Categorie

Svetlana Aleksievi?

Traduttore: S. Rapetti
Editore: Bompiani
Collana: Overlook
Anno edizione: 2015
Pagine: 442 p. , Brossura
  • EAN: 9788845281099

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    patrizia b.

    24/10/2016 17.37.03

    Il mio voto è solo quattro perché il libro è troppo pieno di cose e deve necessariamente essere preso in più dosi (le mie tre, quelle degli altri non so), ed è di un interesse altissimo. Noi in Europa non abbiamo avuto donne-soldato combattenti arruolate(non infermiere, autiste dei generali o altro, ma pilote, artigliere, sanitarie che andavano sul campo a raccogliere morti e feriti, anche se talvolta si stava ancora combattendo), in un numero tale che forse non riusciamo nemmeno a comprendere. L'autrice ne ha raccolto i ricordi attraverso molti anni di interviste e ne viene fuori un ritratto umanissimo di chi a Stalingrado vede un fiorellino e si commuove o di chi parla dei bambini lasciati alla nonna, della fede di partito che le spingeva (sembra impossibile, ma risulta vero). E poi si racconta anche del trattamento che hanno ricevuto dai compatrioti finita la guerra. Libro consigliatissimo insieme a "Vita e Destino", vecchio romanzo di Vasilij Grossman. Si completano a vicenda.

  • User Icon

    cesare

    14/12/2015 15.53.26

    . La guerra non ha un volto di donna *** di Svetlana Aleksievic I racconti orribili dei protagonisti della guerra combattuta in Russia contro i tedeschi nella seconda guerra mondiale. La scrittrice ha raccolto singoli ricordi facendo comprendere la guerra vera quella che nessun vuole raccontare. Terribile lettura storica. Pagg. 422 dic 2015

Scrivi una recensione