Categorie
Traduttore: P. Tomasinelli
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2013
Pagine: 174 p., Rilegato
  • EAN: 9788806192396
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 10,26

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MICHAEL CARLOTTI

    26/05/2015 14.32.17

    Poteva essere solo scritto così. Asciutto ed essenziale. Come se la dittatura avesse prosciugato il testo. Bellissimo. Incantevole.

  • User Icon

    Marco FERRARO

    03/12/2013 00.06.52

    Nel grande filone della letteratura latino-americana contro dittature ed oppressioni, ma qui siamo un po' dopo, non è Isabel Allende che tratta dell'instaurarsi del terrore, del sangue che scorre, delle scomparse, non è Sepulveda, non è Lemebel; Pinochet è sul viale del tramonto, la dittatura cerca di darsi una facciata pulita e quasi rispettabile, il tutto rientra in una battaglia "democratica" - obbligatoriamente tra virgolette - : il referendum. Ed allora i toni sono più distesi, talvolta anche umoristici, anche se la dittatura rimane sempre presente sullo sfondo come la macchina senza targa perennemente presente sotto le finestre del protagonista, come il dolore alla clavicola, ricordo della cure della polizia. Sì, è vero che i temi sono più leggeri ed anche questa è stata una lettura interessante, ma oggettivamente la Allende era un'altra cosa, per cui questo libro rimane un gradino al di sotto.

  • User Icon

    angelo

    16/09/2013 11.12.55

    Ingredienti: un figlio inquieto di un professore desaparecido, un pubblicista di successo messo in un angolo dalla dittatura, un referendum che può cambiare la storia di un paese, 15 minuti di arcobaleno per provare a cancellare 15 anni di buio. Consigliato: a chi resiste ogni giorno contro la forza corrosiva di ogni potere, a chi lotta durante le tempeste per raggiungere il sereno.

  • User Icon

    Aldus

    30/06/2013 11.34.28

    La dittatura è agli sgoccioli. Il referendum che è stato indetto dal regime è l'unica e grande opportunità che si presenta al popolo stanco logorato e impaurito, dopo un quindicennio dominato dal regime. I personaggi rappresentati sono quelli che girano intorno al mondo accademico. La voglia di riscatto si sta pian piano facendo avanti. Sembra un crescendo rossiniano in cui la speranza di libertà e la voglia di tornare a vivere si riaccendono assieme ai sentimenti di felicità e amore rimasti sopiti per troppo tempo. Mi è sembrato un buon romanzo, di facile lettura che ben rappresenta il clima degli anni della dittatura.

  • User Icon

    Federica

    19/05/2013 17.31.08

    Letto tutto d'un fiato. Romanzo gradevole anche se il contesto è drammatico. Non sarà un capolavoro ma lo consiglio perché è originale e leggero.

  • User Icon

    Mussik

    10/05/2013 17.21.45

    Libro molto ben strutturato nel suo insieme; a voler essere pignoli con una scrittura forse po' troppo schematica all'inizio, ma che poi prende subito forme migliori e si riscalda, riuscendo ad accompagnare la trama verso vette di effettivo interesse. Storia drammatica con pochi protagonisti che racconta teneramente di rapporti sentimentali di due adolescenti, cadute sociali, inerzie individualistiche, il tutto sotto l'orribile cappa della dittatura militare. Si intuisce inoltre fin dalle primissime pagine che l'opera deve aver fatto da "libretto" per il film "NO" 2013 di P. Larrain.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione