Grand Hotel Excelsior di Franco Castellano,Pipolo - DVD

Grand Hotel Excelsior

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 10,50

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 1 prodotto disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel Grand Hotel Excelsior si incontrano diversi personaggi: il burbero e scontroso direttore, un cameriere che finge di essere un nobile, un sedicente mago alle prese con i giornalisti ed un pugile rintronato che si innamora di una cameriera.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,64
di 5
Totale 11
5
8
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sole

    24/09/2019 23:55:26

    'eclettico e burbero direttore dell'hotel, Taddeus, pronipote del grande Zaccarias, che lui venera come un santo, si trova coinvolto nelle vicende amorose della signorina Vivaldi, cliente affezionata dell'hotel che per amore prova in tutti i modi a togliersi la vita; Taddeus crede che il responsabile di quest'amore sia un incallito playboy cliente dell'hotel, e lo affronta; solo però quando anche lui capirà di essere innamorato della ragazza, scoprirà che l'uomo di cui lei si era innamorata era proprio lui, e verrà a sapere che lei è anche la proprietaria della banca con cui l'hotel è indebitat

  • User Icon

    Jenny

    16/01/2011 15:19:09

    Semplicemente stupendo! Gran bel cast devo dire. Una delle scene più comiche, però, è rappresentata da Montesano e Celentano nel momento in cui arriva all'Hotel la figlia di Montesano senza preavviso e che non sapeva che suo padre fosse cameriere... lì c'è stata una gag veramente divertetissima a parere mio!

  • User Icon

    michele-cirillo

    22/03/2006 22:24:19

    adriano celentano che nome ! alle volte anche se non fa niente fa ridere figuriamoci.... il film non e stato bello e stato bellissimo e non ricordo quante volte lo visto , e se avrei un video me lo vedrei di nuovo , non sto scerzando

  • User Icon

    Enrico

    18/01/2006 07:08:44

    Questo film lo andai a vedere al cinema nel 1982: mi feci un sacco di risate grazie alle battute tra Adriano e Abatantuono nell'ascensore del Gran Hotel. Come dire: semplicemente mitico!

  • User Icon

    Bianca McGann

    10/10/2005 01:13:11

    This movie is one of the greatest comedies in the world!

  • User Icon

    Francesco

    24/06/2005 23:24:18

    Un gran bel film comico! Molto divertente! Una garanzia di comicità! Le risate sono assicurate!

  • User Icon

    Catrax + Tremendo

    01/02/2005 17:58:40

    Taddeuzzz con te ci farei un tango...col caschè !

  • User Icon

    ANNI80

    30/12/2004 11:40:18

    Questo film è la classica commedia anni80. Immancabile la presenza di E.GIORGI, ABATANTUONO, CELENTANO, MONTESANO, ecc. I 2 registi furono gli ambasciatori di questo genere di cinema che in un certo qual modo voleva proseguire il successo delle commedie anni70. GIUDIZIO= carino

  • User Icon

    Damy

    11/11/2004 12:07:27

    Un punto per il film e uno per ogni attore. Un classico della moderna commedia all'italiana con un gruppo di interpreti al top della forma.

  • User Icon

    Antimo

    22/09/2004 22:25:59

    Tostissimo, ci sono tutti! Troppo divertente!

  • User Icon

    maurizio

    12/06/2004 20:46:06

    Nella sua categoria un capolavoro. Uno dei pochi titoli del genere da tenere in videoteca.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Produzione: Federal Video, 2016
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area0
  • Contenuti: interviste: interviste con Abatantuono e Pipolo; biografie
  • Adriano Celentano Cover

    "Cantante, attore e regista italiano. Star fra le più luminose del firmamento musicale-leggero, cinematografico-comico e televisivo-popolare italiano per quasi mezzo secolo, si afferma come cantante rock della prima ora nella seconda metà degli anni ’50. Divenuto presto famoso come «il molleggiato» per il suo dinoccolato modo di muovere le gambe mentre canta (a metà fra E. Presley e J. Lewis, che imita esplicitamente), appare come sé stesso in molti film di canzoni, ma soprattutto nella celebre scena del night club alle Terme di Caracalla in La dolce vita (1960) di F. Fellini. Già all’apice del successo, all’inizio degli anni ’60, crea una propria «scuderia-casa discografica» – il Clan – e, puntando sulla simpatia che ispira il suo personaggio, debutta anche come attore in Uno strano tipo... Approfondisci
  • Enrico Montesano Cover

    "Attore italiano. Si forma nei cabaret romani mostrando un talento comico e doti da imitatore che trasferisce senza difficoltà sul grande schermo dalla fine degli anni ’60 in commedie brillanti come Io non scappo... fuggo (1970) di F. Prosperi, al fianco di A. Noschese. Con registi capaci di arginare l’esuberanza tipica del mattatore teatrale, trova ruoli efficaci nei quali tempera gli slanci comici a favore dello spessore del personaggio, per quanto sempre funzionale a opere di cassetta. Lavora in particolare con P. Festa Campanile e G. Capitani e nel 1976 brilla nella parte di «Er Pomata», l’incallito quanto sfortunatissimo scommettitore, al pari del compare «Mandrake»/G. Proietti, di Febbre da cavallo di Steno, film divenuto un cult popolare. Viene diretto anche da M. Monicelli (Camera... Approfondisci
  • Diego Abatantuono Cover

    "Attore italiano. Dopo aver esordito come cabarettista al Derby Club di Milano e con i Gatti di Vicolo Miracoli, viene notato da R. Arbore che lo inserisce nel cast del Pap’occhio (1980). Arrivato al successo nei primi anni ’80 nel ruolo del «terrunciello» in film come Viuuulentemente mia e Eccezzziunale... veramente (entrambi di C. Vanzina, 1982), imprime una svolta alla sua carriera con Regalo di Natale (1986) di P. Avati, in cui mostra pregevoli doti di attore drammatico. Il suo nome si lega poi al successo internazionale di G. Salvatores, per il quale dà vita a estrosi personaggi in Marrakech Express (1989), Turné (1990), Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992), Nirvana (1997). La sua carriera discontinua alterna convincenti risultati in film d’autore (Il toro, 1994, di C. Mazzacurati;... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali