Recensioni I grandi romanzi: Parigi nel XX secolo-Viaggio al centro della terra-Dalla terra alla luna-I figli del capitano Grant-Ventimila leghe sotto i mari-Il giro del mondo in 80 giorni... Ediz. integrale

  • User Icon
    08/03/2019 15:54:40

    Un tomo che racchiude i libri più rappresentativi di Verne, enorme, a volte con diversi errori tipografici. Ero alla ricerca de "I figli del capitano Grant", volume introvabile, presente solo in edizioni che ho sempre visto giudicate negativamente, tutte non integrali. Alla fine, l'ho trovato, così come volevo io, ma insieme a romanzi che non conoscevo e che mi hanno fatto capire il genio dello scrittore di Nantes. Parigi nel XX secolo è un romanzo avveniristico e pessimistico ambientato nel 1960, in cui un giovane Verne descrive il futuro, spesso azzeccandoci, altre volte prendendo enormi granchi: il futuro è visto diabolicamente scientifico, scevro di emozioni, in cui l'arte e la letteratura sono ostracizzate in quanto non generano il profitto dell'industria. Dalla Terra alla Luna: romanzo in cui Verne fa trasparire tutta la sua ammirazione per gli USA, il suo patriottismo (spesso stucchevole) per la Francia, la rivalità con il Regno Unito, il suo amore per la scienza. In questo libro, il Gun Club accetta la sfida per inviare un proiettile sulla Luna, ma finirà che il proiettile non sarà più tale, ma sarà una capsula spaziale. Il finale lascia letteralmente sospesi (per il seguito leggasi "Intorno alla Luna"). Personalmente, non l'ho amato, davvero troppo descrittivo, ma mai quanto il sequel. I figli del capitano Grant: un buon romanzo, in cui i figli del capitano Grant vanno alla ricerca del padre su uno yacht di un magnate scozzese, girando il mondo a livello del 37° parallelo. Stilisticamente, un libro fin troppo buono, pieno zeppo di lieti fine e di buoni sentimenti. Sarò strano io. L'isola misteriosa: sequel del precedente libro descritto, è davvero un piacere leggerlo. Alcuni prigionieri dell'esercito confederato dell'Unione raggiungono un'isola disabitata, dove impareranno a vivere ed a creare una nuova colonia, Cyrus Smith è il tuttologo della situazione. "Michele Strogoff": romanzo di nicchia, ma forse il più bel libro di Verne. Non dico altro.

    Leggi di più Riduci