Grey Owl. Gufo Grigio

Grey Owl

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Grey Owl
Paese: Gran Bretagna; Canada
Anno: 1998
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri
Archie Belanay è un inglese partito per il Canada ancora ragazzo con il sogno di vivere tra gli indiani e che si finge Chippewa per anni interi, facendosi chiamare Grey Owl. Con quel nome diventò un mito nel mondo e la verità venne fuori solo dopo la sua morte.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: Mustang Entertainment, 2014
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 107 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of): Backstage con commenti dei protagonisti e del regista; biografie: Il vero Grey Owl (biografia)
  • Pierce Brosnan Cover

    Attore irlandese. Giovanissimo, si trasferisce a Londra dove inizia a interessarsi di teatro diventando direttore di scena allo York Royal Theatre. Esordisce nel cinema con Quel lungo venerdì santo (Venerdì maledetto) (1979) di J. Mackenzie, ma il successo arriva solo con il serial televisivo Remington Steele (1982-87), trasmesso in Italia con il titolo Mai dire sì. Fisico atletico e aspetto da gentleman, appare perfetto per interpretare sia ruoli d'azione che figure dal grande fascino seduttivo, mitigate da una buona dose di ironia. Nel 1995 viene scelto come erede ufficiale di R. Moore e S. Connery per il ruolo del più famoso agente segreto dello schermo, James Bond, che interpreta in Goldeneye (1995) di M. Campbell, 007 - Il domani non muore mai (1997) di R. Spottiswoode, 007 - Il mondo... Approfondisci
  • Graham Greene Cover

    Graham Greene (1904-1991) è stato uno scrittore inglese. Convertitosi al cattolicesimo intorno al 1927, scrisse romanzi che sono tra i più popolari della narrativa inglese contemporanea, come Il potere e la gloria (1940), Il nocciolo della questione (1948), La fine dell’avventura (1951). Versioni cinematografiche hanno avuto, fra l’altro, i racconti Il terzo uomo (1950) e Il nostro agente all’Avana (1958) e il romanzo Il tranquillo americano (1955). I suoi romanzi narrano, con toni in cui si equilibrano sottilmente commozione e ironia, storie realistiche e spesso violente: guerra, spionaggio, intrighi, casi polizieschi, su sfondi per lo più esotici e con personaggi tormentati e sinistri. L’ultima produzione di Greene, che comprende tra l’altro... Approfondisci
Note legali