Gladio. Storia di finti complotti e di veri patrioti

Andrea Pannocchia,Franco Tosolini

Editore: Rossato
Edizione: 3
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 1 gennaio 2010
Pagine: 228 p., Brossura
  • EAN: 9788881301133

10° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Politica e governo - Relazioni internazionali - Spionaggio e servizi segreti

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    W

    21/03/2013 15:30:35

    Pessimo libro. L'autore dovrebbe leggere meglio il "Field Manual 30-31B", dove si inneggia ad atti di terrorismo sanguinari, altro che atti nobili. Inoltre Gladio nasce ed esiste violando la Costituzione e una valanga di leggi, ed e' costituita soprattutto da militari, per cui gia' da qui si capisce il potenziale dannoso che ha per la democrazia

  • User Icon

    Francesca

    02/03/2012 15:26:39

    Questo affascinantissimo e documentato saggio scritto da Andrea Pannocchia e Franco Tosolini narra la genesi della stay behind italiana e il suo ruolo nel contesto della guerra fredda, parallelamente alla disamina analitica della campagna di intossicazione giudiziaria e giornalistica volta a screditare e criminalizzare l'operazione. Quanto palpabile e reale fosse il pericolo dell' invasione comunista in Italia, lo dimostrano in primo luogo l'istituzione del III Corpo dei Volontari della Libertà costituiti nel 1947 e trasformati nel 1950 in Organizzazione " Osoppo", reparto militare occulto con finalità di arrestare l'eventuale avanzata titina attraverso la controguerriglia, il sabotaggio e la guerra psicologica inoltre la nascita del progetto politico-militare Atlantici d'Italia sorto nel '50 ad opera di Scelba e Sforza e coordinato dal Gen.Pièche e da Sogno; in terzo luogo l'adesione italiana al Piano Demagnetize, che prevedeva il rafforzamento della legislazione italiana in materia di sicurezza militare con l'installazione di basi militari americane su territorio italiano. In quarto luogo, la rilevanza dell'impegno anticomunista si concretizzò nella fondazione nel 1953 di Pace e Libertà,organismo diretto da Sogno e strettamente legato al dicastero della Difesa e degli Interni, il cui scopo era quello di condurre una capillare guerra psicologica contro i comunisti allo scopo di sconfortare i militanti e diffamare i vertici del partito attraverso l'affissione massiccia di giornali murali. Ho trovato questo saggio eccellente sia per l'esperto in materia, sia per chi, come nel mio caso vuole conoscere ed apprezzare la storia della Gladio. Particolarmente forte a livello letterario è la parte dedicata alle fonti storiografiche nella quale con forza e vigore si afferma l'esistenza di una storia una "verità nascosta e negata". Gli eventi storici sono descritti nella massima accuratezza ed arricchiti da un gran numero di allegati. Lo consiglio vivamente.

Scrivi una recensione