La grande guerra 1914-1918

Mario Isnenghi,Giorgio Rochat

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 20 novembre 2008
Pagine: 570 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788815125170
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 16,20
Descrizione
Libro che, per definizione degli stessi autori, "osa scommettere ancora sulla storia e sulla storiografia, cioè sui fatti, il senso dei fatti, la conoscibilità dei fatti", "La Grande Guerra" intreccia due filoni solitamente divisi: vicende e passioni politico-culturali e operazioni militari sono così rilette insieme alle ideologie, ai sogni e alle cifre del primo evento bellico mondiale. Il ruolo delle forze politiche e degli intellettuali, azioni e pensieri di generali, di soldati, della società civile sono qui raccontati in un esercizio di memoria che privilegia i fatti, materiali e immateriali, quantitativi e simbolici, il cui scopo è quello di ristabilire il significato che la prima guerra mondiale ebbe per "gli uomini e le donne mobilitati sulle illusioni, e i valori e i disvalori di allora".

€ 16,20

€ 30,00

16 punti Premium

€ 25,50

€ 30,00

Risparmi € 4,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    07/12/2013 20:08:46

    Testo molto solido, particolarmente interessante soprattutto per le parti in cui prevalgono elementi di storia sociale, di antropologia e psicologia. Molto acuta anche l'analisi del mutare nella storiografia italiana del giudizio complessivo sulla Grande Guerra. Preziosissima anche la lunga nota bibliografica di Isnenghi che è in realtà un saggio vero e proprio.

  • User Icon

    claudio

    27/02/2013 17:47:41

    Si pensa di sapere tutto sulla Grande Guerra, dopo gli anni di liceo, anche se spesso se ne parlava appena appena, perché il programma era così lungo che il professore non faceva in tempo a finirlo. E invece questo libro, scritto da due importanti e famosi storici, copre questa lacuna: il libro è corposo, a volte anche difficile nei termini, ma è esaustivo: in particolare non tratta solo -anzi forse ne tratta poco- delle battaglie, ma tratta del prima e del dopo guerra, degli schieramenti pro e contro la guerra, di come si viveva nelle trincee, ma anche di come si viveva a casa. E' un grande affresco storico-politico su un periodo che influenzò successivamente tutta la storia dell'Europa.

Scrivi una recensione