Categorie

Rocco Turi

Editore: Marsilio
Anno edizione: 2004
Pagine: 344 p. , Brossura
  • EAN: 9788831783767

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Amilcare Grieco

    22/10/2007 15.13.30

    Davvero un ottimo saggio che si basa su fatti concreti e atti processuali e d'inchiesta..non sul sentito dire o su facili quanto suggestive, e spesso fallaci, teorie complottiste a tutti i costi. Ottima ricostruzione storica diacronica che permetterà di comprendere meglio lo sviluppo incompleto della democrazia italiana.

  • User Icon

    Roberto Schena

    26/12/2005 07.11.06

    Ricostruzione attenta e ragionata di 60 anni di storia oscura, in particolare dell'attività di sabotaggio sovietico e di controspionaggio nel nostro Paese. Caldamente consigliata a studiosi, militanti di ogni partito e a giornalisti. Spiega perché la sinistra italiana suscita ancora tanta diffidenza, spiega i suoi ritardi e le sue incorenze rispetto al modello europeo. Un libro che fa luce in molte stanze buie della nostra storia anche se per la difficoltà della materia, ancora in gran parte coperta da segretazioni, e soprattutto per il silenzio ostinato dei testimoni, parecchie vicende restano da chiarire. Si ricava dal libro la conferma di una forte lezione complessiva: la storia non è mai come ce la raccontano, le spiegazioni ufficiali sui fatti di rilievo sono spesso goffi e frettolosi, anche se tali non sembrano, e il più delle volte porsi interrogativi - magari sbagliati - serve comunque a istradare verso altre più profonde verità. Anche il minimo sospetto si scopre che poi è il bandolo di una matassa in grado di introdurre e di fuoriuscire dal labirinto delle chiacchiere, dei polveroni, delle schermature, dei depistaggi. Bravo Turi, magari mi riservo di porre in una mail successiva alcune domande all'Autore.

  • User Icon

    Luca Pignataro

    04/05/2004 15.34.43

    Senz'altro lodevole l'intento di svelare, vincendo ritrosie di diversa origine, le vicende dei comunisti italiani oltrecortina (dapprima in Iugoslavia, poi in Cecoslovacchia) e della loro organizzazione segreta paramilitare. L'intreccio tra biografie personali e storia "ufficiale" è fonte di riflessione: peccato che anche dalla storia recente nessuno voglia imparare! Se una critica si può fare a questo libro, è nella parte in cui ricostruisce il caso Moro, laddove l'autore si lascia andare a troppe ipotesi, anche se quella concernente il ruolo dei servizi segreti cecoslovacchi e sovietici va tenuta presente.

Scrivi una recensione