Giù la testa di Sergio Leone - DVD

Giù la testa

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Sergio Leone
Paese: Italia
Anno: 1971
Supporto: DVD
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 8,49

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 7,00 €)

Un bandito messicano si unisce ad un irlandese per rapinare una banca non sapendo che quest'ultimo combatte per la causa della rivoluzione messicana.
4,5
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Mario

    23/09/2019 22:35:46

    Giù la testa è un film del 1971 diretto da Sergio Leone e interpretato da Rod Steiger, James Coburn e Romolo Valli. È il secondo film della cosiddetta trilogia del tempo, preceduto da C'era una volta il West (1968) e seguito da C'era una volta in America (1984). Il film è ambientato nel Messico del 1913, durante la rivoluzione, e vi vengono citati Francisco Indalecio Madero, Pancho Villa, Emiliano Zapata e Victoriano Huerta. Le vicende sono da collocare nel periodo seguente l'assassinio di Madero da parte di Huerta, nel corso del tentativo della guerriglia, guidata da Villa e Zapata, di uccidere il nuovo dittatore.

  • User Icon

    Ernesto

    31/07/2018 08:35:53

    Rivisto ieri mi sono reso conto che nel mio precedente commento forse ho esagerato in maniera negativa con il voto. Do punteggio pieno per il colossale lavoro operato da Sergio Leone e per la colonna sonora di Ennio Morricone. Rimane però quella piccola pecca accennata sopra, anzi forse sarebbe più giusto dire sotto. Gabriele, sulla confezione del mio DVD acquistato parecchi anni fa in edicola c'è scritto genere western, e poi se questo non è un film western, come mai su ibs questo film lo trovi anche nella categoria western?

  • User Icon

    Gabriele

    18/02/2015 09:05:20

    Uno dei miei film preferiti di sempre. Soltanto la colonna sonora merita l'acquisto del DVD p.s. Ernesto, guarda che questo film non è un western...

  • User Icon

    Ernesto

    06/09/2014 21:59:53

    Non è un brutto western, ma nel corso degli eventi qualcosa non quadra. C'è un fatto inspiegabile che in precedenza mi era sfuggito, o che ho voluto ad ogni visione semplicemente ignorare, ma che invece ha la sua importanza. Si tratta della cattura del capo dei rivoluzionari Villega, che dopo essere stato costretto sotto tortura a tradire i suoi compagni è stato poi rilasciato. Ma come! Lo spietato Col. Ghunter Reza fa sterminare tutti i rivoluzionari e poi lascia libero il loro capo?! Non la vedo molto chiara. Seguendo la logica una volta raggiunto il suo scopo Ghunter Reza avrebbe dovuto riserbare a Villega la stessa sorte toccata ai suoi compagni, o se non altro la galera. Infatti il mio stupore è stato pari a quello di Mallory(che di nascosto aveva assistito alla scena)quando si è trovato di nuovo faccia a faccia con Villega perfettamente reintegrato nel suo ruolo. Ci sarebbe da dire qualcosina sull'epilogo con la tardiva reazione di Miranda che prima di uccidere Ghunter Reza, lascia che questi colpisca Mallory a tradimento con tre colpi di pistola sparati in lenta successione.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 154 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Rod Steiger Cover

    Propr. Rodney Stephen S., attore statunitense. Arruolatosi marinaio durante la prima guerra mondiale, dopo il conflitto prende i primi contatti con il mondo dello spettacolo come attore teatrale e televisivo. Il successo di uno sceneggiato favorisce il suo esordio sul grande schermo, dove in pochi anni si impone come valido caratterista drammatico. Fisico imponente e volto segnato, dà vita a numerosi personaggi tormentati e nevrotici a lui ben congeniali, che interpreta con rigorosa professionalità affidandosi al metodo Stanislavskij. Lo ricordiamo fratello del ribelle M. Brando nel tormentato Fronte del porto (1954) di E. Kazan, avido produttore nel letterario Il grande coltello (1955) di R. ­Aldrich, gangster senza scrupoli nei violenti Il colosso d'argilla (1956) di M. Robson e Al Capone... Approfondisci
  • James Coburn Cover

    Attore statunitense. Sceglie di fare l'attore dopo il college e tenta la via della tv, recitando in una serie western che gli vale un'apparizione in L'albero della vendetta (1959) di B. Boetticher e una piccola parte in I magnifici sette (1960) di J. Sturges, dove incarna un personaggio cinico-scettico con evidenti sfumature romantiche, ripreso anni dopo sotto la direzione di S. Leone in Giù la testa (1971), ma già configurato in Sierra Charriba (1965) di S. Peckinpah. Ottiene la sua prima parte di protagonista con Il nostro agente Flint (1966) di D. Mann, rivelando anche una tonalità satirico-umoristica in film come Alle donne piace ladro di B. Girard e Papà, ma che cosa hai fatto in guerra? di B. Edwards, ambedue del 1966. Torna a calarsi in personaggi dal profilo problematico, come in Uno... Approfondisci
  • Romolo Valli Cover

    Attore italiano. Laureato in giurisprudenza, critico e uomo di cultura, si avvicina al teatro dalla fine degli anni '40 imponendosi da subito per personalità e sobrietà di stile e di approccio ai testi classici. Ottiene enormi successi da protagonista in tutti i teatri d'Italia e d'Europa mentre il cinema, pur apprezzandolo, gli ritaglia solo ruoli secondari nei quali comunque brilla per spessore drammaturgico. È, per es., il pacato e umano tenente Gallina in La grande guerra (1959) di M. Monicelli e padre Pirrone in Il Gattopardo (1963) di L. Visconti. Passa dalla grandiosità di Giù la testa (1971) di S. Leone alla bizzarria di Che? (1972) di R. Polanski. Sempre per Visconti, interpreta anche Morte a Venezia (1971) e Gruppo di famiglia in un interno (1974). Il suo ultimo film è Chiaro di... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali