Giovanni Pico Della Mirandola

Thomas More

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Forgotten Books
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 4,82 MB
  • EAN: 9780259637653

€ 56,85

Punti Premium: 57

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Giovanni Pico Della Miran-dola, "the Phoenix of the wits," is one of those writers whose personality will always count for a great deal more than their works. His extreme, almost feminine beauty, high rank, and chivalrous character, his immense energy and versatility, his insatiable thirst for knowledge, his passion for theorizing, his rare combination of intellectual hardihood with genuine devoutness of spirit, his extraordinary precocity, and his premature death, make up a personality so engaging that his name at any rate, and the record of his brief life, must always excite the interest and enlist the sympathy of mankind, though none but those, few in any generation, who love to loiter curiously in the bypaths of literature and philosophy, will ever care to follow his eager spirit through the labyrinths of recondite speculation which it once thridded with such high and generous hope.
  • Thomas More Cover

    (Londra 1478-1535) letterato e filosofo inglese. Ebbe a Oxford una formazione umanistica; fu grande amico e collaboratore di Erasmo da Rotterdam (con il quale tradusse parte dei Dialoghi di Luciano) e di William Lyly (con il quale compilò un’antologia di poeti greci tradotti in lingua inglese). Avvocato di fama, entrò nel parlamento inglese nel 1504, conducendo con la sua raffinata eloquenza una battaglia contro la politica erariale di Enrico VII, volta a ottenere sempre maggiori vantaggi per la corte a danno del popolo. Caduto in disgrazia e costretto a vita privata, ritornò sulla scena politica con l’ascesa al trono di Enrico VIII, che lo ebbe in così grande considerazione da portarlo alla carica di lord cancelliere (1529). Rifiutatosi di rinnegare l’autorità del papa in materia religiosa... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali