambiare. E' un romanzo sulla speranza anche che inizia con un omicidio.

  • User Icon

    artemisia

    01/03/2015 18:07:06

    Di quest'autrice avevo letto con piacere La Casa delle Due Sorelle, ma questo libro non ce l'ho fatta nemmeno a finirlo... noia, personaggi scolpiti con l'accetta, episodi improbabili.. non lo consiglio affatto.

  • User Icon

    dani70

    04/11/2014 11:53:45

    Questo romanzo è stato una delusione...All'inizio mi ha fatto venire in mente "Dieci piccoli indiani" ma fortunatamente la trama poi si svolge diversamente rispetto al romanzo di Agatha Christie. Qui ci sono 4 amici che accettano di trascorrere alcuni giorni insieme ad un quinto amico odiato (a ragione) da tutti loro. Per quasi tutto il romanzo si raccontano le sfortunate vite dei personaggi, e non succede niente che scuota il lettore...neanche un colpo di scena...un po' di emozione e/o suspance...niente!

  • User Icon

    Carlotta

    02/09/2014 17:37:38

    Sembra un giallo degli anni '30 ma di quelli non molto riusciti. Come è possibile, al giorno d'oggi, che l'investigatore della polizia si sieda nel salotto del morto insieme ai sospettati, praticamente psicanalizzandoli? Ed è anche un po' troppo grottesco che David, da sobrio e da sbronzo, non infili mai altro che disastri nei confronti degli amici, ben quattro volte, cinque se ci mettiamo anche Laura. E come è possibile che una ragazza della fine del ventesimo secolo, Mary intendo, si comporti come una figlia vittoriana, facendosi "vendere" dal terribile padre a un bruto? Tuttavia con tutti i suoi difetti è scorrevole e si fa leggere e per questo do due anzichè l'uno che in fondo meriterebbe.

  • User Icon

    Umberto75

    01/09/2014 22:03:00

    Libro abbastanza insufficiente nel senso che non ha un sussulto che sia uno e si capisce praticamente tutto subito

  • User Icon

    Francesco

    27/08/2014 19:26:24

    Charlotte Link non delude mai, anche se onestamente ho avuto molti dubbi prima di comprare questo libro: sembrava stranamente una storia molto banale...grosso errore! E' un libro che ti coinvolge dalla prima all'ultimissima pagina. Non propriamente un giallo,bensì un giallo psicologico che porta poi inevitabilmente a fare i conti con la propria coscienza. Indubbiamente il libro più bello della Link che ho letto, assieme a "L'ultima traccia".

  • User Icon

    mo

    23/06/2014 22:00:04

    bel libro.....da leggere senza problemi

  • User Icon

    Isa

    28/05/2014 21:06:58

    Poteva essere un bel cinque ...peccato per il finale!

  • User Icon

    cristina grasselli

    27/05/2014 12:18:54

    scritto bene ma non all'altezza degli precedenti...niente suspence, storia stiracchiata, finale raffazzonato- non mi e' piaciuto

  • User Icon

    Giorgia

    26/05/2014 16:20:32

    Sono una grande appassionata della Link, ma questa volta mi ha proprio delusa: è vero, come si scrive anche in un'altra recensione, è un proprio romanzo campato per aria. La figura dell'investigatore rasenta il ridicolo: trascorre la notte insieme agli indagati che sembrano persino prenderlo in giro! Non è male, invece,l'idea di dedicare degli interi capitoli per raccontare la vita di ognuno dei sospettati, ma alla fine non riesce ad intrecciare le vicende e pare avergli trovato un finale in tutta fretta.... Spero si tratti di un incidente di percorso.

  • User Icon

    silvia

    21/05/2014 20:20:40

    Ma, devo dire che questa volta il libro della Link non mi ha preso come al solito.Un finale quasi scontato.Mi dispiace .voto solo 3

  • User Icon

    Roby74

    17/05/2014 15:24:50

    Premetto che adoro l'autrice, soprattutto da quando si è "convertita" a questo genere letterario. Sebbene abbia preferito alcuni suoi lavori precedenti, il libro, particolare ed atipico, merita la lettura, soprattutto per chi vuole rimanere inchiodato alle pagine, ove il perno è non solo chi ha commesso un omicidio, ma, quello che conta e coinvolge maggiomente nel romanzo, è la storia di ciascun personaggio. Si parla di vita, ma, soprattutto, di destino. Un destino chiamato "David", che accomuna tutti gli sfortunati protagonisti. Siamo a New York, ll magnate della finanza David Bellino sta per festeggiare l'arrivo dell'anno nuovo con un gruppo di vecchi amici e la bellissima fidanzata Laura. Gli invitati vogliono solo fare finalmente fare i conti con lui, artefice inconsapevole dell'infelicità in cui vivono. Verrà ucciso nel suo studio, con un colpo di pistola. Tutti sembrano avere un movente, ma anche un alibi. Dagli interrogatori degli inquirenti riemergeranno dolorosi ricordi del passato, relazioni ambigue e pericolose tra sei persone allo stesso tempo unite e divise dal desiderio di amore e amicizia, dal sapore amaro della sconfitta, dalla determinazione a trovare giustizia...

  • User Icon

    lauretta

    17/05/2014 06:21:04

    Della Link non mi sono mai lasciata scappare un romanzo. In questo caso, mi sono trovata davanti personaggi molto ben caratterizzati, cosa tipica di questa scrittrice, una trama avvincente, che richiama molto Agatha Christie, ma un finale piuttosto deludente, stiracchiato direi. Peccato, le pagine si divorano senza sosta, aspettandosi un epilogo sorprendente che, come purtroppo è accaduto in altri lavori della Link, non sorprende affatto. Siamo molto lontani dai suoi memorabili romanzi, come "La donna delle rose"...

  • User Icon

    simona

    12/05/2014 11:27:07

    Un altro romanzo della Link aggiunto alla mia lista...eppure questo non mi ha convinto affatto! Una storia un po' campata in aria, è questa l'impressione che mi ha dato. Un finale frettoloso e decisamente prevedibile. Sotto tono rispetto agli ultimi lavori.

  • User Icon

    vsnia

    07/05/2014 17:39:17

    come sempre, un buon romanzo, avvicente, scorrevole, che non annoia mai

  • User Icon

    Kath Pierce

    15/04/2014 13:55:17

    Come sempre un romanzo di alto livello.Ho letto quasi tutti i suoi libri,di cui non sono mai stanca.Narrazione scorrevole e incalzante.Unica pecca,come al solito,per la Link,i finali un po' sottotono rispetto al resto della storia.In ogni caso per l'ennesima volta brava!Una delle mie preferite di sempre...

Vedi tutte le 21 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione