Il grande cocomero

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 3 liste dei desideri
Giovane neuropsichiatra, sperimenta, contro tutte le consuetudini mediche e l'ignoranza dei genitori della paziente, una terapia analitica su una ragazzina affetta da epilessia: i risultati sono positivi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1993 - David di Donatello - Miglior attore - Castellitto Sergio

  • Produzione: IIF Home Video, 2010
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 105 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • AreaB
  • Contenuti: trailers
  • Francesca Archibugi Cover

    Regista italiana. Entra giovanissima nel mondo dello spettacolo lavorando come attrice in produzioni televisive e teatrali. Nel corso degli anni ’80 è attiva come sceneggiatrice e regista di corti, mentre frequenta la Scuola di Bassano e consegue il diploma di regia al Centro sperimentale. Il suo primo lungometraggio, Mignon è partita (1988), arriva negli anni del cosiddetto «cinema carino». Segnato da una regia parca e misurata, quasi invisibile, il film viene considerato uno degli esordi più promettenti del decennio. Lo sguardo dell’A. è guidato da una particolare attrazione verso il territorio dell’infanzia, che viene esplorato in tutta la sua produzione – da Verso sera (1990) a Il grande cocomero (1993) a L’albero delle pere (1998) – con tematiche costanti quali la crescita e il passaggio... Approfondisci
  • Sergio Castellitto Cover

    Attore e regista italiano. Esordisce nel 1983 in L’armata ritorna di L. Tovoli e ricopre svariati ruoli secondari fino al 1989, anno in cui è il protagonista di Piccoli equivoci di R. Tognazzi. Dopo il surreale La carne (1991) di M. Ferreri, fornisce una convincente prestazione in Il grande cocomero (1993) di F. Archibugi, dove impersona un giovane psichiatra alle prese con una ragazzina sofferente di crisi epilettiche. Spesso istrionico e debordante, ma capace anche di delicate sfumature intimiste, C. è negli anni ’90 uno degli attori italiani più attivi e richiesti, e frequenti sono le sue apparizioni anche in film francesi e in produzioni televisive. Nel 1999 dirige e interpreta il caricaturale Libero burro (liberamente tratto da un romanzo di B. Gambarotta), poi recita in Chi lo sa! (2001)... Approfondisci
  • Anna Galiena Cover

    Attrice italiana. A diciotto anni lascia la famiglia per intraprendere la carriera artistica. Dopo aver viaggiato attraverso Europa, Canada e Stati Uniti, si stabilisce a New York dove frequenta l’Actors’ Studio e debutta sul palcoscenico. Tornata in Italia, nel 1984 si lascia tentare dal teatro e dalla televisione poiché il cinema le offre poche possibilità. Nel 1987, dopo il matrimonio con un distributore cinematografico, si trasferisce a Parigi e inizia finalmente un’intensa attività cinematografica, che la rivela ottima interprete di film sia stranieri sia italiani: è la sensuale e malinconica protagonista di Il marito della parrucchiera (1990) di P. Leconte, prostituta in Prosciutto prosciutto (1992) di J.J. Bigas Luna, madre tormentata di una ragazza epilettica in Il grande cocomero... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali