Guardarsi dentro rende ciechi

Paul Watzlawick

Curatore: G. Nardone, W. A. Ray
Editore: TEA
Collana: TEA pratica
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 settembre 2011
Pagine: 340 p., Brossura
  • EAN: 9788850225279
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Questa summa del pensiero di Paul Watzlawick è la sua ultima e preziosa eredità, destinata a chi conosce il suo approccio alla soluzione dei problemi umani e anche a tutti quegli "spiriti liberi" che semplicemente cercano di migliorare la propria vita. Controcorrente e anticonformista, tra i fondatori della Scuola di Palo Alto è stato una delle figure più importanti della psicologia e della psicoterapia contemporanea e uno dei pochi autori in grado di parlare di tematiche complesse in modo semplice e lineare. Di più, spesso l'esposizione è ironica e graffiante e quindi funzionale allo scopo ultimo: cambiare l'immagine del mondo che produce dolore nel paziente. Le teorie della pragmatica della comunicazione, le strategie della terapia breve (problem solving, prospettiva interazionale, psicoterapia del "come se") e la scelta del costruttivismo radicale tendono proprio a questo. Tutto ciò che appare immodificabile può essere cambiato. Ma la svolta non origina da un percorso di introspezione che scopra le cause di un problema nel passato. Si tratta piuttosto di lavorare sui disturbi nel presente utilizzando il linguaggio come mezzo di suggestione e persuasione al cambiamento. Sfruttando le enormi potenzialità della comunicazione umana è possibile dare fiducia a chi è in difficoltà. Una volta abolite le etichette che condannano per sempre un paziente alla sua malattia sarà possibile costruire una realtà migliore.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    15/01/2017 15:39:24

    Pubblicata nel 2007 questa raccolta di saggi di Paul Watzlawick, a cura di Giorgio Nardone, ha il pregio di punteggiare il percorso professionale del molto noto psicologo americano. Il libro si apre con i primi scritti sulla pragmatica della comunicazione umana, dedica quindi la sezione centrale ai lavori sulla terapia breve e consacra l’ultima alle formulazioni più mature, comprensive e decise dell’epistemologia watzlawickiana.

Scrivi una recensione