Good Night, and Good Luck (2 DVD) di George Clooney - DVD

Good Night, and Good Luck (2 DVD)

Good Night, and Good Luck

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Good Night, and Good Luck
Paese: Stati Uniti
Anno: 2005
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 14,40

Venduto e spedito da Juke Box

Solo 1 prodotto disponibile

spedizione gratuita

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1953, agli albori della televisione, Edward R. Murrow, uno stimato giornalista televisivo, oltre a condurre un programma giornalistico e un talk show, insieme al produttore Fred Friendly è responsabile di un programma che commenta i fatti del giorno. La redazione che lavora con lui è composta da un gruppo affiatato di professionisti che analizza le notizie del giorno per scegliere le storie migliori da raccontare . Tra queste spicca la vicenda di un pilota della marina sbattuto fuori dall'esercito senza alcun processo con l'accusa di essere un "rischio per la sicurezza". Murrow decide di raccontare la sua storia che sembra coinvolgere anche la potente figura del senatore McCarthy, presidente del Comitato Parlamentare per le Attività Antiamericane.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,8
di 5
Totale 10
5
5
4
2
3
0
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Riccardo

    11/03/2019 10:52:40

    Seconda prova da regista per una delle star più popolari e amate del cinema americano, Good Night and Good Luck è un piccolo film che conferma il talento, e per certi versi il coraggio, di un sempre più sorprendente George Clooney. Girato in bianco e nero e costato poco più di 7 milioni di dollari il film si concentra principalmente sulla figura di Ed Murrow, celebre giornalista della Cbs, e sull’aspra lotta che costui intraprese contro il senatore McCarthy nell’America della caccia alle streghe. È incredibile notare come una vicenda anacronistica come quella che si racconta in questo film possa invece fornire molti spunti di riflessione su temi sempre attuali come il giornalismo, la libertà di opinione e l’utilizzo (spesso discutibile) di un media dall’illimitata potenza come la televisione. Clooney sceglie uno stile molto teatrale (tutte le sequenze sono girate in interni) e dai ritmi lenti e riflessivi ma mai noiosi.

  • User Icon

    Alfredo D'Asdia

    27/03/2009 06:00:49

    A me è sembrato un gran bel film. Unico possibile motivo di critica è la difficoltà, per chi non conosca la situazione in USA negli anni '50, di capire di cosa si stia parlando. Ma la colpa è dell'ignoranza di qualche spettatore, non del film....

  • User Icon

    Anna

    18/01/2008 15:21:00

    Bel film, intenso, un Clooney di spessore, un po' fuori ruolo rispetto al solito "piacione" ma molto convincente.

  • User Icon

    AlexM

    01/06/2006 15:33:49

    Non capisco certi giudizi negativi, ma li rispetto. Per me è stato un film davvero eccezionale, e non sono nemmeno un gran fan di Clooney (come attore, come regista finora non ha deluso). Mi è sembrato un intelligente modo di riflettere su un problema grave come la libertà di espressione, che non è solo un problema degli anni 50 negli USA, ma che vuole essere una denuncia anche per i giorni d'oggi, negli USA (dove la situazione è PEGGIORE degli anni '50!) e anche qui da noi... Indecente che sia stato plurinominato senza ricevere premi agli Oscar e ai Golden Globes. Solo noi italiani l'abbiamo apprezzato alla Mostra di Venezia dando a Clooney il premio per la Migliore Sceneggiatura e a David Strathairn quello per Migliore Attore. Il che la dice lunga su chi ne capisce di cinema... se noi europei o gli americani! Comunque un film che fa riflettere, recitato benissimo da attori dichiaratamente liberal e anti-Bush e con una fotografia elegante in bianco e nero e un'eccellente colonna sonora jazz...

  • User Icon

    robinet

    03/05/2006 12:07:48

    brutto film. pretestuoso nel suo bianco e nero e nelle atmosfere ricercatissime (troppo) da anni 50. non rende assolutamente il clima di quegli anni. è piatto e risolve il maccartismo in uno scambio di battute a distanza tra i protagonisti (20 secondi a testa...). da non vedere.

  • User Icon

    chiara

    25/04/2006 17:39:59

    Film abbastanza noioso, ma siccome stravedo per George Clooney, lo ha fatto apparire bello comunque, non piacendomi i film politici, comunque a tratti era interessante, di sicuro ottima regia di george clooney.

  • User Icon

    bandolerostanco

    16/03/2006 20:18:46

    Io l'ho trovato parecchio noioso. La sceneggiatura è tanto pretenziosa quanto scritta male: la trama è incomprensibile, i personaggi sono tratteggiati in modo superficiale, c'è un clima pesante di spocchia intellettuale. Ottime la regia, la fotografia e la recitazione. Ma a mio giudizio non bastano a fare un grande film. Humphrey Bogart era un'altra cosa.

  • User Icon

    Alberto

    09/02/2006 15:28:34

    Sembra che ultimamente una parte degli americani stia riscoprendo quel genere di film che ha reso immortale il cinema americano(Tutti gli uomini del presidente, Lumet, Welles, Penn,). Scelta coraggiosa quella di Clooney, che ha tutti i requisiti per diventare grande come Eastwood, ma forse lo è già. E questo film lo dimostra. Continua su questa strada,George!!!.

  • User Icon

    n.d.

    28/01/2006 17:29:29

    Un grande film. Un film in Bianco e nero con una colonna sonora Jazz belissima che lo rende abituati (compreso il non riflettere a quanto pare). Antitetico per tutto: per il ritmo, per il politically uncorrect (fumano tutti come dei turchi: erano gli anni 50). Ciò che viene detto in questo film diviene (grazie anche agli attori) cos'ì limpido da farci capire quanto in italia oggi i giornali abbiano temano di faffrontare problemi che in America hanno già trattato 50 anni fa.

  • User Icon

    Nemo

    07/01/2006 01:40:21

    Niente effetti speciali in computer grafica, niente inseguimenti, nessuna esplosione. Finalmente un film recitato a 360°. Un film che fa riflettere sulla situazione delle libertà nel mondo occidentale. Sembra che non un istante sia trascorso dai tempi della "caccia alle streghe" degli anni '50: ci sono giornalisti che si genuflettono ai potenti ed agli sponsor e quelli che lottano per diffondere la verità. Tra 40 anni forse anche qui in Italia si potrà produrre un film simile. La regia di Clooney è asciutta e lineare. Un film IMPERDIBILE pe chi vuole mettere in movimento la materia grigia.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente

2005 - Mostra d'arte cinematografica di Venezia - Miglior attore (Coppa Volpi) - Strathairn David

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Media Film, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • George Clooney Cover

    Attore statunitense. Figlio di un giornalista televisivo e nipote dell'attore J. Ferrer, preferisce evitare il confronto con il padre e abbandona il lavoro di giornalista per iscriversi all'università. Non termina gli studi e nel 1982 si trasferisce a Los Angeles per partecipare a un film con C. Sheen. Il film non viene distribuito, ma C. diventa un volto noto ai produttori. La popolarità internazionale arriva con il ruolo del dottor Ross nella serie televisiva E.R. Medici in prima linea. Sorriso da rubacuori, puntualmente inserito nella lista dei personaggi del jet set più belli e desiderati, è scritturato come protagonista di numerosi film di successo: The Peacemaker (1997) di M. Leder, Out of Sight - Gli opposti si attraggono (1998) di S. Soderbergh, Three Kings (1999) di D. Russell e La... Approfondisci
  • David Strathairn Cover

    "Propr. D. Russell S., attore statunitense. Attore dai lineamenti aguzzi e di forte presenza, particolarmente adatto al ruolo di uomo della deep America, lega molta della sua fortuna al regista J. Sayles, con cui lavora in sette film; notevoli le sue interpretazioni di un pirata della strada in City of Hope (1991), della guida Cajun in Amori e amicizie (1992), e del malinconico pescatore, protagonista maschile di Limbo (1999). Altri ruoli ben recitati sono quello del marito di M. Streep in River Wild - Il fiume della paura (1994) di C. Hanson, ma soprattutto il marito violento e incestuoso eliminato da K. Bathes in L'ultima eclissi (1995) di T. Hackford e il miliardario inventore e gestore del giro di prostitute-sosia di L.A. Confidential (1997) ancora di Hanson. La sua popolarità si rinverdisce... Approfondisci
  • George Clooney Cover

    Attore statunitense. Figlio di un giornalista televisivo e nipote dell'attore J. Ferrer, preferisce evitare il confronto con il padre e abbandona il lavoro di giornalista per iscriversi all'università. Non termina gli studi e nel 1982 si trasferisce a Los Angeles per partecipare a un film con C. Sheen. Il film non viene distribuito, ma C. diventa un volto noto ai produttori. La popolarità internazionale arriva con il ruolo del dottor Ross nella serie televisiva E.R. Medici in prima linea. Sorriso da rubacuori, puntualmente inserito nella lista dei personaggi del jet set più belli e desiderati, è scritturato come protagonista di numerosi film di successo: The Peacemaker (1997) di M. Leder, Out of Sight - Gli opposti si attraggono (1998) di S. Soderbergh, Three Kings (1999) di D. Russell e La... Approfondisci
Note legali