Giorno per giorno disperatamente (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1961
Supporto: DVD
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 7,49

€ 9,99
(-25%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,90 €)

Dario, un giovane malato di mente, è ricoverato in un ospedale ma la madre Tilde lo fa uscire per sottoporlo alle cure di uno specialista svedese. L'ossessivo amore della donna per Dario l'ha portata a trascurare l'altro suo figlio, Gabriele, che ha passato i suoi anni ad accudire il fratello e a fargli da infermiere, negando i suoi desideri e le sue aspirazioni. Il padre Pietro, un modesto sarto, è costretto a gravi sacrifici e umiliazioni per poter trovare il denaro necessario alle cure di Dario. Gabriele si accorge un giorno che il fratello si impossessa di un coltello ma non dice niente, quasi nella speranza che il giovane voglia suicidarsi. Quando Dario, in preda a un nuovo attacco di follia, si barrica nella propria camera, Gabriele si getta contro la porta e strappa l'arma dalle mani del fratello. Vedendoli lottare, la madre crede che Gabriele voglia uccidere Dario e lo caccia di casa. Gabriele passa la notte da Marcella, una ragazza di cui è innamorato. Quando il mattino dopo telefona alla madre si rende conto che sta succedendo qualcosa di terribile.
  • Produzione: Titanus, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Madeleine Robinson Cover

    Nome d'arte di M. Svoboda, attrice francese. Giovanissima inizia la carriera teatrale affermandosi in breve tempo come interprete drammatica. Esordisce sul grande schermo agli inizi degli anni '30, ma solo nel 1936 si fa conoscere a pubblico e critica grazie alla piccola e intensa parte della madre nell'intimistico Raggio di sole di L. Moguy. Seguono pellicole in cui si dimostra interprete versatile grazie a ruoli a metà tra il drammatico e l'agrodolce a lei ben congeniali, che le procurano meritati successi. La si ricorda ingenua amante delusa nell'intricato e malinconico Luce d'estate (1942) di J. Grémillon, arrampicatrice sociale nell'amaro Evasione (1943) di C. Autant-Lara, moglie borghese tradita nel corrosivo A doppia mandata (1959, con cui vince la Coppa Volpi) di C. Chabrol, ambigua... Approfondisci
  • Tino Carraro Cover

    Propr. Agostino C., attore italiano. Giunge al cinema dopo una notevole e fortunata carriera teatrale, diretto soprattutto da G. Strehler al Piccolo Teatro di Milano. Tra le sue interpretazioni, che per intensità e livello qualitativo riscattano anche film commerciali di secondaria importanza, lo si ricorda freddo sabotatore in Il terrorista (1963) di G. De Bosio, ambiguo capo della polizia in Cadaveri eccellenti (1976) di F. Rosi e losco uomo politico in Notte italiana (1987) di C. Mazzacurati. Parallelamente ai suoi impegni cinematografici e teatrali (non abbandona mai del tutto il palcoscenico), soprattutto tra gli anni ’60 e ’70, si lascia tentare anche dalla televisione e partecipa a molti sceneggiati di successo come I promessi sposi (1967) di S. Bolchi in cui è Don Abbondio. Approfondisci
  • Nino Castelnuovo Cover

    "Propr. Francesco C., attore italiano. Di origini proletarie, con alle spalle un’esperienza di fabbrica, frequenta i corsi del Piccolo Teatro di Milano ed esordisce nel cinema con Un maledetto imbroglio (1959) di P. Germi. Ottiene poi ruoli primari in Un giorno da leoni (1961) di N. Loy e in Laura nuda (1961) di N. Ferrari. Successivamente recita da protagonista anche in Francia, in Les parapluies de Cherbourg (1964) di J. Demy, in Un mondo nuovo (1966) di V. De Sica e in Les creatures (1966) di A. Varda. Dopo Amore e rabbia (1969) di C. Lizzani, le sue apparizioni cinematografiche si fanno più rade in favore del teatro e della televisione, dove è il Renzo Tramaglino di I promessi sposi di A. Bolchi; ricompare sul grande schermo in Il paziente inglese (1996) di A. Minghella. " Approfondisci
Note legali