Categorie

Camilla Läckberg

Traduttore: L. Cangemi
Editore: Marsilio
Collana: Vintage
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 446 p., Brossura
  • EAN: 9788831721837
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 7,56

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    laura

    23/11/2016 17.23.19

    Ho letto tutta la sua collana ed e' il mio preferito in assoluto: sono stata sveglia fino a tardi ( con disappunto di mio marito!) perche' non riuscivo a lasciare la storia. consigliatissimo, avvincente, appassionante.

  • User Icon

    Giuly

    16/11/2016 11.00.32

    Non l'ho ancora terminato, ma posso già dire di concordare con Max riguardo al sentimentalismo eccessivo: avrei preferito un po' più giallo e un po' meno saga familiare. La Lackberg è brava, ma il suo non è proprio il genere capace di tenermi incollata alle pagine; personalmente dopo "La sirena" e questo ho avuto l'impressione di leggere un telefilm a puntate trasferito su carta.... Gradevole, ma con questa scrittrice penso di fermarmi qui.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    04/01/2016 07.11.36

    Non sono d'accordo con i giudizi precedenti. Io trovo questo romanzo negli standard della Scrittrice, sempre molto alti. Anzi mi sembra che in questo libro ci sia un po' più di mistero e di inquietudine che negli altri. Come sempre consigliato

  • User Icon

    elisa

    20/12/2015 19.50.19

    Tra tutti i libri della stessa autrice che ho letto (molto belli) questo è quello che mi è piaciuto meno. Trovo che Patrick sia piuttosto antipatico, non ho capito perché si comporti da capo, assegnando compiti perfino al commissario (che per quanto personaggio discutibile è sempre tale) e stigmatizzi l'operato dei suoi colleghi. Preferirei comunque che ci si concentrasse di più sulle indagini e meno sulle vicende private dei protagonisti.

  • User Icon

    ST360

    26/11/2015 22.27.20

    Sebbene conosca tutti i romanzi di questa scrittrice, purtroppo questo libro mi ha delusa molto. Trovo molto interessante la storia pregressa ambientata nell'isola con il faro, mentre è banale l'ambientazione ai nostri giorni. Erica e Patrik li ho trovati odiosi e mielosi. L'autrice dovrebbe renderli un po' più originali e meno casalinghi.

  • User Icon

    MAX

    15/11/2015 18.45.29

    E' il primo libro della Lackberg che leggo. Il libro è reso prolisso dalla presenza di un certo numero di storie che procedono parallelamente a quella principale. Ci stanno delle storie parallele, magari per approfondire certi personaggi o certe tematiche, ma non bisogna divagare troppo, altrimenti si diventa noiosi. Come infatti risulta questo libro, un giallo con spruzzate di rosa. E le espressioni della Lackberg (ma potrebbe essere colpa persino della traduttrice) fanno cadere le braccia. Banali. Una sentimentalismo reso superficiale e quasi superfluo, ma invece rimarcato dall'autrice, non aggiunge nulla alla storia. Per conto mio, si poteva benissimo tagliare alcune parti senza colpo ferire. Due è il massimo che posso dare.

  • User Icon

    Romina

    21/10/2015 14.14.04

    Sono una accanita lettrice di gialli e più ne leggo e più divento selettiva. Non amo molto i libri pieni di personaggi che si alternano nella narrazione intercalati solo da uno spazio bianco. Non amo i libri dove tutti questi personaggi con la narrazione vera e propria non c'entrano praticamente nulla. Troppa gente e poca azione, troppe storie per un giallo che si possa definire giallo. Il finale un po' mi ha spiazzata ma non poteva che concludersi in questo modo un po' troppo frettoloso e surreale. L'unica cosa che promuovo è il modo di scrivere di questa autrice molto scorrevole. Io non lo consiglio ma ovviamente è un mio modesto parere!!!!!

  • User Icon

    Fabrizio1968

    21/10/2015 08.39.59

    Bello nel finale, un po' noioso verso la metà, mi aspettavo di meglio

  • User Icon

    cristina

    01/08/2015 19.07.23

    noioso e prolisso, ho letto di meglio dalla stessa autrice - non lo consiglierei

  • User Icon

    Chiara Sav

    29/07/2015 17.14.05

    Bello, come gli altri!! Una storia originale, che cattura... da leggere tutto d'un fiato per non farsi fuggire niente!!!

  • User Icon

    Valentina

    12/03/2015 15.34.29

    Bello come gli altri libri della serie. Avvincente la parte finale.

  • User Icon

    Gabriella

    11/03/2015 21.18.01

    Bello nel finale...e meno male ....diciamo che le prime 300 pagine sono prolisse e poco efficaci. Poi del giallo ha veramente poco...cmq devo dire che il finale pero mi ha spiazzato..quindi si puo leggere

  • User Icon

    lolli

    09/03/2015 14.01.15

    A me è piaciuto, non l'ho trovato né noioso né mancante di suspense. La scrittrice ha un suo stile,molto femminile direi, di alternare all'aspetto del giallo, anche temi della quotidianità di una famiglia e dei rapporti familiari. Insomma, piacevole lettura.

  • User Icon

    Umberto Cammareri

    19/02/2015 15.46.48

    Ho letto tutti i libri della Lackberg, questo è noioso, scontato e con tutti i pregiudizi che una svedese non dovrebbe avere. La violenza sulle donne, sempre presente, ovviamente viene da una famiglia violenta o da un marito violento. Il pregiudizio gay.....ci sta sempre bene e fa vendere!! Senza trama, con lati incompiuti, non si saprà mai come andranno a finire ed inconcludente! Non leggerò mai altro da lei scritto....soldi buttati al vento

  • User Icon

    Maurino

    17/02/2015 00.58.19

    Si legge molto facilmente come tutti i suoi romanzi, sempre avvincente il racconto dei personaggi, ma sia la storia datata che quella presente peccano di poca suspense e tanta ovvietà, sfido di trovare qualcuno che non abbia capito cosa succedeva in quel faro sia nella storia passata che in quella presente.

  • User Icon

    Maria Rita Concu

    08/02/2015 16.27.01

    Ho letto tutti i libri di camilla kackberg ma questo mi ha deluso. Ottimala storia di annie deludente e in sospeso i due casi vivianne e madeleine.

  • User Icon

    Roberto D'Errico

    13/01/2015 11.11.31

    Nuovo ottimo romanzo ad opera della scrittrice svedese attualmente più nota al mondo. Camilla si riconferma maestra nel tratteggiare una storia che mette i brividi (specialmente nelle ultime avvincenti pagine), in particolar modo per questa sua abitudine di alternare ad armoniose situazioni familiari scene assolutamente drammatiche e violente. Ottima, ancora una volta, l'alternanza tra flashback e narrazione presente. La Lackberg è ormai una vera icona del giallo scandinavo.

  • User Icon

    Sarah

    04/01/2015 19.56.01

    Troppo troppo prolisso troppi troppi personaggi, tra tutte queste parole descrizioni ci si perde la trama, non c'è suspence, dovrebbe essere u giallo? non pervenuto.

  • User Icon

    susanna bottini

    29/12/2014 11.44.00

    Un buon libro, scritto nel solito stile fluido e lineare. Un altro episodio della saga che correttamente qualcuno ha definito "giallorosa", in cui i protagonisti Erica e Patrik si muovono lungo la trama poliziesca, ma con frequenti digressioni "private", che a volte risultano un po' eccessive e stucchevoli. Originale comunque l'intreccio di vicende, insomma, un buon lavoro. Arrivederci alla prossima avventura.

  • User Icon

    dublino80

    28/12/2014 15.21.59

    Non so forse ho letto troppo della Lackberg, ma questo libro a mio parere è un pochino sotto tono.

Vedi tutte le 41 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione