Recensioni La grande divergenza. La Cina, l'Europa e la nascita dell'economia mondiale moderna

  • User Icon
    12/10/2012 20:43:03

    Un libro illeggibile. Il logorroico autore descrive in centinaia di pagine valanghe di situazioni minimali, riportando quintali di dati senza mai darne un quadro di insieme, ma solo con l'apparente desiderio di far vedere quanto è bravo a complicare le cose. Zero capacità di sintesi, l'autore si abbandona a meticolose descrizioni di cose inutili, per lo più tutte uguali ( spesso aggiungendo che " non siamo sicuri di questi dati " ) perdendo completamente di vista lo scopo dell'opera, ovvero capire cosa come e perché ha determinato l'inizio della rivoluzione industriale in Europa anziché in Cina. Verso la fine troviamo una mezza risposta, ovvero sarebbe stata l'abbondanza in Europa di argento -dalle Americhe- e del carbone a determinare la differenza. Strano, in quanto la Cina è piena zeppa di carbone, ed in ogni caso non ne viene analizzato il meccanismo, che pare caduto dal cielo. Da dimenticare.

    Leggi di più Riduci